Giorno: 2 aprile 2011

2 aprile 2011 0

Venere ed Ercole, i Dei cari ai Cassinati dell’800 avanti Cristo. La Sovrintendenza lavora su due Santuari

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Lazio e Sabina” la storia di un territorio raccontato in una sorta di resoconto dei lavori effettuati dalla Sovrintendenza Archeologica per il Lazio, si è svolto il 31 marzo a Roma. Particolare interesse hanno suscitato le situazioni del Cassinate e dei rinvenimenti di due santuari. A Villa Santa Lucia, Alessandro Betori funzionario della Sovrintendenza con i collaboratori archeologi Dante Sacco ed Manuela Tondo hanno potuto stabilire che il santuario di Venere, già noto dalle epigrafiche conservate a Montecassino, si trovava nella località Ponte a Cavallo.

La particolarità dell’area sacra romana, così come riferito dagli archeologi nel corso dell’incontro studi di ieri, sta nel fatto che già 800 anni prima di Cristo, nell’età del ferro, a villa Santa Lucia si adorava Mefite, divinità italica il cui centro importante era Canneto a Settefrati. Forse una casualità o forse no, sta di fatto che quando ad agosto, i pellegrini di Pontecorvo e Piedimonte partono a Piedi per Raggiungere Canneto, fanno sosta proprio a Ponte a Cavallo nei pressi del Santuario rinvenuto. Tra i materiali trovati, di particolare interesse è un coltello per sacrifici rituali, una lastra di decorazione del tempio e una fontana per i bagni sacri. A San Vittore del Lazio, invece, gli archeologi Dante Sacco e Manuela Tondo, con la direzione del Emanuele Nicosia funzionario delle Sovrintendenza, hanno individuato, in località Mura Abbandonate, una fossa votiva che ha restituito 80 vasi, una statuetta di terracotta rappresentante un fanciullo, una spada piegata come ex volto (era usanza quando i combattenti tornavano dalle guerre sani e salvi, piegare le spade e lasciarla nei santuari) e 25 lingotti in bronzo (aes rude – una forma premonetaria del centro Italia), due anelli in bronzo e una fibula, tutto ciò rimanda ad un probabile culto di Ercole, divinità adorata soprattutto d pastori e guerrieri, caratteristica del territorio sanvittorese fino ad epoca romana. Entrambi gli scavi sono stati finanziati da privati; a Villa Santa Lucia il sovvenzionatore è stata la cartiera Reno de Medici e a San Vittore del Lazio la famiglia Decina. Ermanno Amedei

2 aprile 2011 0

Si ferisce con la motozzappa e rischia di perdere una gamba

Di redazione

Sta rischiando di perdere la gamba un uomo di Ceprano che oggi pomeriggio stava lavorando un campo con una motozappa. L’incidente si è verificato quando l’agente di polizia, ovviamente fuori dal servizio, ha perso il controlli del mezzo che lo ha colpito ad una gamba. La ferita è sembrata subito gravissima e, per questo, dopo l’intervento degli operatori del 118, è stato deciso il suo trasferimento presso un ospedale della Capitale. Le condizioni dell’uomo sono gravi e tali da far temere per il recupero dell’arto.

2 aprile 2011 0

Inseguono il ministro Rotondi sull’Autostrada, Fermati due uomini con precedenti per mafia

Di redazione

Hanno inseguito in maniera decisamente sospetta per un lungo tratto di autostrada il ministro Gianfranco Rotondi fino a quando ilo loro potente Suv non è stato fermato dalla polizia stradale nei pressi di Cassino. Si tratta di due uomini con precedenti per associazione mafiosa la cui auto, è stata notata dalla scorta del ministro, fin da Roma. Rotondi era diretto a Bisaccia per una commemorazione. Nel tratto ciociaro la scorta ha accelerato e, di conseguenza, anche il Suv. Nei pressi di Cassino, però, gli uomini della Polstrada agli ordini del dirigente Bruno agnifili e coordinati dal sostituto commissario Italo Acciaioli, hanno bloccato il mezzo portanto in caserma i due uomini. Agli accertamenti sono risultati con precedenti per mafia e il guidatore aveva anche il documento di guida scaduto. Il ministro, però, ha continuato il suo percorso rispettando il programma. Er. Amedei

2 aprile 2011 0

Da Bagnasco l’appello all’Ue per aiutare l’Italia con il problema migranti

Di admin

Il presidente della Cei, il cardinale Angelo Bagnasco, commentando l’emergenza umanitaria dei migranti proveniente dai paesi africani ha affermato che il problema è dell’Europa, non soltanto quindi dell’Italia. I vescovi sono al lavoro per richiamare alla responsabilità i paesi europei. I lampedusani sono “ammirevoli” e occorre evitare lo sfruttamento dei migranti da parte della criminalità. Tutta l’Europa deve collaborare all’accoglienza.

2 aprile 2011 0

“Generazione NET o NEET Generation”, convegno all’Itc di Cassino

Di redazione

Grande attesa, all’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “Medaglia d’Oro Città di Cassino”, per un importante Convegno dal tema: NET o NEET Generation. Giovani sospesi tra sogni e rinuncia al futuro. Quale scuola? Il relatore d’eccezione sarà l’Abate e Ordinario di Montecassino Dom Pietro Vittorelli. Alla conferenza stampa che si è svolta stamane presso l’ITCG “Medaglia d’Oro Città di Cassino”, hanno partecipato il Preside Prof. Erasmo Di Mambro, il Responsabile del Progetto Culturale Diocesano Prof. Don Aniello Crescenzila Prof.ssa Adriana Letta in qualità di Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi di Montecassino, la Prof.ssa Patrizia Taccone quale Regferente del Progetto Alternanza Scuola Lavoro dell’ITCG e un folto pubblico di studenti e docenti dell’ITCG. Il Dirigente Scolastico Prof. Erasmo Di Mambro, nel suo intervento introduttivo ha manifestato la propria sensibilità al problema educativo, in cui per tentare di ricostruire una società più giusta e solidale, ha così invitato il Padre Abate Dom Pietro Vittorelli a tenere una lectio brevis agli alunni, ai genitori, ai docenti e a tutto il personale scolastico dell’ITCG “Medaglia d’Oro città di Cassino”, dal tema: Generazione NET o NEET GenerationGiovani sospesi tra sogni e rinuncia al futuro. Quale scuola? Infatti, nella società odierna i dati statistici evidenziano da un lato l’aumento della “NET Generazione”, i giovani sotto i 30 anni che vivono nell’era digitale, dall’altro lato abbiamo la “NEET Generation”, (Not in Education, Employment or Training), ovvero coloro che non studiano, non lavorano, non vogliono imparare un lavoro e che, quindi, hanno rinunciato a sognare un futuro, a progettarsi un avvenire. Dinanzi a questo duplice e paradossale fenomeno della generazione contemporanea, è doveroso interrogarsi per intervenire, specialmente nella Scuola, a ravvivare negli Educatori dell’era globale, il desiderio e la forza di andare avanti per “formare” la società del futuro. Il Convegno Generazione NET o NEET GenerationGiovani sospesi tra sogni e rinuncia al futuro. Quale scuola? Si svolgerà giovedì 7 aprile 2011, alle ore 11.00, nell’Auditorium dell’ dell’ITCG “Medaglia d’Oro al V. M. Città di Cassino”. Insieme a S.E. Dom Pietro Vttorelli, relatore d’eccezione, interverranno il Dirigente Scolastico Prof. Erasmo Di Mambro, il Responsabile del Progetto Culturale della Chiesa Italiana per la Diocesi di Montecassino, il Prof. don Aniello Crescenzi, il Cappellano dell’Università don Benedetto Minchella e il Prof. Fabio Miele. Dopo la lectio del Padre Abate, è previsto un breve dibattito con gli alunni e i docenti. La giornata terminerà con la cerimonia di consegna degli attestati agli alunni che hanno partecipato al Progetto Alternanza Suola – Lavoro lo scorso anno.

2 aprile 2011 0

Coldiretti Latina commenta l’aumento delle tariffe in agricoltura

Di admin

L’aumento delle tariffe energetiche è gravoso per le famiglie e per le imprese con un incremento preoccupante dei costi di produzione che in agricoltura fanno segnare, nel corso dei primi mesi del 2011, un aumento medio dell’4,9 per cento con punte del 19,3 per cento per i mangimi e del 6,5 per cento per i carburanti agricoli. Così Saverio Viola, direttore provinciale di Coldiretti Latina che aggiunge:il riferimento che più fa riflettere è quello del rincaro del 2 per centro per il gas e del 3,9 per cento per la bolletta della luce comunicato dall’Autorità per l’energia, sulla base dei dati Ismea relativi a febbraio 2011. L’aumento record delle bollette energetiche colpisce – precisa il direttore della Coldiretti – sopratutto le attività agricole che necessitano del riscaldamento delle serre (fiori, ortaggi e funghi), di locali come le stalle, ma anche per l’essiccazione dei foraggi destinati all’alimentazione degli animali, oltre a quelle che utilizzano il carburante per il movimento delle macchine come i trattori. Solo per effetto dell’aumento record del prezzo del gasolio destinato all’attività agricola si stima per il settore un aggravio di costi stimabile in diversi milioni di euro su base annua. Occorre porre in essere così come Coldiretti in Italia, nel Lazio e nella provincia pontina, sta facendo, serie azioni per mettere in condizione gli imprenditori agricoli di continuare a lavorare e garantire prodotti sani e di certa provenienza anche mediante il proprio progetto per una filiera agricola tutta locale”.

2 aprile 2011 0

Colf e badanti, più semplice pagare i contributi Inps

Di redazione

Da oggi è più semplice versare i contributi previdenziali per le colf. I datori di lavoro da questo mese possono utilizzare una più vasta gamma di canali e strumenti di pagamento rispetto al passato. Con il bollettino Mav, inviato in questi giorni a domicilio, sarà possibile pagare presso gli uffici postali e gli sportelli bancari, attraverso il circuito Reti Amiche si potrà pagare presso le tabaccherie, gli uffici postali abilitati e gli sportelli bancari di Unicredit. Il pagamento potrà essere effettuato anche attraverso POS virtuale, collegandosi al sito web dell’Inps (www.inps.it) o telefonando al numero verde (803.164). In caso di variazioni che incidano sull’importo da pagare nel trimestre, il datore di lavoro potrà utilizzare il sito web dell’Istituto per generare direttamente un nuovo Mav, o telefonare al numero verde per farsene recapitare uno aggiornato, oppure rivolgersi al network Reti Amiche dove provvedere direttamente al pagamento secondo le variazioni necessarie. Infine, per comunicare la cessazione di un rapporto di lavoro o una nuova assunzione, sarà sufficiente una telefonata al numero verde (803.164) o una segnalazione sul sito (www.inps.it), al quale accedere tramite PIN.

2 aprile 2011 0

Regione Lazio, la Polverini autorizza i “parti a domicilio”

Di redazione

“Un anno fa la Casa del Parto Acqualuce di Ostia era solo un progetto sperimentale. Oggi è una realtà, una parte integrante del sistema sanitario regionale”. E’ quanto dichiara il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, che in qualità di commissario ad acta per la sanità del Lazio ha approvato il provvedimento che definisce i protocolli e i requisiti autorizzativi per il parto domiciliare o presso case di maternità. Il dispositivo non solo trasforma il progetto sperimentale Casa del Parto Acqualuce di Ostia in una struttura permanente ed integrante del punto nascita dell’ospedale Grassi, ma consente anche ad altre strutture, Asl o aziende ospedaliere del Lazio che ne vorranno seguire l’esempio, di attivare strutture come Acqualuce, ampliando la possibilità di effettuare il parto de-medicalizzato. Il provvedimento inoltre prevede anche la possibilità per le future mamme con gravidanze a basso rischio di partorire, se lo vorranno, anche presso il proprio domicilio o in strutture dove sono le ostetriche ad assisterle fino alla nascita del bambino. “Per la prima volta nel Lazio – aggiunge Polverini – si interviene in modo serio sul parto de-medicalizzato che restituisce naturalezza ed umanità al momento più importante della vita di una donna. Come promesso, questa Giunta promuove e sostiene concretamente il parto naturale. Con questo provvedimento si sana un vuoto normativo: prima d’ora infatti nessun governo regionale aveva mai garantito il funzionamento di strutture dove è possibile affrontare l’evento parto con un approccio psicologico meno traumatico, evitando le routine tipiche del ricovero in degenza ma senza rinunciare agli standard qualitativi e di sicurezza”.

2 aprile 2011 0

Cassino al Voto, la candidata a sindaco Iris Volante incontra i comitati

Di redazione

La candidata a sindaco Iris Voltante ha incontrato l’ avv. Giuseppe Martini, in rappresentanza delle associazioni Comitato anti-TARSU, Comitato Mercato Coperto e Gruppo Attivo Cassino . “Si è trattato di un colloquio costruttivo” – ha riferito al termine la candidata. “’L’incontro è stata un’occasione per confrontarci e discutere del programma, analizzando le priorità di cui la Città necessita” – ha sottolineato ancora Iris Volante. “Nel corso dell’incontro – dice la candidata a sindaco – l’avv. Martini ha deciso di condividere il progetto amministrativo chiedendo l’introduzione nel programma di alcuni punti importanti”. Gli argomenti accolti e condivisi da Iris Voltante sono, in particolare, tre. Essi riguardano: il Mercato Coperto, il Parco Naturale di Montecassino e la campagna anti TARSU. In merito al primo punto, l’avv. Martini ha ottenuto l’impegno di riformulare gli accordi con l’impresa che ha acquisito l’immobile per farle realizzare, nel complesso, un’area adeguata e modernamente attrezzata, da destinare a mercato ed a esclusivo servizio dei cittadini, dei commercianti e dei turisti. Per il Monumento Naturale di Montecassino, ha chiesto un intervento della futura Amministrazione comunale teso alla valorizzazione dell’Area naturale con il diretto coinvolgimento del Comune di Cassino nella sua gestione ed organizzazione. L’ultimo punto riguarda l’azione svolta in questi anni a favore della cittadinanza dal Comitato anti-TARSU e considerata positivamente dalla candidata a sindaco che si è altresì impegnata ad organizzare in Città la raccolta differenziata. “Dopo aver approvato i vari punti, abbiamo deciso di includerli nel programma elettorale ” – ha concluso Iris Volante.

2 aprile 2011 0

Colosseo, Foschi: “Alemanno sola Roma e i Romani”

Di admin

Dall’Ufficio stampa PD al Consiglio regionale del Lazio riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione del consigliere Pd Enzo Foschi: “O Della Valle ha solato Alemanno oppure, come credo, è Alemanno che sola Roma e i romani. Ieri sera Croppi, ex assessore alla Cultura del Campidoglio, ha detto chiaramente alla trasmissione Metropolis su RomaUno che i 25 milioni di euro per il restauro del Colosseo non ci sono. C’è l’impegno di Della Valle a cercare finanziatori e a gestire il marchio del restauro del Colosseo. Sarebbe il caso di conoscere meglio questo misterioso testo della convenzione tra Della Valle e Alemanno visto anche che lo stesso Croppi non si spiega perché il bando pubblico emesso dal Ministero dei Beni Culturali per raccogliere finanziatori privati e’ andato deserto. Mi auguro che questi 25 milioni si trovino in tempi rapidi. Non vorrei che questo accordo privato tra le parti fosse solo uno dei soliti spot “sola”.