Immigrati tunisini, l’Italia spinge per il rimpatrio coatto

27 marzo 2011 0 Di redazione

Un fatto certo è che la tendenza del Governo Italiano è quella di voler rimpatriare i tunisini ma si discute sulle modalità. Secondo il ministro Frattini gli stranoieri dovrebbero essere incentivati economicamente a tornare a casa con una tantum di circa 1500 euro a straniero. Insorge la Lega che, invece, sostiene che gli stranieri vadano rimpatriati e basta, senza se e senza ma o, almeno, se devono essere incentivati, a farlo dovrà essere l’Europa e non l’Italia. Anche La Russa sostiene la necessità dei rimpatri dopo, però, aver scisso i profughi, e quindi quelli che necessitano di asilo politico, dai clandestini. Intanto a Lampedusa sono sbarcati nelle ultime ore oltre 1200 immigranti e altri barconi stanno per approdare e, in questo caso, si tratta di libici che fuggono dalla guerra. Una notizia che sgombra il campo dalle polemiche, anche se per poco: la nascita di una bimba da una madre etiope e dal padre eritreo, arrivati qualche giorno fa a Lampedusa. Le mamme dell’isola si sono adoperate per offrire alla picco e alla sua mamma tutto il necessario.
Er. Amedei