Musica ad alto volume e schiamazzi notturni, la polizia controlla bar adibito a discoteca

8 aprile 2011 0 Di admin

Stanchi di non poter più godere di tranquille serate primaverili e di un sonno ristoratore, a causa di musica ad alto volume e degli schiamazzi notturni degli avventori di un locale di Isola del Liri, alcuni cittadini hanno chiesto “aiuto” al Questore De Matteis.

La risposta è arrivata puntuale e nella tarda serata di ieri è stato predisposto un controllo del locale segnalato, al quale hanno preso parte personale della Squadra Mobile, delle Volanti dell’Amministrativa e Sociale, coadiuvati anche dai Vigili del Fuoco.

Da subito, agli agenti intervenuti, è apparso evidente la veridicità di quanto denunciato dai cittadini poiché anche all’esterno del locale giungeva musica ad alto volume.

Dai primi accertamenti è stato possibile constatare alcune irregolarità riguardo alla tipologia di licenza posseduta e al reale servizio offerto agli avventori.

L’esercizio pubblico ha, infatti, la forma giuridica di una Onlus che su concessione del comune può svolgere attività di bar, pizzeria, con capienza massima di cento persone e possibilità di diffusione di musica di sottofondo per l’intrattenimento dei clienti, ma i poliziotti hanno potuto accertare che lo stesso, di fatto, funziona come discoteca.

Personale della Polizia Amministrativa e Sociale ha dunque constatato l’assenza di una licenza appropriata per la tipologia di servizio offerto e la presenza di oltre 300 avventori, ben oltre il limite della capienza consentita.

I Vigili del Fuoco hanno inoltre riscontrato il mancato rispetto delle norme basilari in materia di sicurezza inerenti i pubblici esercizi, tra cui anche l’assenza delle previste vie di fuga in caso di pericolo, mentre sono ancora in corso ulteriori accertamenti sul rispetto dei requisiti tecnici richiesti dalla legge per l’impianto elettrico e quello di diffusione della musica.

Il titolare dell’attività commerciale, peraltro non reperibile al momento del controllo, è stato convocato per i prossimi giorni a fornire eventuali giustificazioni in relazioni alle violazioni accertate.