Capo ufficio tecnico comunale in manette per gare di appalto truccate

23 marzo 2011 0 Di redazione

Questa mattina la Polizia di Stato del Commissariato di Sora ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti dell’architetto Luigi Gemmiti capo dell’Ufficio Tecnico del Comune di Isola Liri.
La vicenda risale a circa cinque anni fa quando un ristoratore di Isola Liri denunciò negli Uffici del Commissariato presunti brogli in merito alla gara di appalto per la concessione dei locali dell’ex mattatoio di Isola Liri.
Da questa vicenda sono iniziate attivissime indagine da parte degli investigatori del Commissariato di Sora che hanno consentito di riscontrare ulteriori violazioni commesse dallo stesso Funzionario in materia di appalti pubblici, concorsi pubblici per assunzione di personale e rilascio di autorizzazioni e concessioni.
Le indagini hanno permesso di appurare, infatti, che il pubblico Funzionario, abusando dei propri poteri, avrebbe attuato un vero e proprio sistema concussorio con la complicità di tecnici locali compiacenti inducendo i partecipanti alle varie gare di appalto a rivolgersi a tecnici dallo stesso indicati dietro pagamento di somme di denaro.
Corposo e complesso il materiale acquisito dalla Polizia di Stato negli uffici del Comune di Isola Liri che ha consentito, anche a seguito di specifica consulenza di tecnici , di avallare le ipotesi di reato sostenute dagli investigatori che vanno dalla concussione alla falsità ideologica, all’abuso d’ufficio ed al peculato.
L’operazione di oggi s’inserisce in una più complessa ed articolata attività investigativa su cui stanno ancora lavorando gli operatori della Polizia di Stato.