Giorno: 7 aprile 2011

7 aprile 2011 0

Coppia di Cervaro arrestata in Romania, fermo di polizia prorogato per altri 30 giorni

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Garnero Sandra Candelaria 45 anni e il marito Giovanni Sparagna 57 anni i coniugi di Cervaro arrestati in Romania per aver tentato di adottare illegalmente un bambino, dovranno rimanere per altri 30 giorni nello stato di fermo di polizia. Venti giorni fa i due sono finiti in manette a Dacau dopo la nascita del figlio della loro governante, una giovane rumena che si era ricoverata mostrando il documento della donna 45enne italiana a cui era stata sostituita la foto. Un medico si è accorto dell’inganno e ha fatto scattare l’indagine che, in poche ore, ha portato all’arresto della coppia che tentava di rimpatriare con il bambino. Ieri mattina la magistratura rumena che indaga per stabilire se esiste una rete organizzata per traffici di bambini, ha deciso di prolungare il fermo di polizia per altri 30 giorni. Già la scorsa settimana i due si erano rivolti al consolato per denunciare una situazione di scarso igiene. Er. Amedei

7 aprile 2011 0

Sora, La Rocca: “L’iniziativa dei commercianti è una vera prova di democrazia”

Di admin

“Un incontro proficuo e davvero interessante”. Il candidato Alberto La Rocca giudica così l’incontro organizzato dai commercianti della città di Sora con tutti i candidati a sindaco. “I commercianti – sottolinea La Rocca – hanno dimostrato una alta sensibilità verso le problematiche che affliggono la città. Con l’incontro promosso l’altra sera, hanno ribadito di voler dare voce alle loro aspettative, alle loro esigenze attraverso una lista con cui la categoria concorrerà alle prossime amministrative. Un’idea apprezzabile che dà valore ai progetti che in futuro intendono portare avanti. La categoria dei commercianti – continua La Rocca – ha dato prova di alto senso civico e democrazia. Sono sicuro che il loro contributo sarà determinante per la crescita della città. L’iniziativa dei commercianti – aggiunge – rappresenta nel panorama politico cittadino una vera e propria rivoluzione. Il dibattito che si è sviluppato al loro interno, inerente la scelta del candidato sindaco da appoggiare, rappresenta una sorta di consultazioni primarie, svolte in totale democrazia ed autonomia. E’ questo un segnale di crescita, di maturità e di cambiamento. Sono sicuro – conclude La Rocca – che la strada giusta sia stata individuata: i cittadini tornano al centro della proposta e della progettualità secondo esigenze e tematiche specifiche”.

7 aprile 2011 0

Nucleare, Bonelli (Verdi): “Ingv conferma le nostre denunce: si vuole costruire centrale nucleare a Montalto di Castro e deposito di scorie a Borgo Sabotino. Li fermeremo col referendum”

Di admin

Dall’ufficio stampa Verdi Lazio riceviamo e pubblichiamo: “Quello che dice l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia oggi conferma quanto diciamo da tempo: il Lazio è una regione strategica per il nucleare. Nonostrante la truffaldina pausa di riflessione, quello che il governo vuole realizzare è la centrale nucleare a Montalto di Castro, e il deposito di scorie a Borgo Sabotino”. Lo dichiara Angelo Bonelli, capogruppo regionale e presidente nazionale dei Verdi”. “Nonostante il centrodestra stia cercando di insabbiare il tema, metteremo in campo una grande mobilitazione per vincere questa storica battaglia di civiltà, il 12 e 13 giugno con il referendum”.

7 aprile 2011 0

Controlli alcoltest positivo per conducente di un pullman, la gita parte in ritardo

Di redazione

Tutto pronto per la gita ad Ischia, ma il blitz dei carabinieri ha fatto slittare la partenza di circa una mezz’ora. I ragazzi dell’istituto Alberghiero di Cassino erano pronti a partire ma i militari hanno proceduto ad un controllo dei documenti di viaggio ma soprattutto alle condizioni fisiche dell’autista. Per i conducenti di camion e pullman la legge prevede che il tasso alcolemico nel sangue debba essere prossimo allo zero, ma per quello alla guida del pullman dipendente di una ditta di Pigntaro Interamna, quel tasso era di poco inferiore allo 0,5, nella norma per le auto, quindi, ma non per un mezzo di quel tipo, per cui l’autista è stato multato e, ala suo posto è stato chiamato un collega.

7 aprile 2011 0

Duecento clandestini tunisini sostano a Frosinone

Di redazione

Nessun problema di ordine pubblico al passaggio dei 200 ospiti Un’organizzazione perfetta e grande ospitalità al passaggio dei duecento clandestini che per due ore e mezzo, nella serata di martedì 5 aprile, hanno sostato nel perimetro del Palazzo dello sport di Frosinone. Provenienti dal porto di Civitavecchia e diretti verso il Molise, dove ad accoglierli è stato allestito un centro di accoglienza a Campobasso i migranti hanno potuto usufruire di un’attrezzata “area di servizio” appositamente allestita per fornire adeguata assistenza. Nella struttura gli ospiti hanno consumato il pasto, ricevuto assistenza sanitaria ed igienica. L’emergenza è stata affrontata con estrema professionalità da tutto il personale impiegato che adeguatamente coordinato ha svolto le procedure necessarie ad accogliere i 200 stranieri tutti di sesso maschile, con età compresa tra i venti e i trent’anni. La macchina organizzativa, è stata coordinata direttamente dal Questore di Frosinone Dr. Giuseppe De Matteis con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale, della Protezione Civile, del comando Polizia Locale ed il servizio 118 dell’ASL di Frosinone ed è risultata perfettamente efficiente nonostante il breve preavviso ricevuto per la gestione dell’emergenza. Frosinone è stata una delle prime province ad essere interessata da un transito così massiccio di migranti; dato il perdurare dell’emergenza non si esclude che ciò possa verificarsi nuovamente ma, visto il successo del primo esperimento, la provincia può ritenersi pronta per eventuali nuove analoghe esigenze.

7 aprile 2011 0

Aggredisce a pugni e calci un tabaccaio per un pacchetto di sigarette

Di admin

E’ quanto è accaduto ieri mattina intorno alle ore otto. Gli agenti del Reparto Volanti della Questura di Frosinone intervengono, a seguito di una segnalazione sul numero di pronto intervento 113, in una via della zona scalo di Frosinone. A dare l’allarme è il titolare di una tabaccheria aggredito e malmenato per essersi rifiutato di cedere gratuitamente ad un quarantenne un pacchetto di sigarette.

L’aggressore, che abita nelle adiacenze dell’attività commerciale, al rifiuto opposto dall’esercente reagisce con violenza ed inizia a malmenare lo sventurato negoziante con calci e pugni.

Le urla emesse dai due durante la colluttazione hanno attirato l’attenzione della madre dell’aggressore che, inveendo contro la vittima accusandola d’aver causato la lite riusciva comunque ad allontanare il figlio violento. Tale atteggiamento induceva quest’ultimo a rientrare nel locale e a colpire nuovamente il negoziante con un bastone.

Il malcapitato soccorso dagli agenti del Reparto Volanti riportava numerose ferite al volto ed in varie parti del corpo. Ricorso alle cure sanitarie lo stesso veniva giudicato guaribile in 20 giorni.

L’aggressore, con la complicità della madre si nascondeva all’interno della propria abitazione e attraverso un’uscita secondaria fuggiva nelle campagne circostanti perdendo il portafoglio. Una breve fuga terminata poco dopo.

Portato in Questura dai poliziotti dovrà rispondere alla Giustizia del reato di lesioni personali aggravate.

7 aprile 2011 0

Frantoio del primo secolo a.C. “emerge” dalla terra a Villa santa Lucia

Di redazione

Un frantoio risalente al primo secolo Avanti Cristo è l’ennesima sensazionale scoperta archeologica effettuata nel cassinate. I resti del frantorio, quello che un tempo, proprio come tanti altri oggi, produceva olio dalla spremitura delle olive, sono emersi a circa 80 centimetri di profondità nel corso dei lavori per l’ampliamento di Via Madonna della Neve a Villa Santa Lucia. L’amministrazione comunale, ben sapendo che la zona è ricca di storia, e ben attenta ad evitare che possibili resti archeologici potessero essere irrimediabilmente danneggiati, aveva chiesto alla Sovrintendenza ai Beni Archeologici di effettuare un monitoraggio sull’area durante il quale sono stati individuati i primi indizi dell’insediamento romanico. In questi giorni i tecnici diretti dal funzionario della Sovrintendenza Alessandro Betori, hanno riportato alla luce buona parte di quello che resta del frantoio. Gli esperti archeologi sanno vedere cose che altri ignorano e due basi in pietra sono state indicate come i punti in cui poggiava il “torcular” il macchinario che con una o due ruote che ruotavano intorno ad un palo spinte da bestie da soma o da uomini, spremeva le olive in cui succo finiva all’interno di una grossa anfora interrata, di cui è rimasto ben visibile il collo. Finita la spremitura, la “cisterna” veniva riempita d’acqua e poco dopo l’olio risalito in superficie veniva recuperato. Un posto strategico per il frantoio per la vicinanza dell’antichissima via Francigena. Ermanno Amedei

7 aprile 2011 0

Si distrae e si schianta con l’Audi Cabrio

Di redazione

Si schianta per distrazione e ferisce padre e figlio. E’ accaduto questa mattina in via Garigliano a Cassino, dove una donna, alla guida di una fiammante Audi Cabrio, ha impattato contro una Lancia Detra ferma sul ciglio della strada in attesa di parcheggiare. Un impatto violento che ha causato il ferimento dell’uomo alla guida della Lancia e del figlio entrambi trasportati in ospedale. Seriamente danneggiata la Detra ed anche la Fiat Panda, questa parcheggiata, colpita a sua volta dalla Detra. Alla fine la donna alla guida dell’Audi, ai vigili urbani che hanno effettuato i rilievi del sinistro, ha ammesso di essersi distratta. Amedei Er.

7 aprile 2011 0

Mobilità nella sanità, bando per 40 infermieri della provincia di Chieti

Di redazione

Potranno tornare o riavvicinarsi “a casa” 40 infermieri che lavorano in altre regioni o in altre aziende sanitarie abruzzesi. La Asl Lanciano Vasto Chieti, infatti, ha indetto un avviso di mobilità esterna regionale e interregionale per collaboratori sanitari che risultino in servizio con contratto di lavoro a tempo indeterminato (cat. D , livello economico D) e che abbiano superato il periodo di prova. Sono questi, dunque, i requisiti essenziali per partecipare al bando, i cui termini scadranno il prossimo 5 maggio: entro quella data le domande dovranno essere inviate alla Direzione Aziendale, esclusivamente a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. La selezione sarà effettuata per titoli e colloquio, che saranno valutati rispettivamente 60 e 40 punti. I moduli di domanda e tutte le informazioni sulle modalità di presentazione della domanda e sui criteri di attribuzione dei punteggi sono disponibili sul sito internet della Asl all’indirizzo www.asl2abruzzo.it.

7 aprile 2011 0

Cassino al voto, è già guerra per gli spazi elettorali

Di redazione

Entra nel vivo la campagna elettorale a Cassino per il rinnovo del consiglio comunale con i primi velenosi scontri fra i candidati a sindaco che dall’altro ieri sono diventati sei per la discesa in campo di un’altra donna, Barbara Di Rollo con il cartello di centrodestra “Responsabilità e impegno” che fa capo al consigliere regionale Annalisa D’Aguanno e vicina all’europarlamentare molisano Aldo Patriciello. Ieri quattro candidati a sindaco Iris Volante, Giuseppe Golini Petrarcone, Gianni Valente e Maurizio Russo hanno accusato in una conferenza stampa Carmelo Palombo della casa delle liste civiche che fa riferimento a Mario Abbruzzese di aver occupato con i propri manifesti tutti gli spazi commerciali messi a disposizione dal Comune. Spazi, s’intende, a pagamento. Gli spazi elettorali saranno a disposizione dal 16 aprile in poi. “Chiediamo l’intervento – hanno detto – del Commissario straordinario del Comune per far rispettare la legalità. E’ inconcepibile che un solo candidato possa occupare, anche se a pagamento, tutti gli spazi non lasciando nulla agli altri candidati. Questa si chiama arroganza e mancanza di rispetto per gli altri. Non può valere la legge del più forte.” Manifesti con foto, di ogni grandezza, di Palombo tappezzano muri, pali, ponti, case, vecchio ospedale e poi pannelli 6 per 3 dappertutto. Una macchina organizzativa di grande dimensione messa in campo da Palombo ma contestata dagli avversari. “Noi siamo stati stretti in un angolo – ha aggiunto Iris Volante – e così siamo nell’impossibilità di utilizzare gli spazi comunali. Dovremmo metterli in spazi non autorizzati passando così nell’illegalità, cosa che non vogliamo fare. Serve un regolamento che tutti dovrebbero rispettare”. Per i contestatori questi manifesti dovrebbero essere rimossi ma non è possibile perché sono stati pagati e il Comune ha incassato i soldi. Pronta la risposta di Palombo: “Candidati sindaci si sono riuniti lamentando la saturazione degli spazi di pubblicità elettorale in città da parte della comunicazione avviata dal progetto “Palombo sindaco”. Un “progetto” in cammino da diversi mesi, per cui da tempo ha programmato il suo percorso elettorale, compresa la campagna di comunicazione impostata nell’assoluto rispetto delle regole. Non è stato infatti acquisito illegalmente alcuno spazio e quelli che sono in utilizzo sono stati regolarmente richiesti all’Amministrazione Comunale e regolarmente autorizzati. Non può essere certo una colpa aver avviato da mesi, e non da poche ore, un progetto serio e approfondito in vista della campagna elettorale. Riteniamo di essere nella piena legalità e si respinge con serenità e convinzione ogni accusa.” Intanto il Pdl andrà diviso in due tronconi alle elezioni, da un lato Palombo e dall’altro Barbara Di Rollo, due candidati sostenuti da due consiglieri regionali del Pdl ma contro, la D’Aguanno contro Abbruzzese ma che potrebbero ricongiungersi in caso di ballottaggio. Contro questa corazzata del Pdl, e si è già visto con i manifesti, dovranno lottare Iris Volante (Udc, Pd e Psi), Giuseppe Golini Petrarcone (Bene Comune), Gianni Valente (Forza del Sud) e Maurizio Russo. (Questi ultimi due di centrodestra). Si registra anche una presa di posizione del presidente Iannarilli il quale avrebbe minacciato di ritirare la delega agli assessori Marrocco e Terzigni, che fanno riferimento a Mario Abbruzzese, in caso di mancata candidatura di Massimiliano Mignanelli, ex presidente del consiglio comunale, ed attuale direttore dell’agenzia Formazione di Frosinone. Domenico Tortolano