Sequestrati dalle Fiamme gialle oltre 300 prodotti di origine cinese non regolamentari

4 aprile 2011 0 Di admin

I finanzieri della Tenenza di Lanciano hanno sequestrato all’interno di un negozio sito in Lanciano circa 300 prodotti, per un valore commerciale stimato di circa 10.000 euro, per la maggior parte di provenienza cinese, non conformi ai requisiti di sicurezza imposti dalla vigente normativa nazionale ed  europea.

All’atto dell’intervento sono stati trovati articoli privi del marchio di certificazione di qualità “CE” ovvero con lo stesso marchio contraffatto o, ancora, mancanti della dichiarazione di conformità CE, nonché delle indicazioni obbligatorie, quali, ad esempio, la denominazione merceologica dei prodotti o le relative precauzioni e destinazioni d’uso, o ancora sprovvisti di indicazioni o istruzioni nella lingua italiana, così come previsto specificamente dal decreto legislativo 206 del 2005 (cd. Codice del Consumo), che disciplina la vendita dei beni in condizioni di sicurezza per la salute dei consumatori e l’incolumità pubblica.

Il materiale trovato è piuttosto eterogeneo: occhiali da sole e da vista, videocamere, lettori dvd, kit per karaoke, nonché rasoi elettrici, miniacquario, miniaspirapolvere, phon, piastre per capelli, saldatori elettrici, dischi per smerigliatrice, mini elettrodomestici, mini macchine per cucire.

L’operazione effettuata ha permesso che la merce non fosse posta in vendita e possa eventualmente nuocere al consumatore.

Si tratta di prodotti, infatti, che, nel caso non vengano osservate le prescrizioni internazionali sugli standard di sicurezza, possono essere molto pericolosi per la salute umana; con particolare riferimento a quelli elettrici ed elettromagnetici, si possono incendiare, o rilasciare scariche elettriche nonché liberare sostanze nocive.

Tutta la merce è stata sottoposta a sequestro amministrativo. Il titolare è stato sanzionato con una pena pecuniaria pari a € 22.830.

Dall’inizio dell’anno sono stati già eseguiti 11 interventi nello specifico settore e sottoposti a sequestro oltre 18.700 articoli vari.