Parco termale di Suio, Abbruzzese: “Opportunità di crescita e sviluppo per il Lazio meridionale”

30 aprile 2011 0 Di admin

“L’azione del governo regionale per la valorizzazione e il rilancio di tutto il comparto turistico del Lazio non conosce sosta. Lo dimostra, tra le altre, la proposta vagliata ieri mattina dalla Giunta Polverini, che ha deliberato favorevolmente sull’accordo di programma, in variante al Prg vigente, per la realizzazione dei lavori di costruzione del Parco Termale di Suio, nota località turistica del sud Pontino, nel territorio del Comune di Castelforte. Parliamo di un progetto di sviluppo che, ne sono assolutamente certo, porterà enormi benefici e vantaggi anche in Ciociaria, ed in particolare nei paesi della Valle dei Santi, visto che Suio è situata al confine con la provincia di Frosinone”. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

“La delibera, caldeggiata dall’assessore all’Urbanistica Luciano Ciocchetti, a cui va tutto il mio personale ringraziamento per l’impegno profuso che ha portato alla sua approvazione – ha continuato il presidente dell’Assemblea regionale – darà nuova linfa alle tante strutture esistenti e agli imprenditori che già rendono un servizio agli ospiti che ogni anno frequentano il centro termale; ma sarà anche e soprattutto un forte incentivo per far decollare nuovi progetti, indispensabili per ampliare l’offerta turistica nell’intera zona e nel vicino Cassinate”.

“L’attuale legislatura si sta muovendo molto per riqualificare il turismo termale regionale – ha chiosato Abbruzzese – visto che il Lazio ha numerose sorgenti naturali che potrebbero portare ricchezza e benessere ai singoli territori. Tante sono, infatti, le fonti termali dislocate nelle cinque province: dalle Terme Acque Albule alle Terme di Cretone, di Stigliano e della Ficoncella sul territorio di Roma; le Terme dei Papi e le Pozze di San Sisto a Viterbo, le Terme di Fiuggi, le Terme Varroniane e le Terme Pompeo in Ciociaria, le Terme di Cotilia e le Terme di Cottorella in Sabina e le stesse Terme di Suio in provincia di Latina.

Solo in provincia di Frosinone sono presenti tre poli termali, centri di richiamo in tema di salute e benessere. Di fama internazionale gode indubbiamente il complesso di Fiuggi che comprende la Fonte di Bonifacio VIII e la Fonte Anticolana. Ma non di meno rilievo sono anche le Terme Pompeo di Ferentino e le Terme Varroniane a Cassino”.

“Sono convinto – ha concluso Abbruzzese – che questa forma di turismo, partendo da Suio e abbracciando anche le risorse presenti nella provincia di Frosinone, possa rappresentare una reale e decisiva opportunità di concreto sviluppo socio-economico per tutto il Lazio meridionale”.