“Randagi d’autore”, con la Provincia di Milano l’arte incontra il mondo animale

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Prisca ha detto:

    Mi è piaciuta molto questa poesia sui randagi:
    ed è stata molto brava la signora che la decantata all’inuagurazione della mostra

    E’ MEGLIO SOGNARE

    Cane randagio
    non sai dove andare
    nessuno ti vuole.

    Sei come un vecchio
    che ha perso
    la strada.

    Si è rotto
    il guinzaglio…

    E come
    un vecchio
    vaghi solitario
    senza una meta…

    Tra un ricordo
    e l’altro…

    E continui
    a sognare.

    Perché la realtà
    è dolore…

    è meglio sognare
    che ricordare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *