Giorno: 10 maggio 2011

10 maggio 2011 0

Vicalvi al voto, Di Carlo: “Una cittadina amministrata sempre dalle stesse persone”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Fin da bambino, cioè fin da quando giocavo a pallone nella piazza davanti al Comune di Vicalvi (Fr) vedo scendere dal palazzo municipale sempre le stesse facce. Sembra quasi che una tirpe di amministratori, sempre gli stessi, abbiano in mano le sorti della cittadina”. A parlare è Aniceto Di Carlo candidato a consigliere comunale nella lista “Nuova Vicalvi” che candida come sindaco Antonio Peditta. “Un incantevole centro abitato immerso in una invidiabile oasi verde nella Val Comino resta sconosciuta a tutti gli itinerari turistici. Per molto meno, altri centri, sono riusciti a fare di queste caratteristiche, dei tesori da amministrare e sfruttare per occupazione e risorse economiche per il Comune. Eppure – conclude Di Carlo – la miopia degli amministratori che finora si sono succeduti, non ha permesso loro di sfruttare questa enorme risorsa. Ecco perché invito i miei concittadini a votare Aniceto ”.

10 maggio 2011 0

Bagliore celeste nei cieli di Monte San Giovanni Campano, stella cadente o…

Di admin

Un lettore ci segnala che stamane intorno alle 5 Nella frazione Colli a Monte San Giovanni Campano il cielo è stato attraversato da una presunta stella cadente. Ma a differenza delle stelle cadenti, quella di stamattina emanava un colore azzurro che ha illuminato tutta la zona. Chi ha assistito al fenomeno o lo ha fotografato può raccontarci la sua testimonianza direttamente commentando la notizia o inviarci una mail a info@ilpuntoamezzogiorno.it.

10 maggio 2011 0

Bandiere Blu, Bonessio (Verdi): “Da Carlino lacrime di coccodrillo, centrodestra completamente assente su questioni ambientali”

Di admin

Dai Verdi Lazio riceviamo e pubblichiamo: “Come ambientalisti non possiamo non condividere quanto dice Carlino nel suo comunicato, ma lo stesso non dovrebbe versare lacrime da coccodrillo, visto che lui è un esponente di questa amministrazione di centrodestra che amministra la regione Lazio che ha ridotto in modo drastico e criminale le risorse per la tutela ambientale a partire dalle aree protette, dalle risorse per il depuramento al trattamento delle acque”. Lo dichiara Nando Bonessio, presidente regionale dei Verdi.

“Questa della perdita di bandiere blu nella nostra regione, è solo una delle prime avvisaglie dell’azione di questo governo di centrodestra. Chiameremo a raccolta tutti i cittadini e i comitati, in modo che tutti si rendano conto inadeguatezza di quali sono le azioni di questo centrodestra sulle politiche ambientali. Quello del mare non è un caso isolato, questo governo regionale è completamente disinteressato alle questioni ambientali, prova ne è il depotenziamento e il de-finanziamento di tutti gli interventi di risanamento ambientale necessari nella nostra regione. Carlino dunque – conclude Bonessio – è inutile che venga a farci la morale, quando è uno dei responsabili di questi risultati negativi sul fronte della vivibilità ambientale nel nostro territorio”.

10 maggio 2011 0

Cade masso da un tetto, tragedia sfiorata

Di admin

Tragedia sfiorata ieri mattina a Cassino in Viale Enrico De Nicola. Una grossa pietra è caduta dal tetto di un palazzo finendo sul lunotto posteriore di un’Alfa Romeo in sosta che è andato in mille pezzi. Fortunatamente illeso il professionista che si trovava all’interno dell’abitacolo. Le conseguenze sarebbero state ben diverse se la pietra sarebbe finita nella parte anteriore dell’abitacolo. Sembra che il palazzo fosse interessato da un cantiere e la pietra fosse caduta durante i lavori.

10 maggio 2011 0

La Juniores dell’Audace Genazzano ha vinto il campionato Regionale del Lazio girone D

Di admin

La squadra di calcio Juniores dell’Audace Genazzano ha vinto il campionato Regionale del Lazio girone D. Sabato scorso, infatti, la compagine romana, battendo per 2 a 1 la Nuova Polisportiva De Rossi di Roma, ha vinto il campionato con una giornata di anticipo. Un traguardo  meritato ed inaspettato. E’ stata la squadra sorpresa – rilevazione del campionato, battendo squadre blasonate come Ciampino, Colleferro, Lupa Frascati, Monte S.G. Campano e Ceccano che, almeno sulla carta, sembravano essere favorire per la vittoria finale.  Nella storia calcistica di Genazzano, dove è nato il grande campione della Roma, il calciatore Francesco Rocca, è la prima volta che viene raggiunto un traguardo così importante segno evidente che passione e sacrifici ripagano sempre. Importante il contributo di ogni singolo elemento che nella lunga cavalcata che ha portato alla vittoria del campionato ha sempre dato il proprio contributo. Una vittoria corale, del gruppo dove si sono messi in luce soprattutto tre ragazzi ciociari di Paliano, Mattia Nica difensore  Centrale (classe ’91), Stefano Leo centrocampista (classe ’92) ed  Eugenio Giusti, esterno sinistro, (classe’93). Questi ragazzi, si sono trasferiti a Genazzano diventando Campioni Regionali. Per Mattia, Stefano ed Eugenio un motivo di grande soddisfazione. Un infinito ringraziamento è dovuto nei confronti della società del Genazzano e del mister Francesco Russo che ha permesso di realizzare un sogno ai piccoli grandi campioni. Un augurio  alla società dell’Audace Genazzano, che l’anno prossimo dovrà cimentarsi nel  campionato Regionale juniores di  elite. Un palcoscenico senz’altro più importante ma anche una vetrina dove i ragazzi ciociari e tutti gli altri giocatori potranno far si valere e magari, perché no, incuriosire qualcuno dei tanti osservatori delle serie maggiori che seguono i campionati giovanili nella nostra regione.

10 maggio 2011 0

Pescara, Enel incontra le associazioni dei consumatori

Di admin

Enel ha incontrato i rappresentanti delle associazioni di consumatori abruzzesi.

Al centro dell’incontro, che si è tenuto presso la sede di Confindustria Pescara, le strategie Enel per migliorare i rapporti con i propri clienti e le associazioni di consumatori.

Alla presenza di oltre 30 delegati delle associazioni sono state illustrate le nuove modalità di comunicazione e aggiornamento delle procedure aziendali nonché i nuovi strumenti di dialogo con le associazioni dei consumatori.

Erano presenti per Enel Lucia Cortini, responsabile Customer service dell’Italia Centrale, Adele Zagami dell’area Antitrust e Analisi Normativa della Regolazione, Andrea Sardella, responsabile gestione agenzie dell’Italia Centrale, Vincenzina Fantacuzzi, responsabile compliance commerciale e Renata Villa, referente nazionale per i rapporti con Associazioni. Per le associazioni abruzzesi hanno partecipato Adiconsum, Federconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Arco Consumatori, ACU, Codici, UNC – Unione Nazionale Consumatori.

I temi trattati vanno dalla liberalizzazione del mercato dell’elettricità e del gas all’impegno dell’azienda per la trasparenza nell’acquisizione di nuovi clienti sul mercato libero, dai provvedimenti messi in campo da Enel per evitare raggiri ai danni dei clienti alla “tolleranza zero” verso pratiche scorrette nella gestione delle agenzie di vendita porta a porta. Grande rilievo è stato dato alla procedura della “Conciliazione on line” che Enel ha avviato da tempo e con successo.

“Il dialogo con le associazioni di consumatori– ha detto Lucia Cortini – è fondamentale per rendere l’azienda sempre più trasparente ed efficiente. Le associazioni sono un referente autorevole e capillare, con esse vogliamo dialogare sempre più e sempre meglio per continuare ad avere al centro del nostro lavoro il Cliente e le sue esigenze”.

10 maggio 2011 0

Castaldi: “Coinvolgeremo Valletta nella lotta per il pronto soccorso”

Di admin

Da “Insieme per Ceprano riceviamo e pubblichiamo: Nella cena elettorale, nella quale ha incontrato amici e sostenitori, il dottor Pasquale Andreozzi (Insieme per Ceprano) ha detto la sua sul punto di primo soccorso: “Sono contento per la recente sentenza del Consiglio di Stato e, come tutti, auspico che il servizio venga ripristinato, ma sono consapevole che non bastano le sentenze per ottenere questo obiettivo. Ci vuole la volontà politica”.

In ogni caso, i cittadini cepranesi possono stare tranquilli: “Da politico e da professionista del settore – dice Andreozzi – posso assicurare che saranno messi in atto i massimi sforzi a tutela della salute dei cittadini”.

Dello stesso parere il candidato a sindaco Paolo Castaldi: “Non vogliamo illudere nessuno, il deficit della Regione Lazio nella Sanità non lo abbiamo di certo provocato noi, ma ci piace l’impegno dell’avvocato Domenica Valletta, condividiamo con lui l’impegno contro la chiusura del punto di primo soccorso – dice il Vicesindaco – gli facciamo i complimenti per la vittoria al Consiglio di Stato e, dopo la rielezione, saremo al suo fianco per continuare la battaglia, magari coinvolgendolo nelle nostre iniziative istituzionali”.

10 maggio 2011 0

Rifiuti, Bonelli (Verdi): “Polverini subordina attività di governo a elezioni”

Di admin

Dall’ufficio stampa Verdi Lazio riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione di Angelo Bonelli: “E’ censurabile il comportamento di un presidente di Regione che subordina l’attività di governo e quindi l’interesse pubblico generale a seconda delle scadenze amministrative”. Lo dichiara Angelo Bonelli, capogruppo regionale e presidente nazionale dei Verdi in merito alle dichiarazioni della Presidente Polverini circa il sito alternativo a Malagrotta.

“Come tutti sanno il 15 e 16 maggio nel Lazio non si voterà nel comune di Roma, ma in diversi comuni delle province, e in particolare in molti comuni della provincia di Roma. Le dichiarazioni della presidente Polverini sono un’ammissione chiara a tutti che, la futura discarica che sostituirà Malagrotta non sarà collocata nel territorio del comune di Roma, ma bensì nei comuni della provincia. Ecco la ragione per cui la Polverini attende l’esito delle elezioni, per paura di una reazione dei cittadini nel voto di domenica prossima”.

“Il punto però è che da diversi mesi quest’annuncio viene di giorno in giorno prorogato in avanti, mentre a Roma vi sono i primi segnali gravi di emergenza rifiuti, con il Comune che irresponsabilmente sta affossando la raccolta differenziata. Basta guardare al depotenziamento dei centri per il compostaggio, che rappresentano il vero motivo del fallimento della differenziata nella Capitale, e alla gara di appalto dell’Ama per i cassoni multi materiale, che chiariscono come non ci sia la volontà di avviare una seria raccolta differenziata. Questo modo di procedere – conclude il presidente del ‘Sole che ride’, è di chi non ha evidentemente a cuore la soluzione del problema, e quindi l’interesse pubblico, ma ha a cuore una sola cosa: il risultato elettorale”.

10 maggio 2011 0

In crescita l’uso di “crack” tra i giovani del territorio ciociaro

Di admin

Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Frosinone ha fermato e segnalato tredici persone residenti in provincia nel corso di diverse operazioni di polizia finalizzate alla prevenzione ed alla repressione dello spaccio delle sostanze stupefacenti. Nel corso di un servizio teso alla prevenzione e repressione di reati di grave pericolosità sociali quali quello dello spaccio di sostanze stupefacenti – che conferma l’impegno in questo particolare settore da parte della Guardia di Finanza -, i militari della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Tributaria, nel corso delle ultime settimane, in distinte operazioni, hanno proceduto al fermo e quindi alla conseguente segnalazione alla Prefettura di Frosinone, di tredici persone trovate in possesso di numerose dosi di sostanza stupefacente tipo “crack”. Le persone fermate, di età compresa tra i diciotto ed i venticinque anni e residenti nel capoluogo ciociaro, sono state trovate in possesso di dosi della pericolosa sostanza stupefacente. I sequestri eseguiti dimostrano la larghissima diffusione di questo derivato della cocaina tra i giovani che provoca negli assuntori assuefazione, dipendenza e danni gravissimi alla salute. Ai fermati, oltre alla segnalazione alla locale Prefettura per la violazione dell’art. 75 del DPR 309/90 è stata ritirata la patente di guida e, in un’ occasione, è stata sequestrata un’autovettura per mancanza dell’assicurazione obbligatoria.

10 maggio 2011 0

Sterminato il mercato della droga in ciociaria, la Squadra Mobile sequestra ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti arrestando i corrieri

Di admin

Dal mese di Dicembre ad oggi gli uomini della Squadra Mobile di Frosinone alle dipendenze del Vice Questore Aggiundo della Polizia di Stato dr. Carlo Bianchi hanno portato a termine diverse indagini relative al mercato di sostanze stupefacenti nel frusinate.

A dicembre un corriere albanese che scendeva lungo l’autostrada Adriatica verso Sud da tempo nel mirino degli investigatori, dopo essersi rifornito al nord di 5 Kg. di eroina purissima, valore commerciale 200.000€ circa, da piazzare sul mercato del centro-sud, veniva intercettato e arrestato.

Ad Aprile sono stati sequestrati 2 Kg di eroina e arrestati ad Avellino i due corrieri napoletani che andavano al Nord. La sostanza era suddivisa in cinque pani, da cinquecento grammi l’uno che una volta tagliata, avrebbe consentito di immettere sul mercato seimila dosi per un valore commerciale di 30 euro l’una.

Sempre nel mese di Aprile altri due corrieri della droga, uno italiano e uno rumeno rispettivamente di 21 e 23 anni arrestati all’uscita del Casello A1 di Anagni. I due giovani provenienti dalla Capitale trasportavano 5,177 kg di hashish, custoditi nell’intercapedine di uno zainetto. La droga sarebbe servita a rifornire i consumatori locali per il periodo delle festività pasquali.

Quindici giorni fa è stato sequestrato un quintale di marijuana trasportata in un furgone frigo destinato agli alimenti. Il corriere albanese è stato bloccato, dopo un inseguimento, mentre percorreva la strada statale Pontina, nel tentativo di darsi alla fuga.

La settimana scorsa 10 kg di eroina sequestrati a due stranieri arrestati ad Ancona sul tratto autostradale dell’A14 in direzione sud un macedone ed un albanese. L’ispezione sull’auto utilizzata dai due uomini ha consentito il ritrovamento della sostanza stupefacente, custodita in forma sfusa in una busta ed occultata all’interno del cofano posteriore.

Oggi altre due diverse operazioni hanno consentito di sequestrare 5 kg di cocaina del valore di 500.000,00 euro arrestando il corriere albanese che aveva appena superato il Brennero rientrato dall’Olanda a bordo di una BMW Serie 7 con targa tedesca, il quale aveva nascosto la droga nei sedili posteriori del veicolo; e 8 kg di eroina del valore di 400.000,00 euro arrestando i due corrieri albanesi a Fiano Romano sulla Bretella Roma-Est che scendevano verso sud a bordo di una Mercedes Classe E. L’operazione di oggi denominata “Muka-Muka” prende il nome dai cognomi dei due fratelli Muka arrestati.

Tutte le operazioni svolte, nascono da uno stesso filone d’indagine che vede coinvolti i più grandi spacciatori di droga. Anche i risultati di queste ulteriori attività segnano un freno alla diffusione di sostanze stupefacenti nel territorio ciociaro.