Lanciano al Voto, inaugurata la sede del Comitato Elettorale per Ermando Bozza Sindaco

11 aprile 2011 0 Di redazione

Si è svolta ieri mattina presso la Galleria il Diamante, in Corso Trento e Trieste, l’inaugurazione della sede del Comitato elettorale per Ermando Bozza Sindaco, candidato per la coalizione di Centro Destra alle prossime elezioni comunali del 15 e 16 maggio 2011. “Un’altra conferma – ha detto Bozza – che Lanciano risponde in modo forte e partecipato a questa ennesima avventura, un’avventura che vivremo tutti insieme con spirito di amicizia, di lealtà e con la convinzione che al contrario di quello che qualcuno vuole farvi credere, la politica, può ancora dare tanto alla nostra popolazione, alla nostra Comunità”. “ Mi auguro che questa campagna elettorale, come ha detto anche ieri S.E. Mons. Emidio Cipollone, nuovo Arcivescovo di Lanciano Ortona, in visita in Municipio, sia caratterizzata certamente dal confronto sulle idee, ma nel rispetto reciproco tra le parti, le quali non dovranno mai perdere di vista la dignità della persona umana”. “ In questo momento – continua Bozza – i cittadini hanno bisogno di stabilità, di proposte concrete, di una politica che risulti sempre più vicina ai loro bisogni, le “bassezze” dimostrerebbero soltanto che dall’altra parte (competitors elettorali n.d.r.) ci sono persone che possiedono un “pensiero debole” e questo i nostri concittadini, che sono intelligenti ed attenti osservatori, lo capirebbero immediatamente”. Tornando alla manifestazione di questa mattina, Bozza ha ancora dichiarato: “Questa sede, sul Corso, sarà un luogo, che da qui in avanti, dovrà essere il motore delle nostre attività, punto di riferimento anche per quanti vorranno conoscerci meglio e prendere parte a quello che sarà un percorso difficile ma ricco di soddisfazioni concrete”. “Una sede, la nostra, che vuole dare un segnale forte, perché anche da qui, partirà il nostro percorso di sviluppo, uno sviluppo, e lo voglio sottolineare con forza, che riguarderà l’intera Città, senza zone di serie A o di serie B”. Bozza ha poi ricordato: “ la riqualificazione del Corso Trento e Trieste, di Piazza D’Amico, sono punti fondamentali del nostro programma di governo che vi presenteremo nei prossimi giorni e che una volta realizzate consentiranno un grande slancio all’economia della nostra Città”. “Si tratta di iniziative concrete che toccherete con mano”. “Ma tra i nostri obiettivi non è previsto solo il Centro Città, riserveremo una particolare attenzione anche alla periferia, alla nostre Contrade, che saranno, in modo crescente, parte integrante dello sviluppo economico e sociale”. Bozza ha poi continuato: “Nei prossimi giorni presenteremo tutte le liste della coalizione di centro destra, quindi, conoscerete anche tutti i candidati”. Proprio su questi ultimi Bozza ha detto: “Alcuni già li conoscete, sono, o sono stati brillanti amministratori pubblici, altri sono nuovi della politica”. “Ci sono giovani professionisti, rappresentanti di tutti i segmenti della nostra società, che garantiranno certamente il migliore supporto all’azione amministrativa che intraprenderemo, un’azione che sarà determinata, appassionata e soprattutto concreta, sempre nell’esclusivo interesse della nostra amata Lanciano”. Bozza ha poi concluso : “la nostra è una squadra compatta, preparata e forte, accompagneremo la nostra Città verso le sfide del cambiamento, faremo valere le ragioni di Lanciano, non a parole, ma con i fatti”. “ Sono certo che i nostri concittadini sin da queste prime battute di campagna elettorale si siano fatti un’idea sui vari candidati, un’idea, che ci consentirà, tutti insieme, di vincere le elezioni e di accompagnare Lanciano verso le nuove sfide del cambiamento”. Bozza a conclusione del Suo intervento si concede anche una “battuta”, quando si pronuncia sul possibile risultato elettorale, infatti, dice: “Avendo in questi anni svolto l’incarico di Assessore alle Finanze del Comune di Lanciano, ed essendomi sempre impegnato al fine di non aumentare la pressione fiscale, devo necessariamente auspicare una vittoria al primo turno, in questo modo, non saranno spesi, più di quanto necessario, altri soldi pubblici, sarebbe un bel segnale”.