Ordigno esploso nel Polycenter, vandalismo o atto intimidatorio?

2 marzo 2011 0 Di redazione

Un ordigno rudimentale, forse una potente bomba carta, è stata fatta esplodere ieri sera, poco prima di mezzanotte, all’interno del Polycenter di Rocca San Giovanni, il centro commerciale ubicato a poche centinaia di metri dal casello autostradale di Lanciano.
L’esplosione davanti gli uffici del centro commerciale

Il portone danneggiato

Ignoti, approfittando che la struttura rimane aperta fino a tarda notte per via del cinema e della sala giochi, hanno potuto sistemare l’liberamente l’ordigno e innescarlo in un punto poco visibile, tra due attività commerciali, davanti ad un portone metallico che da accesso agli ascensori e agli uffici amministrativi del centro commerciale. La detonazione è stata violenta tanto da far crollare buona parte della controsoffittatura, da danneggiare il portone di ferro e creare trambusto all’interno dei due negozi di abbigliamento che, a quell’ora, erano ovviamente chiusi.
Pochi danni nei negozi vicini

L'interno del negozio

In uno dei due, la proprietaria, questa mattina ha trovato fulminati la metà dei faretti che illuminano il negozio , nell’atro, la direttrice ha trovato per terra buona parte della merce esposta lungo il muro interessato dall’esplosione. La stessa direttrice inoltre ha riferito di essersi stupita del fatto che l’antifurto, nonostante il forte spostamento d’aria, non ha funzionato. Inoltre apprendiamo che da una settimana circa, il servizio di vigilanza sembra essere stato sospeso.
Le indagini

Il controsoffitto crollato

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Lanciano e i carabinieri della compagnia di Ortona. Gli uomini del capitano Gianfilippo Manconi che indagano sul caso, sembrano intenzionati a non escludere nessuna pista, dal gesto isolato di qualche teppistello, fino all’ipotesi più preoccupante del gesto intimidatorio.
Er. Amedei