Accecare il cane con il laser, l’ultima demenzialità denunciata da Aidaa

29 marzo 2011 0 Di redazione

Sono 234 segnalazioni in pochi giorni, nove persone individuate e denunciate questi sono i numeri della nuova frontiera del maltrattamento dei cani. L’accecamento notturno con un laser puntato diritto negli occhi del cane. Duplice l’effetto negativo che si ottiene: il primo più immediato è che il cane infastidito si mette ad abbaiare nelle ore più impensate svegliando tutto il vicinato, il secondo effetto ancora più grave è che una prolungata esposizione degli occhi sotto la mira del laser provoca dei danni non indifferenti alla retina degli occhi del cane.
Per questo motivo AIDAA ha provveduto in questi ultimi cinque giorni a denunciare le prime nove persone alle rispettive procure della repubblica sia per il reato di maltrattamento aggravato (articolo 544 bis) di animale, sia per il reato di disturbo della quiete pubblica.
Nei casi individuati e denunciati è stato inoltre scoperto che in 7 dei nove casi non si è trattato di una bravata ad opera di ragazzini, ma che gli autori di questo nuova forma di violenza contro gli animali sono i vicini di casa, persone adulte che già in passato si erano lamentati con i proprietari dei cani in quanto a loro dire i pelosi disturbavano di notte da qui l’aggravare del reato ipotizzato con la premeditazione.
“E’ una vergogna – ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA – che si arrivi a queste vere e proprie barbarie contro gli animali, ancora più grave se pensiamo che gli autori sono persone adulte che istigano il cane, di fatto maltrattandolo per poter poi dire di essere disturbati dall’abbaio del medesimo. Gli autori di tali gesti sono persone indegne di tale nome – conclude Croce – e chiunque abbia subito questo tipo di disturbo nei confronti del proprio cane non esiti a contattarci daremo loro il supporto legale gratuito per fermare questi delinquenti miserabili”.