“Pesce d’aprile” ai malviventi. Rapinano la gioielleria ma il commerciante gli “rifila il pacco”

1 aprile 2011 0 Di redazione

Avremmo voluto vedere la faccia dei due rapionatori che dopo la rapina alla gioielleria di Arce, hanno scoperto che il gioielliere gli aveva rifilato un sonoro pesce d’Aprile. La cronaca racconta che a volto scoperto e armati di pistola, in due, hanno fatto irruzione nella gioielleria Polselli sulla via Casilina ad Arce. Ambivano ai “rotoli” di tessuto con cui, solitamente, le gioiellerie conservano i monili preziosi e, il titolare della gioielleria, sotto la minaccia dell’arma, non ci ha pensato due volte e si è prodigato a prenderne più che poteva e ad infilarli in una busta consegnadola, poi, ai malfattori. I due, soddisfatti, sono quindi figgiti portando via anche un orologio. Quell’orologio è stato, di fatti, l’unica cosa preziosa rubata. Infatti, il commerciante aveva “imbustato” solamente “rotoli” assolutamente vuoti e privi, quindi, di qualsiasi valore commerciale. Una brutta sorpresa quando i due hanno pensato, in un posto ritenuto sicuro, di controllare il bottino. I contenitori sono stati, infatti, rinvenuti dai carabinieri in un luogo appartato.
Er. Amedei