Clandestini, polizia e carabinieri passano al setaccio i “casermoni”

11 marzo 2011 0 Di redazione

Alle prime ore dell’alba il personale del Commissariato di Fiuggi, delle Volanti, dell’Ufficio Immigrazione e del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, unitamente al personale dell’Arma dei Carabinieri hanno controllato diversi fabbricati nel comune di Alatri, cosiddetti “casermoni” per l’aspetto fatiscente e le precarie condizioni di manutenzione.

Gli edifici controllati per un totale di 25 appartamenti erano tutti occupati da cittadini stranieri.

60 le persone identificate, tra cui decine di pregiudicati e 20 gli autoveicoli controllati. Diverse le perquisizioni eseguite per la ricerca di armi.

Alcuni immigrati erano costretti a vivere in locali angusti, ricavati nelle trombe delle scale utilizzando dei pannelli di cartongesso di dimensioni ridottissime e prive di riscaldamento e qualsiasi altra forma di areazione.

Sono in corso le indagini finalizzate ad accertare la regolarità dei contratti di locazione e l’avvenuta comunicazione di cessione di fabbricato così come previsto dalle leggi di Pubblica Sicurezza, nonché le eventuali situazioni di subaffitto da parte degli immigrati.

L’attività congiunta, tra Polizia ed Arma, di monitoraggio delle presenze straniere sul territorio di questa provincia mira ad avere una cognizione sempre attuale per garantire una efficace attività di prevenzione.