Giorno: 25 marzo 2011

25 marzo 2011 1

Regione Abruzzo – Palombo (Idv), interpoellanza regionale sull’esenzione dei ticket

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Si sta cercando, con la tragicomica questione dei controlli sulle esenzioni ticket, di trasformare i medici in agenti dei fisco. Questo è assolutamente inaccettabile, perché mortifica, offende, svilisce e snatura completamente la professione medica”. Così il consigliere regionale Paolo Palomba (Idv), vicepresidente della Commissione sanità della Regione Abruzzo, che annuncia la presentazione di un’interpellanza urgente su questo delicato tema. “Non posso non sottolineare l’aspetto contraddittorio, per cui il medico sarà costretto a verificare il reddito di famiglia, la necessità o meno di un’autocertificazione, procedure che competono generalmente a funzionari dell’INPS o ai servizi sociali dei Comuni. – continua il consigliere nazionale dell’Idv – Per questo motivo presenterò un’interpellanza urgente alla Giunta Chiodi per sapere se l’esecutivo regionale non ritenga necessario bloccare da subito una procedura che a breve risulterà sicuramente complicata, ingestibile, iniqua, che metterà in grave disagio gli utenti, soprattutto quelli più deboli come gli anziani, e relegando i medici ad una funzione sempre più lontana dalla loro professionalità

25 marzo 2011 0

Due pedoni investiti in via Di Biasio, salvi per un pelo

Di redazione

Due pedoni investiti, questa sera, in via Di Biasio a Cassino, nei pressi della facoltà di Ingegneria. Una zona tristemente nota per fatti dello stesso genere probabilmente a causa della scarsa illuminazione della strada. L’incidente si è verificato alle 19,30 quando due giovani studenti, un ragazzo e una ragazza, stavano attaraversando la strada lontani dalle strisce pedonali quando una Opel Corsa, guidata da un ragazzo dell’hinterland ha sfiorato entrambi scaraventandoli a terra. Non un impatto pieno, pare solo un urto con la fiancata dell’auto, che, però, ha cosretto i due a farsi medicare presso il pronto soccorso dell’ospedale di Cassino. I rilievi del caso sono stati effettuati dalla polizia stradale del distaccamento cittadino. Er. Amedei

25 marzo 2011 0

Decennale della Lecceta: presentato il calendario delle iniziative

Di redazione

La Riserva Naturale Regionale “Lecceta di Torino di Sangro” compirà quest’anno dieci anni dalla istituzione avvenuta il 19 dicembre 2001 con la L.R. N°67 e l’Amministrazione Comunale di Torino di Sangro, insieme alla Cooperativa Terracoste ha preparato un calendario di iniziative per festeggiare quest’evento e fare il punto della situazione sulla gestione. “E’ una data importante che ci rende felici ed orgoglosi – esordisce il Sindaco Domenicantonio Pace – anche perchè il processo di riconoscimento a Riserva di questa splendida area verde è stata voluta con forza dalla Giunta Iezzi e noi negli anni successivi ci siamo impegnati affinchè si attivassero tutte le procedure per farla partire a pieno regime attraverso investimenti economici, interventi e iniziative che la valorizzassero ulteriormente. L’ambiente è uno degli elementi chiave sul quale abbiamo puntato con forza perchè crediamo – continua Pace – che sia necessario per garantire salute e benessere al nostro territorio e per tale motivo va tutelato” “Oggi presentiamo il logo del decennale – inizia Sergio Tortella, Assessore all’Ambiente del Comune di Torino di Sangro – per il quale ringrazio Fabrizia Arduini, e presentiamo il calendario delle 5 iniziative più importanti pensate come momenti di riflessione, di crescita e di festa. Abbiamo iniziato quest’anno – continua Tortella – adottando il Piano d’Assetto Naturalistico, un atto importantissimo per la vita della Riserva, sia in termini di tutela della biodiversità, sia per sviluppare gli effetti benefici sull’economia locale. Potremmo così – chiosa Tortella – dotare la Riserva di altre strutture e potenziare l’offerta turistica e per l’educazione ambientale” “Le attività in Riserva ripartiranno sabato 2 aprile – aggiunge il Presidente della Cooperativa Terracoste, Arch. Riccardo Mancinone – con le aperture previste dalla Sangro-Aventino Card nei week-end. Il 4 aprile invece la prima iniziativa legata al Decennale: il Corso di Micologia, Ecologia e Ambiente, in collaborazione con il Gruppo Micologico Vastese – continua Mancinone- a seguire avremo la Settimana Verde Europea (giornate Natura 2000), a giugno, in collaborazione con il netwok ADRIAPAN e la SHI; Bio-Mediterranea-Mente, a luglio, in collaborazione con il Piccolo Teatro del ME-TI e con la sezione locale del WWF Italia; Volontari per la Riserva, nel mese di agosto e concluderemo a dicembre, il 17, 18 e 19, con la Festa della Riserva vera e propria”. “Oltre ai parter tecnici citati dal Presidente – precisa Andrea Natale, Direttore della Riserva – saranno coinvolte tutte le associazioni locali e i cittadini che si sono sempre dimostrati interessati alle iniziative promosse in Riserva, anche all’interno del calendario estivo delle iniziative di un giorno che uscirà a Maggio. Uitlizzeremo questi momenti per affrontare i problemi esistenti e vedere le vie di uscita – continua Natale – nonostante l la carenza di fondi, che ci mette in condizione di non dare tutte le risposte che vorremmo alla cittadinanza e alla Natura, cerchiamo di fare i salti mortali e di sopperire con l’impegno. Chi fosse interessato – conlude Natale – può contattarci per informazioni e adesioni ai seguenti recapiti: presso l’Ufficio della Riserva in Municipio, telefonicamente allo 0873.913121-217, via fax allo 0873.913175, via e-mail a info@leccetatorinodisangro.it e www.leccetatorinodisangro.it o www.terracoste.com oppure anche su facebook al profilo http://www.facebook.com/lecceta.sangro”.

25 marzo 2011 0

Anche Fossacesia aderisce all’Earth Hour 2011

Di redazione

Anche quest’anno Fossacesia aderisce, insieme a più di città di 128 paesi del mondo all’evento organizzato dal WWF a livello mondiale, spegnendo per 60 minuti le luci che illuminano l’Abbazia di San Giovanni in Venere, sabato 26 marzo dalle 20.30 alle 21.30. “60 minuti di riflessione – inizia Andrea Natale (PRC-FDS) Assessore all’Ambiente del Comune di Fossacesia – che ci prendiamo collettivamente per riflettere. L’Ora della Terra è la dimostrazione che tante piccole azioni possono cambiare le cose davvero – aggiunge Natale – più di un miliardo di persone nel Mondo spegnerà le luci per alleggerire il nostro peso sul Pianeta”. Oltre a spegnere l’Abbazia di San Giovanni in Venere il Comune di Fossacesia sta definendo il suo Piano Energetico Comunale ed insieme alla Provincia di Chieti partecipa al Progetto Elena che punta all’efficienza energetica negli edifici pubblici, alla produzione di energia dal fotovoltaico. “Paghiamo – continua Natale – sia a livello Nazionale che Regionale la mancanza di una politica energetica fondata sulla conoscenza e la pianificazione dei consumi giornalieri, settimanali e mensili. Manca la volontà di investire in ricerca e puntare su efficienza energetica e rinnovabili e si elude la necessità di dover affrontare un futuro senza fonti fossili e nucleare – precisa Natale. Dobbiamo pianificare adesso, pensando ad una fase di transizione intermedia, il futuro dei sistemi produttivi e di consumo considerando, che petrolio, gas e uranio non ci saranno più perché sono destinati ad esaurirsi. Aspetteremo l’ultimo giorno – chiosa Natale”

25 marzo 2011 0

Anagni, Iannarilli su Videocon: “Importante l’interessamento del Governo per evitare che lavoratori restino esclusi da trattativa”

Di redazione

Il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, è intervenuto questa mattina presso la sede frusinate di Unindustria alla conferenza stampa organizzata dal Presidente Marcello Pigliacelli nel corso della quale sono state prospettate le prossime mosse relative al tentativo di salvataggio della ex Videocolor di Anagni. Il Presidente Pigliacelli e il Presidente Iannarilli saranno ricevuti il prossimo 30 marzo dal Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani. Allo stesso Romani e al Presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, questa mattina il Presidente Pigliacelli ha inviato un dossier, per ora secretato, sulla vicenda della ristrutturazione del debito Videocon, la cui mancata soluzione ancora blocca il subentro di una nuova società nel sito industriale anagnino e rallenta la sua riconversione.

“Noi abbiamo a cuore la salvezza del secondo sito industriale per importanza della nostra provincia e della sua capacità di impiego lavorativo per oltre1200 nostri conterranei – ha detto il Presidente Iannarilli. Stando a quanto si apprende l’unico motivo dei ritardi per l’ingresso della nuova società alla guida dell’insediamento industriale anagnino è il mancato accordo tra la banca che vanta un credito di circa 40 milioni di euro e la Videocon. Disaccordo, però, che sarebbe solo sulle modalità del rientro della somma, perché il colosso indiano ha già ampiamente manifestato e fornito di garanzie la volontà di saldare il dovuto, interamente e coperto di interessi. Riteniamo dunque fondamentale l’interessamento del Governo perché non si verifichi, come è anche possibile, che la vicenda si chiuda con una partita a due tra banca creditrice e i debitori indiani e che nel novero di questa trattativa non siano inclusi gli interessi di Vdc e dei suoi lavoratori affinché l’azienda prenda una nuova vita”.

25 marzo 2011 0

Arsenico nell’acqua, Commissione Ue concede deroga a Regione Lazio

Di redazione

“La Regione Lazio ha ottenuto dalla Commissione Europea la deroga per erogare acqua con contenuto di arsenico fino a 20 microgrammi per litro. Ringrazio l’assessore all’ambiente Mattei per il lavoro svolto in tutti questi mesi, di concerto con i Comuni, i gestori delle acque e le Asl, e presso la Commissione europea”. E’ quanto dichiara la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini. “La concessione della deroga anche al Lazio, come accaduto per altre regioni – aggiunge – ci consentirà di procedere rapidamente all’attuazione del piano di rientro dei livelli dell’arsenico nei valori di legge, fissati a 10 microgrammi per litro, un piano che l’Europa ha ritenuto credibile e affidabile a riprova dell’attenzione che la Regione Lazio pone alla salute dei cittadini”.

25 marzo 2011 0

Regione Lazio, Abbruzzese: “Ottimo lavoro dell’assessorato su chiusura vertenza latte”

Di redazione

“La risoluzione delle vertenze aperte con i produttori laziali di latte è il frutto del grande lavoro che sta portando avanti l’assessorato regionale all’Agricoltura, e rende merito alla capacità di mediazione e alla conoscenza del comparto dell’assessore Angela Birindelli”. Lo riferisce in una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio. “Con l’accordo siglato oggi, la Regione dimostra infatti di avere a cuore le sorti dei tanti piccoli imprenditori del settore, che rappresentano, insieme, una delle economie più importanti e produttive di tutto il territorio. E bene ha fatto l’assessore a rimarcare che la definizione dei nuovi prezzi servirà a rafforzare la nostra filiera lattiero-casearia, fra le prime in Italia. Anche il Consiglio regionale sta facendo la sua parte. La Commissione Agricoltura, presieduta da Francesco Battistoni, sta lavorando alla Legge sulla Tracciabilità dei prodotti, documento che presto verrà discusso in aula e che sicuramente servirà a dare tutti quegli strumenti utili a valorizzare il prodotto ‘Made in Lazio’. E, proprio nei giorni scorsi, abbiamo approvato in aula due leggi a sostegno delle imprese agricole. Due provvedimenti che questo governo ha individuato per risolvere sia il problema dell’eradicazione di fitopatie e infestazioni parassitarie, stanziando un milione di euro, che quello dell’accesso al credito per le aziende agricole, tramite i Confidi, stanziando altri tre milioni di euro. Si tratta di risposte concrete nei confronti delle richieste avanzate dalle organizzazioni professionali agricole e della cooperazione e sulle quali ci stiamo impegnando per dare maggiore sicurezza, garanzie e strumenti per rilanciare tutto il comparto dell’agricoltura”, ha concluso il presidente Abbruzzese.

25 marzo 2011 0

Le “Mietitrici di Castrocielo” tornate in Ciociaria

Di redazione

In verità è un’opera d’arte di Alfonso Simonetti artista dell’Ottocento per metà napoletano di Napoli e per l’altra metà napoletano di Ciociaria, considerato uno dei maestri ragguardevoli della pittura napoletana. Anche Alfonso Simonetti, morto nel 1892 e sepolto in una cappelletta di famiglia nel cimitero di Castrocielo, fa parte di quella grande schiera di artisti pittori napoletani che hanno sempre guardato con piacere e interesse a questa appendice estrema di Terra di Lavoro. Raffaele Carelli e i fratelli Fergola che ripetutamente si trasferiscono nella terra del Fibreno e del Liri a dipingerne principalmente le cascate, Gonzalvo Carelli che vagabonda in tutta la Bassa Ciociaria, Michele Cammarano che soggiorna lungamente a Picinisco, Filippo Balbi che si stabilisce definitvamente a Trisulti e ad Alatri, Pasquale Mattei che dipinge a Cassino alcuni capolavori, Achille Vianelli che ripetutamente immortala Montecassino e la basilica. Innumerevoli sono gli esempi di questa eterna osmosi e non solo artistica e non solo ovviamente nel 1800. Questo quadro dipinto dall’artista a 27 anni quando cominciava a soggiornare a Castrocielo presso un suo amico pittore e scrittore conosciuto a Napoli, raffigura un soggetto che poi ripeterà durante tutta la sua vita e cioè la illustrazione delle ciociare in costume e ambientate nei contesti più vari: alla contrada dell’olivastro, a Capod’acqua, nella selva Abbatecola, alla stazione ferroviaria, per le scalinate del paese….In questa opera invece vengono illustrate solo le due ciociarelle nei loro bellissimi costumi. Questo splendido quadro è stato sempre presso la medesima famiglia italiana nello Stato dell’Indiana in America e grazie alla passione di un collezionista ciociaro che lo ha scovato, è tornato nella sua terra di origine. E, mi si permetta la nota, solo apparentemente, polemica, il Frusinate che rappresenta lo zoccolo duro della Ciociaria, a tutt’oggi non possiede nemmeno a livello embrionale un luogo di raccolta e di ammirazione di queste opere che, al contrario, sono presenti sicuramente in ogni museo del pianeta e che è stato per oltre centocinquantanni uno dei due o tre soggetti più ripetuti e più illustrati nell’arte europea. Michele Santulli

25 marzo 2011 0

Furto al Motel, i ladri scappano ma abbandonano il bottino

Di redazione

Il 25 marzo, alle 2 circa, a Castropignano (Cb), ignoti malfattori hanno asportato dal “motel roberto” nella contrada “Lacone”, denaro contante e tabacchi per un valore di circa mille euro. I carabinieri di Castropignano, Sepino e di Trivento oltre che del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Bojano, sono riusciti, poco dopo un inseguimento, a rintracciare, nell’agro del comune di Colle D’Anchise, una autovettura Bmw 530 risultata essere oggetto di furto perpetrato il 26 febbraio ad Amorosi (bn). I ladri, però, sono riusciti a far perdere le proprie tracce; all’interno della vettura è stata trovata tutta la refurtiva che è stata completamente recuperata e restituita al legittimo proprietario.

25 marzo 2011 3

Immigrati, la Francia ripristina i confini con l’Italia e respinge gli immigrati

Di redazione

L’umanità francese, quella che ha mandato gli aerei da combattimento a bombardare la Libia, evidentemente non è la stessa che ha quasi ripristinato le frontiere con l’Italia. La polizia di frontiera, infatti, ha intensificato i controlli in particolare a Ventimiglia e ai posti di blocco, sul versante francese, quando individuano il clandestino lo rispediscono al mittente, cioè a Ventimiglia, e cioè in Italia. Una forma di respingimento tanto contestata all’Italia, ma ai “furbi” galletti questo sembra essere consentito.

Ventimiglia, quindi, rischia di diventare una nuova Lampedusa sotto gli occhi di una Europa che si dimostra sempre più sorda al fenomeno che dell’immigrazione magrebina, e di una Francia che ipocrita è a caccia di gloria. Er. Amedei