Giorno: 27 marzo 2011

27 marzo 2011 0

Cassino al voto, Petrarcone (Pd): “Sfida difficile ma non impossibile”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“La sfida è difficile ma non impossibile”. Lo ha detto il candidato a sindaco l’avvocato Giuseppe Golini Petrarcone, concludendo ieri mattina al cinema Rapido un’affollata assemblea del movimento “Bene Comune” che si presenta alle prossime elezioni comunali di Cassino con l’obiettivo di riportare il centrosinistra alla guida della città. Da Petrarcone sono partiti gli appelli a Pd e Psi, assenti all’assemblea, a far parte del progetto iniziato insieme l’estate scorso. “Tutti uniti – ha aggiunto- il centrosinistra ha la possibilità di vincere e di far ripartire l’attività amministrativa ferma da troppo tempo per colpa degli ex amministratori di centrodestra più attenti a dividersi gli incarichi che non a risolvere le tante problematiche della città”. Fanno parte del progetto “Bene Comune” l’Italia dei valori (c’erano i segretari regionale Vincenzo Maruccio e provinciale Viviana Fuoco e il consigliere regionale Annamaria Tedeschi), la federazione dei comunisti, Sel di Vendola e i rappresentanti di nove comitati civici. La candidatura di Petrarcone è sostenuta da cinque liste. A queste dovrebbero aggiungersi quelle del Pd e del Psi. Nel suo intervento Petrarcone ha fatto chiaramente intendere di essere contrario all’ingresso di partiti provenienti dal centrodestra. Pd e Psi stanno per ora fuori da questo progetto perché stanno attendendo risposte dall’Udc che, però, dialoga anche con il gruppo di Palombo e di Abbruzzese. Petrarcone parlando del programma ha annunciato che al primo posto c’è il problema lavoro che dovrà essere creato con progetti che prevedono il riassorbimento da parte del Comune di servizi ora dati all’esterno come le riscossioni delle tasse (Gosaf) e le strisce blu e così via. Poi la sanità, l’informatizzazione del Comune, il risanamento del bilancio, la valorizzazione delle attività culturali ed associative e la tutela della legalità. Sono intervenuti poi i rappresentanti di partiti e associazioni. Tra questi Maruccio, Tedeschi, Santoro, Fonte, Velardocchia, Antoine Tortolano, Ficaccio, Miele, Capaldi, Pellecchia. Maruccio, in particolare, ha criticato l’Udc che alla regione sta con il centrodestra e in altre città cerca di allearsi con il centrosinistra. Nel pomeriggio la replica polemica del segretario provinciale del Pd Lucio Migliorelli alle dichiarazioni del Commissario Regionale dell’IdV, Vincenzo Maruccio. “La linea espressa dall’Italia dei Valori – ha detto Migliorelli – chiude a qualsiasi ipotesi di allargamento della coalizione del centro sinistra. I temi usati dall’IDV lasciano trasparire un atteggiamento isolazionista, mirato solo a coltivare un modesto orticello elettorale e non a lavorare per costruire una vera alternativa all’attuale governo del PDL. Prima di lanciare invettive vuote ed infondate, l’IDV dovrebbe riflettere sulla propria politica messa in atto nei comuni di Roccasecca, di Ferentino, di Alatri e presso l’Amministrazione Provinciale. È fonte di forte preoccupazione questa linea dell’IDV che continua ad isolarsi in tutta la Provincia. A Cassino il PD sta lavorando per creare una reale e credibile alternativa allo sfascio causato dalle amministrazioni del PDL. Chi pensa di presentarsi alle elezioni comunali senza il PD commette un grave errore.”

27 marzo 2011 0

Cassino al voto, Scittarelli e D’Aguanno candidano a sindaco Antonio Valente

Di redazione

Nessuna intesa per le prossime elezioni comunali di Cassino tra la Casa delle liste civiche-Pdl che candida a sindaco Carmelo Palombo sostenuto da Mario Abbruzzese e il gruppo di Annalista D’Aguanno e Bruno Scittarelli. Dopo settimane di trattative per formare una sola coalizione di centrodestra alla fine il dialogo si è interrotto per il mancato accoglimento delle richieste dei ribelli del Pdl da parte del gruppo di Abbruzzese. Così il consigliere regionale D’Aguanno e l’ex sindaco Scittarelli andranno da soli candidando a sindaco l’ex assessore Antonio Valente sostenuto per ora da cinque liste. “Sono sicuro – dichiara l’ex sindaco – che il nostro cartello di liste attirerà l’attenzione di altri movimenti e ci allargheremo. Puntiamo al ballottaggio.” Questo cartello potrebbe aggregare Forza del Sud che per ora candida a sindaco Gianni Valente sostenuto dal coordinatore del partito Ciro Rivieccio e da Giuseppe Sebastianelli che dispongono di due liste. Altro candidato a sindaco di centrodestra è l’ex consigliere provinciale ed ex assessore Maurizio Russo che ha formato sei liste di appoggio. Attualmente il centrodestra è suddiviso in quattro raggruppamenti con altrettanti candidati a sindaco ( Carmelo Palombo, Antonio Valente, Gianni Valente e Maurizio Russo). Un bel caos. L’Udc sta alla finestra e aspetta inviti. Il dialogo va avanti sia con Pd e Psi che con Mario Abbruzzese. Alla fine il partito di Casini potrebbe scegliere di andare da solo candidando Marino Fardelli.

27 marzo 2011 1

Volvo data alle fiamme su via Casilina a Cassino, indagini a 360 gradi

Di redazione

Misterioso incendio, oggi pomeriggio, sulla via Casilina nord a Cassino dove una Volvo è stata data alle fiamme. Pare non ci siano dubbi sul fatto che la vettura sia stata incendiata con alcune taniche di liquido infiammabile dopo essere stata parcheggiata, probabilmente dal piromane, sul ciglio della strada nei pressi dell’istituto Agrario. Sicuramente quell’auto, a detta degli investigatori della polizia del commissariato di Cassino che indagano sul caso, a mezzogiorno non era in quel posto. Evidentemente, quindi, solo successivamente la Volvo è arrivata in via Casilina per essere data alle fiamme. Non si conosce ancora nome del proprietario tantomeno la spiegazione di un simile gesto. Gli investigatori stanno rintracciando l’intestatario. Er. Amedei foto Alberto Ceccon

27 marzo 2011 0

Le mandano l’agenzia pompe funebri per burla, due donne denunciate per molestie

Di redazione

Una donna di Altino, residente in Roccascalegna, aveva sporto denuncia per una serie di molestie telefoniche ricevute tra i trascorsi mesi di dicembre e gennaio al telefono di rete fissa installato presso la propria abitazione. Dette molestie si erano concretizzate sia direttamente, cioè attraverso continui squilli presso l’utenza della donna, e sia indirettamente, ovvero attivando dei servizi che la stessa non aveva certamente richiesto: per fare un esempio, una volta, la denunciante si era vista arrivare le pompe funebri, ed un’altra la guardia medica. A seguito della denuncia, sono state avviate delle indagini che hanno portato alla denuncia a piede libero di altre due donne: B.D’O., di anni 42, residnete ad Altino, nubile e casalinga, e M.F., 21enne, compaesana della prima, studentessa. Non si conosce ancora il motivo di questo accanimento, ma si ritiene si trattasse di una burla.

27 marzo 2011 0

False generalità per attingere soldi dai conto correnti altrui, denunciato 47enne

Di redazione

In passato, la sua tecnica gli aveva già permesso di mettere a segno numerosi colpi. L’uomo, G.C., nativo e residente a Rocca S. Giovanni, 47 anni, disoccupato e pregiudicato, si presentava allo sportello di una banca dicendo di dover effettuare un prelievo, dava delle false generalità e se il cassiere chiedeva un documento, simulava una fittizia ricerca nelle tasche per poi dire “Oh, che sbadato, credo di averlo dimenticato a casa”. Il fatto è, però, che qualche volta (più di una, in realtà, gli era andata bene e il cassiere di turno non aveva chiesto alcun riscontro alla identità che forniva, per cui l’uomo usciva soddisfatto e con soldi prelevati da un conto non suo. Ma già lo scorso anno era stato denunciato, perché ad un certo punto questa sua sceneggiata non era andata a buon fine. Quest’anno aveva deciso di riprovarci, e si era presentato allo sportello della Carichieti di Lanciano, alla cui cassiera aveva fornito generalità e dati di un conto corrente bancario non suoi al fine di prelevare la somma di 700 euro. Ma la cassiera in questione aveva richiesto il documento di identità, costringendo l’uomo ad inventare che lo aveva dimenticato in macchina, ed era poi uscito senza fare più ritorno. Questo comportamento, aveva insospettito la donna che, rivedendo nuovamente in banca l’uomo qualche giorno dopo, aveva provveduto ad avvertire tempestivamente i carabinieri della Stazione. C. G. è stato deferito a piede libero alla Procura della Repubblica di Lanciano ai sensi degli artt. 494 – sostituzione di persona – e 56 e 640 – tentata truffa.

27 marzo 2011 0

Per cinque giorni girovaga per i boschi senza meta, 38 enne trovato da protezione civile

Di redazione

Era scomparso da cinque giorni sulle montagne di Colle San Magno e si temeva per la sorte di Benedetto Murro, 38 anni, residente nel piccolo comune ciociaro. Mercoledì i familiari hanno lanciato l’allarme e sulle sue tracce, fin da subito, si sono messi i volontari dell’associazione di protezione civile Città Pulita di Roccasecca. Un vasto e impervio territorio che Domenico Fraioli, presidente dell’associazione, e una esperta squadra di volontari, hanno battuto palmo a palmo verificando le continue segnalazioni che arrivavano da alcuni testimoni. Questa mattina, finalmente, i ricercatori di Città Pulita hanno individuato lo scomparso su una strada di montagna nei pressi del cimitero di Castrocielo. L’uomo aveva dormito all’addiaccio, sotto le piante nella boscaglia e nonostante gli stenti, è sembrato affamato ma in buone condizioni. I volontari lo hanno prima rifocillato e poi trasportato al pronto soccorso di Pontecorvo per le visite del caso. Una vicenda finita bene grazie anche all’impegno dei volontari.

27 marzo 2011 0

Immigrati tunisini, l’Italia spinge per il rimpatrio coatto

Di redazione

Un fatto certo è che la tendenza del Governo Italiano è quella di voler rimpatriare i tunisini ma si discute sulle modalità. Secondo il ministro Frattini gli stranoieri dovrebbero essere incentivati economicamente a tornare a casa con una tantum di circa 1500 euro a straniero. Insorge la Lega che, invece, sostiene che gli stranieri vadano rimpatriati e basta, senza se e senza ma o, almeno, se devono essere incentivati, a farlo dovrà essere l’Europa e non l’Italia. Anche La Russa sostiene la necessità dei rimpatri dopo, però, aver scisso i profughi, e quindi quelli che necessitano di asilo politico, dai clandestini. Intanto a Lampedusa sono sbarcati nelle ultime ore oltre 1200 immigranti e altri barconi stanno per approdare e, in questo caso, si tratta di libici che fuggono dalla guerra. Una notizia che sgombra il campo dalle polemiche, anche se per poco: la nascita di una bimba da una madre etiope e dal padre eritreo, arrivati qualche giorno fa a Lampedusa. Le mamme dell’isola si sono adoperate per offrire alla picco e alla sua mamma tutto il necessario. Er. Amedei

27 marzo 2011 0

La protesta contro i tagli alla sanità sospesa per la morte di un 53enne

Di redazione

Le urla disperate dei parenti di un 53enne di Aquino morto questa mattina nel pronto soccorso di Cassino, hanno convinto gli organizzatori del “popolo giallo” di Pontecorvo ad interrompere la manifestazione in corso davanti all’ospedale Santa Scolastica, contro il piano dei tagli alla sanità perseguito dalla Regione Lazio. L’uomo aveva accusato un malore ed era stato accompagnato prima al pronto soccorso di Pontecorvo e poi trasferito a Cassino per effettuare riscontri diagnostici. L’uomo, però, poco dopo la tac, si sarebbe nuovamente sentito male al pronto soccorso dove, poco dopo, è morto per sospetta aneurisma all’aorta. Per questo la Asl di Frosinone ha disposto un riscontro diagnostico che si svolgerà nei prossimi giorni a meno che non intervenga la Procura su richiesta dei parenti. Er. Amedei