Cassino al voto, Petrarcone (Pd): “Sfida difficile ma non impossibile”

27 marzo 2011 0 Di redazione

“La sfida è difficile ma non impossibile”. Lo ha detto il candidato a sindaco l’avvocato Giuseppe Golini Petrarcone, concludendo ieri mattina al cinema Rapido un’affollata assemblea del movimento “Bene Comune” che si presenta alle prossime elezioni comunali di Cassino con l’obiettivo di riportare il centrosinistra alla guida della città. Da Petrarcone sono partiti gli appelli a Pd e Psi, assenti all’assemblea, a far parte del progetto iniziato insieme l’estate scorso. “Tutti uniti – ha aggiunto- il centrosinistra ha la possibilità di vincere e di far ripartire l’attività amministrativa ferma da troppo tempo per colpa degli ex amministratori di centrodestra più attenti a dividersi gli incarichi che non a risolvere le tante problematiche della città”. Fanno parte del progetto “Bene Comune” l’Italia dei valori (c’erano i segretari regionale Vincenzo Maruccio e provinciale Viviana Fuoco e il consigliere regionale Annamaria Tedeschi), la federazione dei comunisti, Sel di Vendola e i rappresentanti di nove comitati civici. La candidatura di Petrarcone è sostenuta da cinque liste. A queste dovrebbero aggiungersi quelle del Pd e del Psi. Nel suo intervento Petrarcone ha fatto chiaramente intendere di essere contrario all’ingresso di partiti provenienti dal centrodestra. Pd e Psi stanno per ora fuori da questo progetto perché stanno attendendo risposte dall’Udc che, però, dialoga anche con il gruppo di Palombo e di Abbruzzese. Petrarcone parlando del programma ha annunciato che al primo posto c’è il problema lavoro che dovrà essere creato con progetti che prevedono il riassorbimento da parte del Comune di servizi ora dati all’esterno come le riscossioni delle tasse (Gosaf) e le strisce blu e così via. Poi la sanità, l’informatizzazione del Comune, il risanamento del bilancio, la valorizzazione delle attività culturali ed associative e la tutela della legalità. Sono intervenuti poi i rappresentanti di partiti e associazioni. Tra questi Maruccio, Tedeschi, Santoro, Fonte, Velardocchia, Antoine Tortolano, Ficaccio, Miele, Capaldi, Pellecchia. Maruccio, in particolare, ha criticato l’Udc che alla regione sta con il centrodestra e in altre città cerca di allearsi con il centrosinistra. Nel pomeriggio la replica polemica del segretario provinciale del Pd Lucio Migliorelli alle dichiarazioni del Commissario Regionale dell’IdV, Vincenzo Maruccio. “La linea espressa dall’Italia dei Valori – ha detto Migliorelli – chiude a qualsiasi ipotesi di allargamento della coalizione del centro sinistra. I temi usati dall’IDV lasciano trasparire un atteggiamento isolazionista, mirato solo a coltivare un modesto orticello elettorale e non a lavorare per costruire una vera alternativa all’attuale governo del PDL. Prima di lanciare invettive vuote ed infondate, l’IDV dovrebbe riflettere sulla propria politica messa in atto nei comuni di Roccasecca, di Ferentino, di Alatri e presso l’Amministrazione Provinciale. È fonte di forte preoccupazione questa linea dell’IDV che continua ad isolarsi in tutta la Provincia. A Cassino il PD sta lavorando per creare una reale e credibile alternativa allo sfascio causato dalle amministrazioni del PDL. Chi pensa di presentarsi alle elezioni comunali senza il PD commette un grave errore.”