Cup bloccato, risolto in un’ora il guasto tecnico

18 aprile 2011 0 Di admin

Una disfunzione imprevedibile a carico del software, individuato e corretto in meno di un’ora: è questa la causa che questa mattina ha bloccato il lavoro degli sportelli Cup della Asl Lanciano Vasto Chieti, e che ha impedito agli operatori di effettuare prenotazioni e operazioni di cassa. Il problema è stato però risolto in pochissimo tempo, tanto da permettere la ripresa dell’attività bruscamente interrotta, limitando i disagi per gli utenti in attesa.

Di natura diversa, invece, il rallentamento dell’attività che si era verificato giovedì scorso, quando il passaggio dal vecchio al nuovo server, con relativo trasferimento dei dati, aveva reso difficili le operazioni di sportello a causa di una pérfomance tecnologica al di sotto delle attese. Ad ogni modo il passaggio alla nuova tecnologia ha comportato tempi complessivamente più lunghi nell’evasione delle richieste degli utenti, perché è la quantità di dati contenuti nel sistema a renderlo più complesso e quindi meno veloce del precedente; si tratta, quindi, di una modalità operativa differente da quelle usata in passato, ma non per questo inefficiente. I numeri, d’altra parte, parlano chiaro, e documentano la mole dell’attività svolta dagli sportelli: alle pre 15,40 di questo pomeriggio i Cup aziendali avevano totalizzato 3.100 operazioni, un dato che, al netto della breve interruzione di questa mattina, è in linea con la media degli altri lunedì, dove a fine giornata vengono effettuate in media 3.500 operazioni.

«Proprio in considerazione dei tempi più lunghi richiesti dalla complessità del nuovo sistema stiamo lavorando per ammodernare e ampliare la rete – sottolinea il Direttore Generale Francesco Zavattaro – e per agevolare l’utenza attraverso l’attivazione di nuovi canali di prenotazione. Le due postazioni Cup del Distretto di Francavilla stanno già dando ottimi risultati, così come è in aumento il numero delle operazioni effettuate presso le 8 farmacie già collegate con il nostro sistema, un numero destinato sicuramente a crescere nei prossimi mesi. Complessivamente stiamo lavorando per migliorare l’intera attività dei nostri centri di prenotazione, i primi in Abruzzo a lavorare secondo la nuova normativa regionale che consente di effettuare le prenotazioni secondo classi di priorità, la modalità che assicura tempi di erogazione delle prestazioni diversi in base alla gravità dei casi».

Ma proprio per tutelare il più possibile gli utenti e ridurre i disagi derivanti da eventuali nuovi problemi a carico della rete informatica o del sistema operativo, la Asl sta predisponendo un codice di comportamento a cui gli addetti agli sportelli dovranno attenersi, e che permetta di dare una risposta ai cittadini anche in caso di black out tecnico.