“Randagi d’autore”, con la Provincia di Milano l’arte incontra il mondo animale

22 marzo 2011 1 Di admin

Si moltiplicano le iniziative della Provincia di Milano a favore del mondo animale.
Dopo l’incredibile esperienza della “Victor staffetta” 24 tappe in un giro d’Italia della solidarietà che con l’aiuto di soli volontari ha visto la raccolta di 25 tonnellate di cibo per i rifugi più poveri del sud Italia. La straordinaria partecipazione al “Carnevale di Venezia a Milano” con parte del ricavato di una serata di gala destinato in beneficienza.
Ora, grazie all’intesa attività organizzativa dell’Ufficio Diritti Animali gestito da Claudia Ciotti, con il patrocinio del Consiglio Provinciale, nella prestigiosa cornice di Palazzo Isimbardi si inaugura la mostra “Randagi d’autore”. L’appuntamento è previsto per sabato 26 marzo ore 11.30 nel cortile d’onore in corso Monforte 23.
Ce ne parla la stessa Claudia Ciotti: “Sarà la prima mostra dedicata al randagismo con la presenza di artisti affermati, senza nulla togliere agli altri vorrei citare Beatrice Fineschi che oltre alle personali in Italia e Miami,Tokyo, Nizza ed Amsterdam ha avuto riconoscimenti internazionali per il monumento alla Pace visibile sul lungomare di Marina di Pietrasanta. La Mostra, “ Randagi d’Autore” si realizza attraverso un percorso di immagini pittoriche e parole in poesia aventi per tema il randagismo come piaga sociale. La mostra è il coronamento di una intensa attività che  ci  ha visto  protagonisti insieme   a  “Pelosi Liberation Front” e “Chi li ama ci segua”  che hanno dimostrato una capacità di mobilitazione ed una sensibilità veramente unica e sento il dovere di ringraziarli pubblicamente.
Presenti all’inaugurazione anche il Presidente del Consiglio Provinciale Bruno Dapei ed il Capo gruppo del PDL Massimo Turci, quest’ultimo delegato al benessere animale ha dichiarato: “Riceviamo complimenti da tutta Italia per le attività del nostro Ufficio Animali, che riesce a coniugare iniziative benefiche con eventi culturali di grande richiamo, basti pensare al Carnevale di Venezia ed a questa mostra di pittura che, per il livello dei partecipanti, sarà una piacevole novità per la Milano che saprà apprezzare queste opere. Importante infine che tutte queste iniziative non pesino minimamente sul bilancio dell’Ente”.