L’Aquila a Lanciano e a Milano, concerti per non dimenticare quel 6 aprile

7 aprile 2011 0 Di redazione

Per non dimenticare. Musica e solidarietà: questo è stata la kermesse “Abruzzo in Lombardia”, promossa dall’associazione Abruzzese e Molisana “R. Mattioli” di Milano, giunta alla seconda edizione e che si è svolta nei giorni scorsi al Teatro degli Arcimboldi. “Iniziativa – spiega il presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà – volta a non dimenticare la tragedia del sisma che ha colpito l’Abruzzo, e in particolare L’Aquila, due anni fa. È in queste circostanze che si vede l’unità di un Paese e di un popolo. Noi continueremo a fare il possibile per stare vicini alle vittime di quella tragedia”. Attori e cantanti si sono esibiti per raccogliere fondi per il “Parco della Memoria” che sorgerà in via Campo di Fossa su iniziativa della Onlus “Ilaria Rambaldi”, studentessa di Lanciano che ha perso la vita sotto le macerie insieme al suo fidanzato, Paolo Verzilli, e a tanti altri giovani universitari che si trovavano nel capoluogo abruzzese. “Si tratta di un appuntamento, tra cultura e tradizione, che non abbiamo potuto mancare – aggiunge Fabio Altitonante, assessore provinciale alla Pianificazione del territorio -, per un progetto a cui siamo molto vicini”. Il progetto del “Parco della Memoria” a L’Aquila nasce – spiegano i promotori – “per creare un angolo verde laddove la natura ha dato un forte monito all’eccessiva azione dell’uomo. L’obiettivo è di fare architettura senza edilizia, cercando un equilibrio con la natura senza sovrastarla, trovando soluzioni in cui il lavoro del progettista si accordi con l’espressività propria dell’ambiente. Non vogliamo dimenticare, ma al contrario creare una nuova realtà fatta di memoria, speranza, natura: lo scopo del progetto è mantenere viva la memoria di ciò che abbiamo perduto, aiutare chi è rimasto a ricordare e soprattutto riportare vita e speranza. Questi nostri intenti scaturiscono non solo dal ricordo di chi è scomparso nel crollo del condominio di via Campo di Fossa, ma soprattutto dalla volontà di non consentire all’uomo, che ha dimostrato di non avere memoria della ciclicità storica di certi fenomeni geologici, di tornare ad edificare lì dove si sono rinvenute cave e grotte di grande profondità e la natura del terreno è ancora in fase di accertamento”.
E il 9 aprile a Lanciano si terrà il Concerto “Saluto d’amore”, per ricordare, nel secondo anniversario, le vittime del terremoto del 6 aprile 2009. E per ricordare, in particolare, ILARIA RAMBALDI, MARTINA SALCUNI e CARMINE ALESSANDRI che hanno perso la vita in quelle terribili ore. Il Concerto si terrà alle 17.30 presso l’Auditorium Diocleziano e vedrà sul palco i musicisti Giuseppe Rullo, al pianoforte, e Wilma Campitelli, al flauto, insieme alla soprano Luigia Palmieri. Nel corso dell’iniziativa saranno consegnate le borse di studio istituite dalla Scuola Media “Giuseppe Mazzini” di Lanciano con il contributo del Rotary Club. Le borse di studio sono in memoria di ILARIA RAMBALDI, MARTINA SALCUNI e IVANA LANNUTTI.