Giorno: 27 maggio 2011

27 maggio 2011 4

Cassino al voto, la strana battaglia per decidere chi è il “peggiore”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un insulto dietro l’altro ma, invece di smentire quegli insulti, i candidati a sindaco si limitano a sostenere che la lista avversaria è peggiore della propria. Una sorta di invito a votare il “peggiore minore”, sembra essere stato il senso della campagna elettorale in fase di chiusura a Cassino. Da un lato Palombo, dall’altro, Petrarcone. Entrambi si sono dati battaglia sostenendo di essere la novità per la vita politica di Cassino seppure il primo spalleggiato da Mario Abbruzzese, il secondo da Annateresa Formisano, che di nuovo, entrambi, non hanno nulla. Lo scontro c’è stato a suon di volantini con cui i due “cavalieri bianchi” accusavano lo schieramento opposto di una continuità con il passato; con quelle tanto ripudiate giunte Scittarelli di cui entrambi gli schieramenti sono sostenuti da esponenti di primo piano. Quello che sorprende è che nessuno di due punta a giustificare e a smentire le accuse rivolte dall’avversario, ma che, invece, entrambi con forza, sostengono che la lista avversaria è peggiore della propria. Come a dire: “Votate noi perché, seppur peggiori, siamo meno peggiori dei nostri avversari”. Insomma, comunque vada, Cassino sarà amministrata da “peggiori”.

27 maggio 2011 0

Giro di prostitute sulla Consortile Fiat, denunciato un rumeno e fermate due 20enni

Di admin

La prostituzione sulla strada consortile per la Fiat resta un problema che le forze dell’ordine, grazie a continui controlli, tentano di arginare. Ieri pomeriggio, due ragazze rumene sfruttate da un loro connazionale sono state individuate dagli agenti della Squadra Volante del commissariato di Cassino. O. M., 21 anni, nata in Romania, residente a Frosinone e G. G. 20 anni nata in Romania e domiciliata a Sant’Elia Fiumerapido sono state sorprese mentre adescavano clienti. Alla vista degli agenti un giovane ha tentato inutilmente di dileguarsi ma, bloccato, è stato sottoposto a perquisizione domiciliare e, all’interno dell’appartamento sono stati trovati in una scatola circa 102 profilattici e una somma di 270 euro. Le ragazze, poi, ascoltate in Commissariato, hanno raccontato come il giovane S.I. , che si occupava degli aspetti logistici dell’attività, riceveva i compensi della loro attività di meretricio. Per tnto il giovane è stato denunciato in stato di libertà per i reati di Favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

27 maggio 2011 0

Comune di Frosinone e Camera di Commercio verso l’intesa per gli sconti ai commercianti del centro storico

Di admin

Il Comune di Frosinone e la Camera di Commercio hanno istituito un tavolo di concertazione con cui definire un accordo in base al quale il Comune concederà sconti sull’Ici per i negozi che si trovano nel centro storico della città, abolirà la tassa sulle insegne, prevederà agevolazioni per la tassa sui rifiuti (Tarsu) a carico delle attività commerciali. L’ente camerale presieduto da Florindo Buffardi, per contro, si farà carico dei progetti per lo sviluppo del centro storico, occupandosi sia delle progettazioni che degli studi e della formazione professionale che si rendessero necessarie.

L’accordo che scaturirà dal tavolo di concertazione sarà il primo di una serie che la Camera di Commercio di Frosinone intende raggiungere con tutti i principali Comuni della provincia di Frosinone, al fine di rivitalizzare i centri storici, rilanciare i consumi e salvaguardare le attività commerciali che si trovano in quelle aree.

Il sindaco Michele Marini – ha annunciato il presidente Buffardi – si è mostrato entusiasta del nostro progetto e ci ha assicurato che una volta messo a punto il protocollo d’intesa, lo porterà all’attenzione del primo Consiglio Comunale utile per avviare la discussione sugli sgravi e sulle agevolazioni in favore dei commercianti del Centro Storico. Analogamente, una volta definito il documento, provvederò a convocare subito la giunta camerale al fine di condividerne il contenuto con gli altri componenti ed avviare con loro il necessario confronto, finalizzato all’approvazione. Esprimo la mia soddisfazione soprattutto per il clima di fattiva collaborazione che si è instaurato con il Comune Capoluogo, nell’interesse dei negozianti e dei cittadini. Auspico che al più presto si possano attivare analoghi tavoli di discussione con tutte le principali municipalità della Ciociaria.

All’incontro, tenuto presso la sede della Camera di Commercio, erano presenti anche l’assessore comunale Stefania Martini, i rappresentanti di Confcommercio, delle società che hanno condotto studi sul Centro Commerciale Naturale a Frosinone, il consorzio Città di Frosinone.

Il Presidente Florindo BUFFARDI

27 maggio 2011 0

Pontecorvo, Tedeschi (IdV): “L’opedale chiude definitivamente”

Di admin

Dall’ufficio stampa del gruppo Idv riceviamo e pubblichiamo: “Ieri il personale in carico presso l’ospedale Del Prete di Pontecorvo ha ricevuto la comunicazione che a partire dalla prossima settimana dovrà prestare servizio in altre strutture sanitarie. Chiude così definitivamente l’ospedale di Pontecorvo. La chiusura era stata avviata la settimana scorsa con il blocco dei ricoveri, dalla settimana prossima si smobilita tutto. A che punto è invece il piano di riconversione questo non è dato sapere, la realtà è che, come temevamo, la riconversione di cui si parla nei decreti Polverini sia solo un’ipotesi di lavoro per non dover scrivere nei decreti la parola “chiusura”. Ma la gente del territorio aveva abbondantemente capito che ancora una volta i conti della sanità romana avremmo dovuto pagarli noi delle province ed in particolare noi della Provincia di Frosinone. Ma non finisce qui perché ogni operazione ha le sue conseguenze e le conseguenze di questa chiusura saranno gravi. I responsabili saranno facilmente individuabili dal momento che certo non può essere chiamato in causa il personale medico e infermieristico che non è messo nelle condizioni di poter assolvere i propri compiti. La vera responsabilità delle conseguenze sarà da addebitare ai livelli decisionali e gestionali, primo tra i quali quello in capo al commissario ad acta Polverini. La distanza tra il Commissario ed il nostro territorio è tale che la Polverini proverà a sviare la gravità della situazione, ma ci sarà l’opposizione in Consiglio Regionale a riproporle responsabilità e doveri. L’opposizione dura e forte a questo piano di riordino che invece è solo un piano di tagli, non è stata sufficiente per indurre la maggioranza regionale ed in particolare i consiglieri di maggioranza eletti nella nostra Provincia, ad esercitare la giusta e doverosa pressione politica sul Presidente Polverini. Al punto in cui siamo lo scontro politico sulla politica per la salute di questa Provincia sarà ancora più forte e duro perché quella che si sta attuando è invece una politica che affossa, in tutti i sensi, la nostra salute.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi.

27 maggio 2011 0

La Polizia di Stato incontra studenti, insegnanti e genitori sul tema del bullismo

Di admin

Si è svolto ieri a Tecchiena di Alatri presso l’Istituto Comprensivo “Egnazio Danti” un incontro tenuto dalla Dott.ssa Cristina Pagliarosi D.T.C. Psicologo della Polizia di Stato ad una platea attenta e partecipe, per la prima volta composta da giovani studenti, i loro insegnanti, e genitori.

La tematica affrontava il fenomeno del “bullismo” nei suoi molteplici aspetti. La prima domanda che la relatrice ha posto ai suoi uditori è stata: “perché alcuni giovani sono violenti con i loro coetanei?”, da cuì è partito un ampio dibattito finalizzato alla costruzione condivisa di significati, dagli aspetti comportamentali a quelli intrapsichici.

La prepotenza, la brutalità, la crudeltà, l’aggressività fisica e verbale: queste le molteplici manifestazioni del bullismo, che altro non è che un atto di prevaricazione nei confronti di un coetaneo, mantenuto nel tempo e teso a nuocere l’integrità psico-fisica delle vittime.

Dal punto di vista del bullo, invece, tale dinamica esprime il disagio emotivo dei ragazzi, che, attraverso comportamenti di prepotenza, ambiscono a “lasciare un segno”, rendendosi visibili agli occhi del mondo, e sentono di esistere attraverso l’azione prevaricante.

La mancanza di dialogo alla base del fenomeno del bullismo che tutt’oggi è sempre più frequente mentre l’alfabetizzazione emotiva ne rappresenta la via d’uscita: permette ai ragazzi di dare parola al proprio disagio, riconoscendolo ed etichettandolo, aprendo così le porte alla condivisione con l’adulto, perché il disagio di oggi non sia precursore di problematicità dell’adulto di domani.

L’incontro, della durata di due ore si è concluso con un lungo applauso rivolto alla dottoressa evidenziando il profondo gradimento dell’attività preventiva che la Polizia di Stato da sempre mette in atto perché il senso della legalità possa essere, dagli utenti sentito e condiviso.

27 maggio 2011 0

Al via le Giornate della Cultura per la Valorizzazione del Territorio organizzate dal Comune di Paliano

Di admin

Entrano nel vivo, in questo fine settimana, le Giornate della Cultura per la Valorizzazione del Territorio organizzate dal Comune di Paliano (Assessorato alla Cultura) in collaborazione con la Proloco. Il fitto programma prevede per oggi, venerdì 27 febbraio, dalle ore 17,00 alle 20,00, in Corso Vittorio Emanuele II° (presso i locali dell’Oratorio), la Mostra fotografica “Latium   Festival”, la manifestazione che l’anno scorso ha riscosso notevole successo e che verrà riproposta la prossima estate. Dalle ore 17,00 alle ore 20,00 – Via Moele Tosi Mostra fotografica “Biodiversilazio” – “ La Biodivesità del Lazio” a cura dell’A.R.P. Lazio reperti, testi, immagini e giochi – patrimonio di biodiversità custodito nel territorio della nostra regione.    Di seguito gli appuntamenti di sabato 28 e domenica 29

Sabato 28 maggio   dalle ore 09,00 alle 12,30  – Fortezza Colonna:  Esposizione dei costumi del Corteo Storico Città di Paliano. Presentazione bozzetti “Palio dell’Assunta 2011”.   ore 16,30 – Piazza XVII Martiri Sala Esperia: Presentazione Libro “La misura del coraggio”di Ines Desideri. Evento per raccolta fondi da destinare all’Associazione ‘Peter Pan’   dalle ore 17,00 alle 20,00 – Corso Vittorio Emanuele II° “Oratorio” Mostra fotografica “Latium Festival”   dalle ore 17,00 alle 20,00 – Viale dei Bastioni, 77 apertura galleria d’arte “Giacomo Lisia”.   dalle ore 17,00 alle ore 20,00 – Via Moele Tosi: Mostra fotografica “Biodiversilazio” – “ La Biodivesità del Lazio” a cura dell’A.R.P. Lazio reperti, testi, immagini e giochi – patrimonio di biodiversità custodito nel territorio della nostra regione.   ore 18,00 – Collegiata Sant’Andrea Apostolo: Concerto “CORALE POLIFONICA DI ACILIA” Ensamble vocale strumentale butterfly.   ore 19,30 – Piazza Marcantonio Colonna “A CENA CON I RIONI” presentazione e degustazione di piatti e prodotti del territorio. Durante la cena intrattenimento musicale con i “COMPARI DELLE CANTINE”.   Domenica 29   dalle ore 09,00 alle ore 12,30 –  Piazza Sandro Pertini: Ritrovo e prenotazione visite guidate alla fortezza Colonna ” Loggia e Sala del Capitano ”   dalle ore 09,00 alle 12,30  – Fortezza Colonna:  Esposizione dei costumi del Corteo Storico Città di Paliano. Presentazione bozzetti “Palio dell’Assunta 2011”.   ore 11,00 – Piazza Sandro Pertini “Sala Consiliare” :Consegna cittadinanza onoraria al Premio Nobel  Rita Levi Montalcini. Ritira l’onoreficenza la dott.ssa Giuseppina Tripodi.   ore 12,00 – Piazza Marcantonio Colonna “A PRANZO CON I RIONI” presentazione e degustazione di piatti e prodotti del territorio.   dalle ore 16,00 alle ore 20,00 – Piazza Marcantonio Colonna: “Valorizzazione dei tesori del Lazio”  percorso espositivo delle Contrade e Rioni di Paliano, dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia U.N.P.L.I Comitato Provinciale di Frosinone e delle Pro Loco delle città di San Felice Circeo (Lt) Vignanello (Vt) e Palestrina (Roma)   ore 16,30 – Piazza XVII Martiri “Sala Esperia”: Presentazione del libro “Si Ordina e Comanda” di Romani Umberto e Marcello Lauretti   dalle ore 17,00 – 20,00 – Viale dei Bastioni, 77:  apertura galleria d’arte “Giacomo Lisia”.   dalle ore 17,00 alle ore 20,00 – Via Moele Tosi Mostra fotografica “Biodiversilazio” – “ La Biodivesità del Lazio” a cura dell’A.R.P. Lazio reperti, testi, immagini e giochi – patrimonio di biodiversità custodito nel territorio della nostra regione   dalle ore 17,00 alle 20,00 – Corso Vittorio Emanuele II° “Oratorio” Mostra fotografica “Latium Festival”   ore 16,30- Piazza XVII Martiri “Sala Esperia”: Presentazione del libro “Si Ordina e Comanda” di Romani Umberto e Marcello Lauretti   ore 17,30 – Piazza Sandro Pertini:  Esibizione dei Musici del Corteo Storico e Palio dell’Assunta, di Paliano, diretti dal Maestro Mauro Salvatori   ore 18,00 – Fortezza Colonna: premiazione dei bozzetti presentati per il Palio dell’Assunta 2011 Immagine emergente e Premio Associazione Palio          ore 19,30 – Piazza Sandro Pertini: Estrazione Lotteria finalizzata al restauro dell’Edicola Votiva del ‘600 raffigurante la Madonna del Carmine collocata all’interno del sottoportico in Via del Forte a Paliano

27 maggio 2011 0

Costruzione nuovo ospedale di Frosinone, la Guardia di Finanza individua sprechi per 6 milioni di euro

Di admin

Maggiori costi per circa 6 milioni di euro sostenuti dalla ASL ed imputabili all’iter progettuale ed autorizzativo del nuovo Ospedale di Frosinone, per il quale non sarebbero state richieste le specifiche e necessarie autorizzazioni di legge per la rimozione del vincolo boschivo esistente nell’area di costruzione, che ha causato un prolungato fermo lavori.

Il comportamento omissivo dei tecnici ha comportato dapprima il grave ritardo col quale la cittadinanza ha potuto usufruire della tanto attesa e ormai indispensabile nuova struttura ospedaliera, ed in seguito ha causato l’esborso da parte dell’erario dell’ingente somma di denaro riconosciuta all’impresa appaltatrice per il verificarsi dell’aumento dei prezzi dei materiali da costruzione.

Le indagini del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, iniziavano la scorsa estate, assumendo peculiare interesse allorquando prendevano in esame i maggiori oneri sostenuti dall’AZIENDA USL rispetto a quanto previsto nel contratto d’appalto per la costruzione del nuovo presidio ospedaliero di Frosinone.

I militari hanno esaminato l’enorme mole di documentazione relativa sia alle attività propedeutiche che al “contratto d’appalto per i lavori di costruzione del nuovo ospedale di Frosinone”.

La progettazione dell’opera, iniziata nel 1990, a partire dal 1995 è stata eseguita dal Raggruppamento Temporaneo di Professionisti (RTP) composto da un’importante società di ingegneria di Roma, quale mandataria, da una società di Torino ed una società di Cassino quali concessionari del servizio di coordinamento generale, progettazione e direzione dei lavori.

Tra il 2000 ed il 2002 venivano espressi tutti i pareri favorevoli degli enti locali interessati alla realizzazione dell’opera e tra questi il Comune di Frosinone che nella deliberazione dell’8 marzo 2001 dichiarava che ”….l’area interessata dall’intervento non è assoggettata a vincoli idrogeologici, né a vincoli di tutela paesaggistica, ambientale od artistica di cui alle leggi 1089/39, 1497/39 e 431/85, né a vincoli militari”; trascurando di fatto che la porzione di terreno dove andava costruito il nuovo ospedale risultava occupata per la quasi totalità da un bosco di alto fusto di età stimata superiore ai cinquanta anni e, per questo, sottoposto a vincolo paesaggistico dall’articolo 10 della Legge Regionale Lazio n. 24/1998.

C’è voluto circa un anno perché la Regione Lazio potesse eliminare tale vincolo e permettesse così l’inizio dei lavori da parte della ditta appaltatrice, che nel frattempo per tale ritardo, avanzava una serie di aggiuntive richieste economiche in base alle quali, le veniva riconosciuta dall’Azienda USL di Frosinone l’ulteriore somma di circa 6 milioni di euro.

Il servizio brillantemente portato a termine, testimonia ancora una volta il continuo impegno del Finanzieri ciociari contro i fenomeni di spreco del denaro pubblico nella provincia di Frosinone.

Nel solo delicato settore della Sanità nell’ultimo anno, le indagini hanno portato alla segnalazione alla Corte dei Conti di danni erariali per oltre 40 milioni di euro.

27 maggio 2011 0

Pontecorvo riaccende i riflettori sul mondo dell’arte: torna ““ArtExpò – Fiera della Cultura”

Di admin

Dopo il successo della prima edizione torna anche quest’anno a Pontecorvo la manifestazione “ArtExpò – Fiera della Cultura 2011”, organizzata dalle associazioni culturali Lakasatasakapata e Officine Mizar. Proprio in queste ore è stato ufficialmente aperto il bando di concorso della seconda edizione che si annuncia coinvolgente. Il bando è rivolto ad artisti di tutte le nazionalità operanti nelle discipline di pittura, scultura e fotografia. Il tema è libero e ciascun artista può partecipare in piena libertà stilistica e tecnica. I quindici artisti selezionati da una giuria di esperti avranno diritto a partecipare all’esposizione collettiva della manifestazione ArtExpò 2011, alla pubblicazione di un’opera con relativa critica all’interno del catalogo ArtExpò 2011 ed a diverse esposizioni personali nel corso del 2012. Per ogni sezione artistica verranno assegnati premi speciali. La rassegna culturale si svolgerà nel centro storico di Pontecorvo nei giorni 25 e 26 agosto 2011 con un programma che prevede esposizioni di arti visive, spettacoli teatrali e musica dal vivo. “La manifestazione ArtExpò – Fiera della Cultura 2011 si propone di utilizzare lo strumento della fiera per dare nuovo valore alle iniziative di carattere artistico – spiegano gli organizzatori – e vuole diventare una vetrina per i giovani artisti, offrendo loro non solo spazi idonei per l’espressione del loro talento ma anche un luogo di incontro e di confronto con il pubblico e gli operatori del settore. L’obiettivo del progetto non è solo quello di creare una manifestazione importante, ma anche di attuare una promozione della cultura a lungo termine, i cui effetti positivi sul territorio, sia artistici che economici, siano evidenti non solo nell’immediato, ma anche in futuro, con la diffusione di maggiori stimoli culturali nell’utenza e la promozione di sinergie tra artisti e promotori culturali”. Si ha tempo fino al 2 luglio per iscriversi al concorso. Per maggiori informazioni e per scaricare il bando completo e il modulo di partecipazione basta collegarsi al sito: www.fierartexpo.it.

27 maggio 2011 0

La volpe sta peggio nella gabbia animalista

Di admin

Da Federfauna riceviamo e pubblichiamo: Le prove di caccia in tana artificiale, oltre a rappresentare un momento di crescita sociale e culturale per le persone, hanno molteplici funzioni a beneficio dell’ambiente. Innanzitutto servono per iniziare i cani alla caccia in tane naturali della volpe, animale bello ma opportunista e in continuo aumento numerico nelle nostre campagne, tanto da provocare danni alle attivita’ umane ed essere quindi oggetto di piani di controllo in diverse zone d’Italia. Ed in secondo luogo servono per mantenere integre, nei soggetti gia’ selezionati, quelle qualita’ venatorie naturali richieste dalle razze in tana. Ed e’ la stessa esistenza delle razze canine che dipende dal mantenimento negli animali delle funzioni per le quali sono stati negli anni selezionati. Se poi ci mettiamo anche che tali prove non prevedono l’abbattimento del selvatico ed, anzi, prescrivono il rispetto assoluto sia dell’integrita’ fisica delle volpi impiegate che quello dei cani, chi potrebbe mai opporvisi?

Si sono opposti, come al solito, gli animalisti e domenica scorsa nell’Alessandrino, durante una di queste prove, tra l’altro ufficiale e autorizzata, lo racconta un testimone oculare: in 3, tutti apartenenti all’Enpa, “hanno fatto irruzione intimando l’interruzione della prova e il sequestro dell’animale (Volpe) per maltrattamento”.

Lo abbiamo chiesto ad un giudicie di prove in tana: “le volpi utilizzate sono di allevamento, vivono tutta la vita (muoiono di vecchiaia) in ampio recinto, coccolate nutrite e vengono saltuariamente impiegate in tana artificale, ambiente che loro ben conoscono, in quanto sono abituate ad andarci sin da piccoline. Ben sanno che sono protette dalle griglie e che il cane mai arrivera’ a prenderle, tanto che alcune di loro al termine del percorso addiruttra dormono”.

Ma niente da fare: un evento sociale, culturale, oltretutto utile per l’ambiente e per i cani, per Geapress e’ “un’arena romana” e per l’Enpa “l’ennesimo episodio di maltrattamento di animali”…

La notizia e’ comparsa subito su Facebook e sui siti di settore, sui quali sono apparse interessanti testimonianze.

Un utente ha scritto: “Dopo aver tentato un prelevamento che ha rischiato di spezzare gli arti anteriori al selvatico, causa una gabbia di trasposto inadeguata, i signori dell’ENPA, hanno stabilito una custodia cautelare…”

Un altro ha scritto: “Pero’ non scrivono che pensando di salvarla l’hanno messa in una loro gabbia a meglie larghe di ferro e che quella povera bestia ha iniziato a sbattere a destra e sinistra rischiando di rompersi una zampa e ferirsi il muso…”

FederFauna sta gia’ raccogliendo elementi per valutare se esistano gli estremi per denunciare per maltrattamento di animali i tre animalisti.