Bancarella della droga: sequestrata hashish, cocaina, marijuana ed ecstasy. Arrestati due 20enni

8 marzo 2011 0 Di redazione

Arrestati dal nucleo di polizia tributaria dalla guardia di finanza di Chieti due ventenni di Francavilla a Mare per spaccio di droga, un terzo denunciato.
Sequestrato quasi un chilo di hashish nonché dosi di cocaina e marijuana. Rinvenute anche alcune pasticche di ecstasy.
Era ormai questione di tempo visto che i militari della guardia di finanza da giorni cercavano i due ragazzi.
Le fiamme gialle sapevano da un pò che i due soggetti fossero spacciatori operanti nel comune di Francavilla al Mare, bastava trovarli solo “con le mani nel sacco”.
Ed infatti così è stato, visto che una pattuglia del nucleo di polizia tributaria della guardia di Finanza di Chieti, fermava per un controllo, a Francavilla al Mare (Ch), una nissan micra a bordo della quale viaggiavano anche i due soggetti monitorati, tali S. G., quale conducente e P. E. Quale passeggero del sedile anteriore.
Nel momento in cui i militari intimavano l’alt al conducente dell’autoveicolo, P. E. Gettava immediatamente dal finestrino destro una busta.
Tale fatto però non è passato inosservato agli occhi dei finanzieri che, una volta fermata l’autovettura, raccoglievano la busta al cui interno erano rinvenuti oltre seicento grammi di hashish suddivisi in due panetti.
I due giovani, non potevano far altro che ammettere il possesso della droga rinvenuta.
Sono immediatamente scattate le manette e, dopo aver informato il magistrato di turno della procura di Chieti, si provvedeva a porre in essere le necessarie operazioni di perquisizione presso le abitazione dei soggetti.
Presso il domicilio di P. E., non è stato trovato ulteriore stupefacente mentre, presso l’abitazione di S. G., con grande stupore anche dei finanzieri, erano rinvenuti oltre duecento grammi di hashish, ma soprattutto dosi di cocaina e marijuana nonché alcune pasticche di ecstasy pronte per essere immesse nell’illecito mercato.
E’ evidente che quest’ultimo, al fine di soddisfare un numero maggiore di “clienti”, abbia diversificato la tipologia di droga da spacciare e che in pregresse occasione abbia acquistato l’ulteriore stupefacente rinvenuto a casa.
Lo stesso, era in possesso anche di ben due bilancini elettronici di precisione utilizzati per confezionare le dosi di droga da spacciare.
P. E. E S. G. Sono stati associati al carcere di madonna del freddo a disposizione del magistrato che dovrà interrogarli.
Un’ulteriore perquisizione presso l’abitazione di un terzo ragazzo, D.T., anch’egli a bordo dell’autovettura fermata, permetteva di rinvenire ulteriori trenta grammi di hashish. Quest’ultimo, ritenuto non coinvolto nella detenzione del rilevante quantitativo di droga sequestrato nell’autovettura, veniva denunciato a piede libero.
Per gli inquirenti, tale episodio risulta un’ulteriore conferma del fatto che ormai non esiste più una figura ben delineata di spacciatore, molti giovani, illusi dalla speranza di “denaro facile”, sono propensi a spacciare droga nei confronti di amici e conoscenti.