Bonessio (Verdi): “Polverini che ha fatto di concreto per l’emergenza arsenico? La deroga Ue non cancella i rischi per la salute”

28 marzo 2011 0 Di admin

Dall’ufficio stampa dei Verdi Lazio riceviamo e pubblichiamo:
“Il problema è che i cittadini subiscono gli effetti dell’arsenico, che è bene ricordarlo si accumula nell’organismo, da molto prima dell’entrata in vigore della direttiva europea nel 2003. Siamo convinti che nonostante la deroga arrivata da Bruxelles l’emergenza non sia finita e sia necessario intervenire subito, ma non ci sembra sia questa l’intenzione del centrodestra”. Lo dichiara Nando Bonessio, presidente dei Verdi del Lazio.
“Nonostante il decreto del 12 febbraio che nominava la Polverini Commissario straordinario per l’emergenza arsenico nel Lazio sia scaduto da un paio di settimane, non ci risulta che siano stati messi in campo gli interventi che era obbligata a fare come Commissario. Non ci risulta sia stata attivata, tranne in rari casi, la fornitura d’acqua potabile sicura ai cittadini siano stati comunicati alla popolazione i livelli d’arsenico e sia stato realizzato un piano di rientro nei valori ammessi che sono e rimangono quelli di 10 microgrammi. Non vorremo – conclude Bonessio – che la deroga fosse, viste queste premesse, l’ennesima occasione per galleggiare e non fare nulla. Noi Verdi saremo vigili e tempestivi per informare i cittadini circa l’andamento dei processi di rientro entro i limiti consentiti a tutti i livelli”.