Giorno: 25 marzo 2011

25 marzo 2011 0

Resti di un dinosauro di 15 metri trovato in Tunisia

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I resti di un dinosauro di circa 15 metri, risalente a 110 milioni di anni fa è stato scoperto in Tunisia da una equipe composta da tecnici dell’Ufficio nazionale delle miniere e quelli dell’università di Bologna. L’importante ritrovamento è stato fatto scavando appena 50 centimetri di terra vicino Tataouine. Il tutto sarà trasportato in Italia per essere studiato a Bologna dove gli esperti tenteranno di scoprire la storia dell’animale preistorico. Poi però il “bestione” tornerà in Tunisia per essere esposto nel museo nazionale.

25 marzo 2011 0

Immigrati, accordo tra Italia e Tunisia per limitare gli sbarchi

Di redazione

“Incoraggiamo i rimpatri volontari con la garanzia che chi tornerà in Tunisia sarà aiutato ad avviare attività economiche tramite speciali linee di credito”. Lo ha detto il ministro Frattini che, insieme al collega dell’Interno Maroni, oggi si è recato in Tunisia per tentare di individuare una soluzione che chiuda il rubinetto che, il poco tempo, ha permesso di far arrivare sulle coste di Lampedusa, quasi 16 mila migranti. Per rilanciare la cooperazione tra i due Paesi sarebbero pronti linee di credito supplementari dall’Italia fino a 150 milioni di euro, in aggiunta a quelle già in corso pari a quasi a 100 milioni per il sostegno al bilancio dei pagamenti. Soldi destinati al rilancio delle piccole e medie imprese, la formazione professionale, la protezione dell’ambiente costiero, il sostengo alla pesca. A fronte di questo le autorità tunisine intensificheranno i controlli sulle coste per evitare partenze.

25 marzo 2011 0

Una montagna di ore di straordinario per i due vigili urbani di Pignataro pagate con circa 60 mila euro l’anno. L’opposizione attacca

Di redazione

Stipendi invidiabili quelli dei due vigili urbani di Piganataro Interamna contro cui, da tempo, si è scagliato il gruppo di opposizione consiliare “Forum per Pignataro”. Oltre allo stipendio ordinario, i due possono contare anche su un pagamento di lavoro straordinario che arriva anche a superare i 3 mila euro mensili. Autovelox, vigilanza notturna dalle 22 all’1, dieci ore di lavoro fisso al giorno. Tanto lavoro per i due vigili urbani, ma anche una spesa enorme per il Comune che si aggira intorno ai 60 mila euro l’anno solamente per pagare loro gli straordinari. La cittadina conta circa 2.600 abitanti e dal 2005 l’amministrazione comunale ha dichiarato il dissesto finanziario per il quale sono state licenziate ben 11 dipendenti. “E’ una storia, quella delle ore di straordinario dei due vigili urbani – dichiara il consigliere Marcello Cavaliere, capogruppo di Forum per Pignataro” – che va avanti dal 2008 e fino ad oggi è costata all’amministrazione circa 150 mila euro senza considerare, ovviamente, il regolare stipendio pagato loro. Altri 60 mila euro sono preventivati per il 2011. Oltretutto, proprio ieri mattina il comune ha dato incarico ad una società per l’elaborazione dei verbali dell’autovelox ad un costo di 3,5 euro a verbale sostenendo che i vigili sono oberati di lavoro per poter svolgere anche questa attività. Chiediamo che venga fatta luce su questa situazione che sembra andare al di la delle norme e contro anche il buon senso della spesa pubblica. Con questi soldi, se vero che serve così tanto impegno lavorativo, si poteva pensare di fare assunzioni part time o altrimenti, realizzare opere pubbliche senza contrarre mutui. Avevamo proposto, in Consiglio Comunale, – conclude Cavaliere – di finalizzare quei soldi per abbassare la Tarsu e far risparmiare 150 mila euro alla cittadinanza. Siamo stati derisi”.

25 marzo 2011 0

Cambio al Commissariato, Simeone all’anticrimine della Questura. Domani nominato un supplente per Cassino

Di redazione

Il primo dirigente del Commissariato di polizia di Cassino Gianfranco Simeone ha assunto oggi il ruolo di reggente della divisione anticrimine della questura di Frosinone lasciando così vuoto l’ambita poltrona di dirigente del commissariato della città Martire. Simeone va a sostituire Mino De Santis mentre a Cassino verrà nominato domani un supplente che dirigerà la polizia fino alla nomina definitiva di un nuovo dirigente che avverrà non prima di dieci giorni. Non confermata, ma neanche smentita la notizia secondo la quale il Commissariato di Cassino possa essere diretto da un dirigente ex Dia. Facile credere che un nome è stato fatto ma per dinamiche interne ne siano affiorati anche altri per occupare quello che è realmente un ambito e prestigioso ruolo. Er. Amedei

25 marzo 2011 0

Fossfood, amministratori e ristoratori in una settimana all’insegna del turismo gastronomico

Di redazione

Dal 28 marzo al 3 aprile parte a Fossacesia la prima edizione di FOSSFOOD, iniziativa culinaria fortemente voluta dall’amministrazione Stante, per restituire il giusto fascino al turismo gastronomico. L’iniziativa consiste in una settimana, in cui i singoli ristoratori aderenti si dedicheranno a valorizzare un prodotto tipico attraverso la preparazione di menù tradizionali. In questo modo, tutti gli amanti del buon cibo, che si avvicineranno a questa I edizione, potranno assaporare, per i ristoranti di carne, tutti le diverse pietanze preparate con il maiale e l’agnello mentre per i ristoranti di pesce il pescato tipico di stagione. L’idea è quella di proporre con ciclicità i prodotti di ogni stagione abbinandoli ai vini della Cantina Sangro e ai dolci che saranno creati esclusivamente dalle pasticcerie di Fossacesia. Anche la scelta del nome Fossfood nasce proprio per contrassegnare la tipicità delle delizie locali offerte. FOSSFOOD, aggiunge il sindaco Stante, “vuole rappresentare un marchio per evidenziare le caratteristiche enogastronomiche del nostro territorio offrendo oltre alle ben note bellezze paessagistiche e storiche, un’alternativa gustosa e conviviale attraverso i piatti tipici della nostra tradizione che meritano dunque di ritrovare il loro giusto posto. Questa settimana intende incoraggiare un turismo che valorizzi l’amore per i prodotti tipici locali, il cibo di qualità e il piacere di riunirsi intorno ad un tavolo”. I ristoranti in cui saranno gustate le prelibatezze di Fossacesia sono: Azzurra, Bucco, Casale San Giovanni, Golfo di Venere, Il Caminetto, Il Pescatore, La Conchiglia, La Sirenella, Valle di Venere.

25 marzo 2011 0

Terreni e fabbriche in disuso, sequestrate discariche di materiale pericoloso

Di redazione

Nell’ambito dell’operazione denominata “Ciociaria Linda” condotta della Guardia di Finanza di Frosinone, con la consulenza dell’ARPA Lazio e l’ausilio di un elicottero equipaggiato dai finanzieri di Pratica di Mare, sono state sequestrate dieci discariche abusive ubicate nel territorio della Provincia di Frosinone. Si tratta di 10 distinti siti per una superficie complessiva di 166.745 metri quadrati tutti adibiti a discarica di materiali pericolosi ad alto contenuto inquinante e allo stoccaggio di autovetture fuori uso, in assenza delle prescritte autorizzazioni. In particolare, nell’ambito della suddetta operazione, i finanzieri hanno sottoposto a sequestro un’intera fabbrica dismessa da anni di circa 150 mila metri quadrati posta nelle immediate adiacenze di un corso d’acqua perenne, ove erano rimasti da anni incustoditi rifiuti pericolosi per la salute pubblica in stato di abbandono incontrollato.

Nel contesto delle operazioni, i finanzieri hanno scoperto che l’intera un’area industriale era diventata, esclusivamente luogo per lo stoccaggio dei scarti di lavorazione, deposito di fusti contenente materiale pericoloso oltre a oli combustibile e prodotti idrocarburici. Infatti, l’accurata ricognizione dell’area ha consentito di rilevare, oltre all’esistenza di più manufatti in cemento armato in evidente stato di degrado ed abbandono, la presenza di numerosi cumuli di scarti di lavorazione in evidente stato di abbandono; fusti contenenti olio combustibile per circa 1.000 litri, polvere di alluminio, soda caustica, materiale corrosivo, olio idraulico e grasso con significativi versamenti al suolo; numerosi fusti seminterrati sotto cumuli di materiale di risulta; 38 Big Bag (sacchi) del volume di circa 2 metri cubi ciascuno, contenenti materiale granulare in corso di identificazione; 24 contenitori da 1.000 litri ciascuno parzialmente pieni, recanti la dicitura “”olio sformante per cemento cellulare””; numerosi cumuli di resti di materiale bruciato, lana di vetro, materiale RAE; 2 cisterne da 50.000 litri ciascuna, arrugginite e tagliate in senso longitudinale parzialmente piene di prodotto idrocarburico; 2 locali completamente allagati da prodotto presumibilmente idrocarburico; 1 locale di circa 500 mq coperti da materiale “eternit” in evidente stato di deterioramento. Inoltre, le analisi tecniche effettuate su detti rifiuti, hanno evidenziato la presenza di polveri di alluminio che, in grandi quantità, possono provocare seri danni alla salute.

Come se non bastasse, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone – hanno contestato ai proprietari delle aree le inadempienze previste dai decreti legislativi n. 152/2006 e 209/2003, per aver dislocato sui terreni sequestrati ingenti quantitativi di rifiuti pericolosi, costituiti da materiali RAEE (rifiuti apparecchiature elettriche e elettroniche), parti di veicoli non bonificate, batterie auto usate, rottami ferrosi e rifiuti in plastica di vario genere, lastre di cemento amianto tipo eternit, oltre 2000 pneumatici usati, nonché 31 carcasse di automezzi fuori uso detenute in evidente stato di abbandono senza le previste cautele necessarie per impedire l’inquinamento del terreno circostante, del sottosuolo, delle falde acquifere.

25 marzo 2011 0

Giornata Ecologica a Pastena

Di redazione

E’ un’iniziativa dell’Assessorato all’Ambiente, la cui delega è affidata ad Adriano Fantauzzi, la Giornata Ecologica, nata dalla collaborazione con il Centro Commerciale Naturale, in programma domani. All’organizzazione dell’evento partecipano i comitati di ‘Mole’, ‘S. Maria Pugliano’, ‘San Procolo’, ‘Terrignano’, ‘Prenestina’ e le associazioni ‘Federcaccia’, Arci Caccia’ e ‘Libera Caccia’. Alle 7.30, presso il parcheggio di Viale San Francesco d’Assisi, è prevista la partenza dei volontari, divisi in squadre, diretti verso le numerose zone periferiche del territorio per la bonifica dei luoghi dai rifiuti abbandonati in micro discariche abusive. La ditta Sangalli, che gestisce il servizio di smaltimento Rsu, ha messo a disposizione i mezzi necessari alla rimozione dei materiali che verranno rinvenuti. “Invito i cittadini che hanno necessità di smaltire rifiuti ingombranti accumulati nelle loro abitazioni – dichiara l’Assessore Fantauzzi – a portarli presso il parcheggio di Viale San Francesco d’Assisi dove verranno sistemati dei depositi provvisori dalle ore 7.30 alle 13.30”. Con l’occasione, alle ore 16.30, il Centro Commerciale Naturale, animerà Piazza M. Colonna con un’esibizione di artisti di strada e distribuirà volantini per spronare gli utenti a collaborare per una migliore gestione del servizio ambientale implementando, in particolare, la raccolta differenziata. Contemporaneamente i singoli associati provvederanno ad omaggiare i loro clienti delle shopper bag ecologiche.

25 marzo 2011 0

Cambio al vertice del commissariato di polizia di Cassino, il nuovo dirigente arriva dalla Dia

Di redazione

Sarebbe imminente, se non addirittura già operativo, il cambio al vertice del commissariato di Polizia di Cassino. Dopo circa otto anni, il primo dirigente Gianfranco Simeone sarebbe stato destinato ad altro incarico all’interno della Questura di Frosinone. Al suo posto sarebbe stato designato, invece, un altro dirigente proveniente dalla Direzione Investigativa Antimafia (Dia) insieme ad un altro funzionario che ricoprirebbe un vuoto da tempo vacante all’interno del commissariato della Città Martire. Nel momento di transizione, fino all’insediamento del prossimo dirigente, facente funzione potrebbe essere il commissario Ciro Carli. Er. Amedei

25 marzo 2011 0

Mondiale di F1:nelle prove libere del GP d’Australia, Mc Laren, poi Red Bull e Ferrari

Di redazionecassino1

Sorpresa nelle prima giornata di prove libere valide per il Gran Premio d’Australia di Formula Uno: dopo dei test invernali deludenti, sono state le McLaren a far registrare i migliori tempi con Jenson Button in 1’25″854 e Lewis Hamilton (+132 millesimi sul compagno di squadra).   Alle spalle delle Frecce d’Argento ci sono la Ferrari di Fernando Alonso (+147 millesimi) e la RedBull del campione del mondo Sebastian Vettel (+160 millesimi). Nel teorica seconda fila l’altra RedBull di Mark Webber e la Mercedes di Michael Schumacher. Settimo tempo per la Ferrari di Felipe Massa.

25 marzo 2011 0

Carburanti, controlli della Finanza ai distributori stradali in tutto il territorio abruzzese

Di admin

Vasta operazione della Guardia di Finanza nei confronti dei distributori di carburante ubicati in tutta la Regione Abruzzo. L’operazione, predisposta dal Comando Regionale, è stata finalizzata alla prevenzione e repressione degli illeciti nel settore degli oli minerali ma soprattutto al controllo della disciplina dei prezzi a tutela del consumatore finale. I militari delle Fiamme Gialle hanno controllato 120 impianti impiegando oltre 100 finanzieri eseguendo specifici controlli sulla corretta erogazione dei quantitativi di carburante da parte delle colonnine di rifornimento e sulla regolarità dei sistemi di misurazione. Contestualmente è stata verificata la corretta esposizione dei prezzi al pubblico e la corrispondenza tra quelli riportati sui cartelloni pubblicitari all’ingresso dei piazzali e quelli effettivamente praticati “alla pompa”. Nel corso dei controlli, i finanzieri, hanno proceduto, alla misurazione del quantitativo di carburante giacente nelle cisterne e al successivo riscontro con le risultanze contabili, rilevando in alcuni casi una situazione di deficienza di prodotto petrolifero. In particolare, è stato riscontrato un quantitativo di carburante giacente nelle cisterne interrate inferiore a quello che invece risultava dai documenti fiscali di acquisto e dai registri previsti in materia di accise. Complessivamente, le deficienze rilevate ammontano a circa 6.00 litri  di benzina verde, circa 3.000 litri di gasolio e circa 500 kg di oli lubrificanti. Sono state irrogate, quindi, nei confronti dei distributori interessati, le correlate sanzioni amministrative ai fini delle accise e dell’imposta sul valore aggiunto, per le diverse irregolarità connesse alla tenuta della contabilità e alla mancata annotazione di corrispettivi derivanti dalla vendita dei prodotti petroliferi nonché alla mancata coincidenza dei prezzi esposti al pubblico.