Immigrati, accordo tra Italia e Tunisia per limitare gli sbarchi

25 marzo 2011 0 Di redazione

“Incoraggiamo i rimpatri volontari con la garanzia che chi tornerà in Tunisia sarà aiutato ad avviare attività economiche tramite speciali linee di credito”. Lo ha detto il ministro Frattini che, insieme al collega dell’Interno Maroni, oggi si è recato in Tunisia per tentare di individuare una soluzione che chiuda il rubinetto che, il poco tempo, ha permesso di far arrivare sulle coste di Lampedusa, quasi 16 mila migranti. Per rilanciare la cooperazione tra i due Paesi sarebbero pronti linee di credito supplementari dall’Italia fino a 150 milioni di euro, in aggiunta a quelle già in corso pari a quasi a 100 milioni per il sostegno al bilancio dei pagamenti. Soldi destinati al rilancio delle piccole e medie imprese, la formazione professionale, la protezione dell’ambiente costiero, il sostengo alla pesca. A fronte di questo le autorità tunisine intensificheranno i controlli sulle coste per evitare partenze.