Giorno: 25 maggio 2011

25 maggio 2011 1

Terremoto a L’Aquila, rinviati a giudizio i componenti della commissione Grandi Rischi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ben 309 morti e 1.600 feriti. Un bilancio che sarebbe potuto essere meno pesante se la Commissione Grandi Rischi avesse informato la popolazione dei rischio terremoto invece di rassicurarlo così come fece. È il parere del sostituto procuratore Fabio Picuti de L’Aquila che indaga sulle responsabilità del terremoto che ha distrutto il capoluogo abruzzese. Per questo oggi il Gup ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio per sette indagati.

25 maggio 2011 0

Protezione Civile: consegnata a Enac la medaglia d’oro per impegno terremoto Abruzzo

Di admin

Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Franco Gabrielli, ha consegnato oggi a Roma ai rappresentanti di ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) la medaglia d’oro per l’impegno nell’emergenza terremoto in Abruzzo del 6 aprile 2009, riconoscimento sancito dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 ottobre 2010 per i corpi, gli enti e i soggetti che hanno prestato soccorso nel post-sisma.

È stato il Presidente di ENAC, Vito Riggio, accompagnato dal Direttore Generale, Alessio Quaranta, a ricevere l’attestato di pubblica benemerenza per l’impegno che l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile  ha profuso per la riqualificazione dell’Aeroporto dell’Aquila resa necessaria in base alle accresciute esigenze di operatività conseguenti agli eventi sismici del 6 aprile 2009 e in occasione del G8 ospitato nel capoluogo abruzzese.

Con un finanziamento complessivo di 900.000 euro, per permettere lo svolgimento delle attività di volo in sicurezza e regolarità, ENAC ha ampliato le piazzole di sosta per gli elicotteri, ha realizzato una via di rullaggio che collega il nuovo piazzale a quello preesistente, ha migliorato la viabilità interna con la creazione di nuovi raccordi e ha installato dei nuovi impianti elettrici per l’ausilio ai voli.

Inoltre, durante il G8, numerose squadre di professionisti dell’Ente nazionale, presenti sia sull’aeroporto di Preturo che sugli scali limitrofi, hanno autorizzato e coordinato le operazioni di volo, fornendo un supporto costante al personale del Dipartimento della Protezione Civile e di ENAV.

25 maggio 2011 0

Omicidio di Melania, trovati indumenti sospetti nel bosco di Ripe di Civitella

Di redazione

A distanza di 35 giorni dall’omicidio, dopo il funerale e dopo le fiaccolate in ricordo di Carmela Melania Rea, ancora nessuna indicazione certa su chi possa essere il suo o la sua assassina. Le uniche novità sono legate ad una risposta del Ris secondo la quale le tracce di sangue finora ritrovate sono tutte di Melania. La speranza era che una di esse potesse essere del suo assassino. Oggi, invece, a circa un chilometro e mezzo nel bosco di Ripe di Civitella dove è stato ritrovato il corpo della ragazza, sono stati rinvenuti alcuni indumenti da uomo. In particolare un pantalone e una maglietta a maniche corte che i carabinieri, ancora impegnati nel battere tutto il territorio, hanno rinvenuto quella che sembrava una discarica spontanea tra cui questi indumenti più nuovi rispetto al mucchio di rifiuti. Difficile che da questo ritrovamento possano emergere spunti investigativi che permettano la soluzione del caso. Intanto gli inquirenti continuano la loro indagine ascoltando le persone vicine alla donna. L’idea del criminologo Silvestri, quella che l’omicidio sia riconducibile all’attività di un serial killer, almeno in apparenza, non è presa in seria considerazione. Foto: Alberto Ceccon

25 maggio 2011 0

La Polizia sgomina a Sora una banda di giovani “ladri di biciclette”: rubavano e rivendevano i mezzi a due ruote

Di admin

Sottraevano biciclette ad ignari cittadini per poi rivenderle presso dei rigattieri locali, esibendo documenti intestati ad inconsapevoli parenti. Questo è quanto avvenuto a Sora dove i poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno stroncato sul nascere un’attività di vendita illecita di biciclette che ha visto protagonisti cinque minorenni tutti di Sora, con età compresa tra i 16 ed i 17 anni intenti a realizzare su un vero e proprio business delle biciclette rubate.

Nelle scorse settimane a seguito delle numerose denunce dei furti consumati nella zona, gli investigatori della Polizia di Stato hanno attivato una serie di indagini tese a rintracciarne gli autori.

Grazie alla segnalazione di uno dei proprietari che ha riconosciuto la sua bicicletta esposta in bella mostra presso un rigattiere della zona, gli agenti della Sezione Volanti hanno recuperato 3 biciclette poste in vendita.

L’uomo, quello stesso giorno, aveva denunciato il furto di altre due biciclette e sempre nella stessa giornata, presso gli Uffici del Commissariato, anche altre persone avevano presentato denuncie simili.

Il rigattiere, alle domande dei poliziotti riferiva che nei giorni precedenti alcuni giovani gli avevano portato in conto vendita alcune biciclette esibendo documenti intestati a maggiorenni.

Dalla comparazione delle descrizioni fornite sugli autori dei furti, con la collaborazione della titolare di uno dei documenti utilizzati dai giovani, la Polizia di Stato ha identificato il gruppo dei cinque giovani che avevano rubato ben sette biciclette parcheggiate sotto i portici di alcuni di Sora. L’intento era di venderle, traendone un guadagno complessivo di 125,00 Euro.

Tre biciclette sono state rinvenute e sottoposte a sequestro nell’immediatezza, due sono state fatte ritrovare ai proprietari (probabilmente dopo aver saputo delle denunce sporte), mentre altre due sono ancora da rinvenire.

I ragazzi, tutti minorenni, inizialmente hanno respinto le accuse dichiarando di aver ricevuto le biciclette da altri ragazzi di nazionalità marocchina, addossando e scaricando a questi la responsabilità del fatto. Alle domande incalzanti dei poliziotti ed in presenza dei loro genitori, i giovani hanno confessato aggiungendo che, per vendere le biciclette, si sarebbero serviti dei documenti di ignari parenti peraltro avuti con la scusa di dover fare acquisti su internet.

I giovani “ladri di biciclette” sono stati dunque denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma con l’accusa di furto aggravato in concorso.

25 maggio 2011 0

Regione, Abbruzzese: “Sinergie tra Europa e Regione Lazio per sviluppo pmi”

Di admin

“Condivido la linea d’azione sulla quale sta procedendo il Vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale del Lazio Mario Abbruzzese commentando il primo incontro svoltosi a Budapest tra i “Mister PMI” dei 27 Paesi UE, sottolineando anche il ruolo importante che Tajani ha avuto nella convocazione e nella riuscita di questo summit internazionale.

“Ha ragione Tajani quando sostiene la necessità di una semplificazione normativa e l’urgenza di una capiente cornice legislativa a livello nazionale che possa limitare il peso eccessivo della burocrazia sull’attività della piccola e media impresa. Voglio sottolineare come lo ‘Small Business Act’ per l’Europa cui il Governo italiano ha dato attuazione mediante la Direttiva del Presidente del Consiglio del 4 maggio 2010, non sia rimasto lettera morta nella Regione Lazio”.

“La proposta di legge regionale n. 134/2011 già all’ordine del giorno del Consiglio regionale e che mi auguro possa trovare la massima convergenza da parte di tutte le forze politiche, si pone in perfetta continuità – ha aggiunto Abbruzzese – con la richiesta che ci arriva dalla Commissione. Questa proposta, fortemente voluta dalla Giunta Polverini nella figura dell’Assessore alle Attività Produttive Di Paolo, nasce con l’obiettivo dichiarato di rendere più comprensibili i testi normativi aventi riflessi sulle piccole e medie imprese del Lazio, ponendosi nell’ottica interpretativa degli imprenditori, diminuendo gli oneri amministrativi a loro carico e coinvolgendoli nelle fasi di formazione dei testi normativi. La trovo dunque – ha concluso Abruzzese – in perfetta sintonia sia con lo Small Business Act, sia con il quadro più ampio della strategia Europa 2020”.

25 maggio 2011 6

35.000 animali uccisi ogni anno per realizzare abiti e giochini erotici in pelle

Di admin

Da Aidaa riceviamo e pubblichiamo: 35.000 animali uccisi ogni anno la cui pelle viene utilizzata per la realizzazione di abiti e giochi erotici commercializzati nei sexi shop italiani compresi quelli che vendono i loro “prodotti” on line per un giro di affari di parecchi milioni di euro. La maggior parte degli abiti in pelle utilizzati prevalentemente dagli amanti del bondage (che a volte preferiscono il lattice) e del sado-maso viene realizzato con pellame bovino che rappresenta circa il 75% del mercato, mentre il restante 25% del mercato è composto dai giochi erotici ed in particolare alcuni tipi di fruste sexi, manette ed altri giochi “espliciti” e qui seppure i materiali maggiormente utilizzati siano il lattice e l’eco pelle non mancano articoli realizzati in pelle sia di origine bovina,che di cane e gatto (ovviamente non confezionati in Italia il cui tra l’altro anche la commercializzazione è proibita). Il mercato nazionale è fiorente del resto basta dare un occhiata ai siti internet per scoprire l’imponente offerta di questo tipo di prodotti in pelle il cui mercato si aggira annualmente sopra i 20 milioni di euro di cui oltre la metà attraverso vendite online. “E’ assurdo che ancora oggi si ammazzino 35.000 tra bovini, cani e gatti ogni anno per realizzare dei giochi e degli abiti erotici in pelle. Certo mercato rappresenta una piccola parte del grande mercato del pellame animale ma di questa specifica situazione non si parla mai forse per pudore o forse perché non si è a conoscenza- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- noi siamo qui a denunciare questo fatto e a chiedere a coloro che fanno uso di questi abiti e di questi strumenti di piacere e dolore erotico di puntare tutto sull’eco pelle in quanto gli animali la cui pelle serve per rivestire i loro giochi vengono crudelmente ammazzati ed il loro non è un dolore cercato come potrebbe essere per qualcuno degli utilizzatori ma un dolore subito fino alla morte”.

25 maggio 2011 0

Rapina armato di coltello una cartolibreria e un alimentari, bloccato e arrestato dai carabinieri

Di admin

Ad Alatri i carabinieri della locale Stazione in collaborazione con i carabinieri del NORM della Compagnia, a seguito di attività investigativa hanno identificato e tratto in arresto S.V. 28enne del luogo, ritenuto responsabile di due rapine, perpetrate in Alatri e Tecchiena rispettivamente ai danni di una cartolibreria ed un genere alimentari. Il giovane, bloccato a bordo della propria autovettura mentra rientrava presso la sua abitazione, a seguito di perquisizione personale e veicolare veniva trovato in possesso di euro 250,00, provento dell’ultima rapina, nonché il coltello utilizzato per entrambe le azioni delittuose. Dopo le formalità di rito il giovane è stato associato presso la Casa Circondariale di Frosinone;

25 maggio 2011 0

Emergenza umanitaria: da Manduria partiti gli ultimi profughi per le regioni

Di admin

La struttura del Commissario delegato per l’emergenza umanitaria comunica che da oggi al campo di Manduria (Taranto) non sono più presenti profughi. La tendopoli, concepita per sua natura solo come una soluzione di primissima accoglienza, ha ospitato dall’inizio di maggio circa 1.400 migranti. Gli ultimi 256 sono partiti nella tarda serata di ieri a bordo di pullman per essere accolti nelle regioni come stabilito dal Piano di accoglienza del Sistema di Protezione civile nazionale.

La riapertura temporanea della struttura, gestita in queste settimane dal Dipartimento della Protezione civile in stretto raccordo con la regione Puglia, il ministero dell’Interno, le associazioni di volontariato e quelle umanitarie, era stata necessaria per accogliere i migranti che non era stato possibile identificare sull’isola di Lampedusa e che non erano stati sottoposti a un primo accertamento sanitario.

Al momento non è previsto un nuovo utilizzo della struttura; ciò, però, non può essere escluso nel momento in cui dovessero presentarsi altre criticità che renderanno impossibile un’immediata accoglienza diffusa nelle regioni dei migranti.

25 maggio 2011 0

Ferisce un poliziotto per tentare di evitare la perquisizione. Arrestato 35enne

Di redazione

Ha spintonato un agente di polizia per tentare la fuga ed evitare la perquisizione. E’ così finito in manette Paolo B. 35 anni di Lanciano arrestato dagli agenti del commissariato di Lanciano che stavano procedendo all’esecuzione di un decreto di perquisizione. Il 35enne, ha tentato la fuga spintonando un agente procurandogli lesioni. Durante il controllo è stato sequestrata anche una pistola giocattolo priva di tappo rosso. Le manette sono scattate per l’ipotesi del reato di resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

25 maggio 2011 0

Terza edizione della Piacenza Paracycling

Di redazione

Castel San Giovanni, 25 maggio 2011 – Oltre duecento gli iscritti e 16 i Paesi rappresentati per la terza edizione della Piacenza Paracycling che scatta questo fine settimane in Valtidone. Numeri importanti per una manifestazione che si conferma in crescita e che vedrà come anteprima la cerimonia di inaugurazione venerdì sera, 27 maggio, alle ore 21,00 in piazza XX settembre a Castel San Giovanni, dove gli atleti si ritroveranno per la presentazione (in caso di maltempo presso il Salone parrocchiale). Sarà un incontro di colori e di lingue di tutto il mondo: Italia, Finlandia, Germania, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Francia, Polonia, Olanda, Albania, Australia, Spagna, Svizzera, Austria, Slovacchia, Venezuela e Serbia (che rappresenta la novità del 2011 tra le nazionalità presenti). Tanta attesa per i plurimedagliati iridati e paralimpici che si sono dati appuntamento nel nostro territorio per sfidarsi a colpi di pedalate e di mani (nel caso delle handbike). A tenere alto l’onore dell’Italia ci saranno vari club e gli azzurri del c.t. Mario Valentini che porta sulle strade piacentine volti ormai noti, tra i quali spiccano sicuramente Alex Zanardi e Fabrizio Macchi. Completano la nazionale azzurra Fabio Triboli, Pierpaolo Addesi, Andrea Tarlao, Angelo Maffezzoni (categoria C5), Paolo Viganò, Roberto Bargna (C3), Michele Pittacolo (C4), Paolo Cecchetto, Vittorio Podestà (H2), Giovanni Achenza, Mauro Cratassa (H3), Giorgio Farroni (T2), Francesca Fenocchio, Claudia Schuler (H2) e per il tandem i fratelli Pizzi e il duo composto da Emanuele Bersini e Daniele Riccardo. Già nel pomeriggio di venerdì la Valtidone sarà “invasa” dal popolo paralimpico per la consueta verifica delle licenze (presso il municipio castellano) per l’edizione numero tre di una gara internazionale riconosciuta dall’UCI e della FCI con la denominazione di “P1” che rappresenta ormai un evento consolidato nel panorama paraciclistico mondiale. “Nel 2009 portare per la prima volta in Italia una competizione internazionale per atleti disabili era una scommessa che facevamo tutti insieme – spiega Stefano Magnani del Comitato organizzatore – consci delle difficoltà organizzative, ma fieri di poter essere protagonisti di un evento che trascendeva l’aspetto sportivo e agonistico, per caricarsi di connotazioni sociali e promozionali. OggiAggiungi un appuntamento per oggi l’esperienza maturata e i risultati organizzativi raggiunti ci fanno affermare con convinzione di essere di fronte a un avvenimento ormai consolidato di cui tutto il territorio deve andare fiero e sostenere. Ringraziamo chi ha colto con noi in questi anni la valenza di questo evento, gli enti, tutti i partner e gli sponsor che ci hanno offerto più di una mano”. Sabato mattina, 28 maggio, si inizia a fare sul serio con le gare in linea, con partenza e arrivo in piazza XX settembre, sempre a Castel San Giovanni, lungo un circuito cittadino che comprende Via Albesani, Via Pellico, via La Marmora, via Malvicino e Corso Matteotti, un anello di 2,3 km da ripetere più volte a seconda delle categoria. Il primo start è previsto per le 8,30 con i tricicli e le handbike H1 e H2. Alle 9.45 sarà la volta delle handbike H3 e H4, quindi alle 11.30 C1, C2 e C3. Dopo la pausa pranzo si riprende nel pomeriggio alle 14,30 con i C4 e C5 e conclusione alle 16.30 con i velocissimi tandem. Domenica mattina, la macchina organizzativa si sposterà allo stabilimento Garbi di Sarmato sulla strada provinciale per la partenza della cronometro individuale, in un percorso di circa 11 km che toccherà anche l’abitato di Borgonovo. Al termine della prova contro il tempo saranno ufficializzati anche i vincitori di ogni categoria della Piacenza Paracycling e quindi seguiranno le premiazioni. Il traffico proveniente da Piacenza in direzione di Castel San Giovanni sarà libero (in una sola corsia), mentre per chi intende andare verso Piacenza partendo dalla città castellana, dovrà seguire le deviazioni all’interno di Sarmato. Tra gli eventi collaterali, il comitato organizzatore (composto dal Pedale Castellano e dal Velo Sport Borgonovese), in collaborazione con il comune di Sarmato, le scuole del territorio, la Calciobalilla Sport, Varese Calciobalilla e Omnia Eventi, organizzano “Sfida il campione”, un’esibizione dell’iridato di calciobalilla disabili, Fabio Cassanelli, che sabato 28 maggio a Sarmato dalle 9 alle 12 accetterà le sfida degli studenti piacentini. Presso la piscina comunale sarà allestito un “campo” dove allenarsi, divertirsi e mettersi in competizione con l’iridato 2010, che sarà accompagnato dal compagno di nazionale Pierangelo Bandera. Oltre alla Provincia di Piacenza e ai tre Comuni coinvolti (Castel San Giovanni, Borgonovo e Sarmato) hanno offerto il patrocinio: la Regione Emilia Romagna, il Museo dei Campionissimi di Novi Ligure (Al), la Fondazione di Piacenza e Vigevano, la Camera di Commercio, l’Unicef di Piacenza, la Confcommercio, il Cip e il Coni.