Sparivano penne e lettori cd dalle classi, bidella beccata a rubarli

16 marzo 2011 0 Di redazione

Era da tempo che in una scuola media del territorio frentano sparivano
piccoli oggettini (penne, lettori musicali, etc) degli studenti mentre
questi ultimi si trovavano in palestra per le attività fisiche. I Carabinieri di Lanciano comandati dal papitano Geremia Lugibello e coordinati dal tenete Palma Lavecchia, hanno iniziato a sorvegliare discretamente l’istituto ed in particolare le aule lasciate vuote dagli studenti che erano impegnati nelle attività sportive. Così è stata beccata una bidella che da uno zaino aveva portato via un piccolo apparecchio musicale di proprietà di uno ragazzo. Colta in flagrante, giù un pianto che ha indotto i militari a farla visitare da un sanitario dell’ospedale, scoprendo che la stessa è affetta da una forma di cleptomania che la costringe ad impossessarsi di qualsiasi cosa trovi, e successivamente rimanere vittima anche del rimorso per il gesto compiuto. Un caso umano che sarà rappresentato anche alla Procura della Repubblica di Lanciano che procederà alle valutazioni di competenza, tenendo conto anche dell’aspetto sanitario. La donna è stata allontanata precauzionalmente dal luogo di lavoro sia per consentirle di sottoporsi a sedute di terapia che evitare ricadute che possano peggiorare la sua posizione.