Giorno: 28 maggio 2011

28 maggio 2011 0

Cassino al voto: poche ore di straordinario, dipendenti comunali inferociti

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Lite al comune tra i dipendenti per l’assegnazione delle ore di straordinario destinate al servizio elettorale. Parliamo di quei dipendenti destinati ai collegamenti tra i seggi elettorali e l’ufficio centrale comunale. Pare che il monte di straordinari inizialmente previsto è stato esaurito già al primo turno, e già allora era forte la polemica per le modalità di distribuzione di quelle ore. Al ballottaggio quindi si arriva risicati e per questo si è svolta questa mattina una infuocata riunione tra i dipendenti e il segretario comunale nella sala Restagno del Comune. In tanti insoddisfatti hanno minacciato di rinunciare al lavoro ma per tutta risposta il segretario comunale ha minacciato di precettarli.

28 maggio 2011 0

Polverini: Bonelli, nessuno pensi a modello Sicilia-Lombardo per il Lazio

Di admin

Dall’ufficio stampa della federazione nazionale dei Verdi riceviamo e pubblichiamo:

“Lo diciamo preventivamente e a scanso di equivoci: nessuno pensi al modello Sicilia-Lombardo per il Lazio. Se la Polverini non è più in grado di governare si vada immediatamente alle elezioni restituendo la parola ai cittadini”. Lo dichiara il Presidente nazionale e capogruppo al Consiglio regionale del Lazio dei Verdi Angelo Bonelli che aggiunge: “Nel Lazio stiamo assistendo ad uno sgretolamento del centrodestra che anticipa la caduta definitiva dell’impero berlusconiano. In molti, da Alemanno alla Polverini, sapendo che l’era Berlusconi è ormai terminata, stanno cercando posizionamenti alternativi”.

“In queste condizioni bisogna essere seri con gli elettori: ci vuole molta, molta igiene politica – conclude Bonelli – . A nessuno venga la tentazione di sperimentare alleanze politiche geneticamente modificate”.

28 maggio 2011 0

Proposta di Aidaa: insegnare a scuola i diritti di animali e natura

Di admin

Un appello da AIDAA – ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE al ministro della pubblica istruzione Maristella Gelmini perché dal prossimo anno scolastico si inserisca nel programma anche lo studio dei diritti degli animali e della natura spiegando quali sono i danni che in questi anni l’uomo ha fatto alla natura con la deforestazione e con l’inquinamento di suolo, acqua e aria. Un programma specifico che possa essere inserito nel piano di studi gia a partire dalle scuole elementari e che sia affidato a insegnanti esperti in queste materie. La necessità di far conoscere ai bambini ed ai giovani senza troppe edulcorazioni i danni che gli uomini hanno fatto alla natura, e di insegnare loro che gli animali sono essere viventi e senzienti che hanno dei diritti ma anche far conoscere quali sono le crudeltà a cui sono sottoposti gli animali maltrattati e gli animali destinati al macello. Far comprendere ai bambini che un animale destinato al macello soffre, capisce di andare incontro alla morte ed è terrorizzato, far comprendere questo e far comprendere che il maltrattare ogni forma di vita animale e naturale è una inutile crudeltà crediamo sia oramai indispensabile al pari dell’insegnamento dell’educazione civica e delle altre materie scolastiche. “Nelle scuole occorre avere il coraggio di dire le cose come stanno anche rispetto ai danni che l’uomo ha fatto alla natura attraverso ad esempio alla deforestazione ed all’inquinamento- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- occorre parlare anche dei diritti degli animali, ma anche spiegare la sofferenza ed il terrore che passano negli occhi di un agnello, o di un vitello strappato alla loro madre per essere macellati. Se fosse per me porterei le scolaresche in visita obbligatoria ai macelli- continua Croce- ma anche negli allevamenti intensivi di polli e di animali da reddito. Ci raccontano che le mucche e gli altri animali destinati al cibo biologico vivono bene la loro vita prima di morire, ma non ci raccontano il terrore nei loro occhi mentre stando in fila vedono la morte avvicinarsi. Occorre avere il coraggio di portare nella scuola la realtà che si vive anche in questi ambiti. Da qui il nostro appello ad introdurre almeno 2 ore alla settimana di insegnamento di diritti degli animali e della natura- conclude Croce- gia a partire dalle scuole elementari perché una generazione di giovani cresciuti nell’amore per animali e natura rappresentano un importante tassello per un futuro con meno violenza e maltrattamenti anche contro i nostri amici a quattrozampe”.

28 maggio 2011 0

Nuovo oro per i fratelli Pizzi di Lanciano a Sidney nelle gare di ciclismo paralimpico di Coppa del Mondo

Di admin

Nuovo oro nel ciclismo paralimpico per gli azzurri del tandem: i fratelli Ivano e Luca Pizzi di Lanciano, a Sydney, in Australia, nella prima prova di Coppa del Mondo, hanno infatti conquistato il gradino più alto del podio nella prova a cronometro. Gli atleti abruzzesi hanno preceduto di 2″, al termine di un appassionate testa a testa, la coppia canadese Daniel Chalifour-Alexandre Cloutier, e di 37″ gli statunitensi Clark Rachfal e David Swanson. I fratelli Pizzi erano, inoltre, in pole position anche su strada, nella prova in linea, con 20 secondi di vantaggio. Poi, purtroppo, hanno forato e si sono piazzati al quinto posto. Solo un imprevisto, quindi, non ha loro permesso di accaparrarsi una nuova medaglia. E’ stata un’edizione di Coppa del mondo di paraciclismo fortunata per la squadra azzurra. Dopo l’exploit nelle prove in linea, che hanno fruttato 3 ori, 5 argenti e 3 bronzi (un terzo posto è stato conquistato anche da Pierpaolo Addesi, di Torrevecchia Teatina), le prove a cronometro hanno confermato una competitività senza pari degli azzurri. E alla fine il risultato è stato esaltante: il team italiano è stato primo nel medagliere davanti ai padroni di casa.

“Siamo davvero soddisfatti – spiega Luca Pizzi – e siamo prontissimi ad affrontare una stagione che sarà impegnativa e che vedrà un break solo a fine estate, in attesa del Mondiale di Copenhagen”. I prossimi impegni per i fratelli Pizzi, primi nel Ranking mondiale per la categoria Tandem, sono il 28 e 29 maggio a Piacenza; il 3 e 4 giugno a Gippingen, in Svizzera, per la Coppa Europa; il 10 e 12 giugno a Segovia in Spagna per la Coppa del Mondo; e il 18 e 19 giugno a Paternò per gli Assoluti. “Un calendario zeppo di appuntamenti – ribadisce Luca Pizzi –, molti dei quali servono ad accumulare punteggio per le Olimpiadi di Londra del 2012, alle quali puntiamo. Finora abbiamo ottenuto risultati importanti – continua – per i quali dobbiamo ringraziare il gruppo sportivo Fiamme Azzurre, di cui facciamo parte, e gli sponsor, che sono indispensabili: dai Cicli Masciarelli per le bici, a Big One alla Protecno di Chieti Scalo, al Panathlon Club di Avezzano, alla Sangritana. E poi, ancora, ringrazio l’azienda per cui lavoro, la Honeywell, che mi dà l’opportunità di partecipare alle competizioni senza creare alcuna difficoltà. Un pensiero alla famiglia. E, infine, speriamo che l’amministrazione comunale di Lanciano e la Regione non ci facciano mancare in futuro il proprio supporto, anche perché ci è stato più volte promesso che ci avrebbero concretamente sostenuto”.

28 maggio 2011 0

Rapina all’istituto bancario Carichieti, arrestato un 40enne

Di admin

Questa mattina i carabinieri della stazione di Francavilla al Mare hanno tratto in arresto Galdo Mario, quarantenne di Pescara. L’uomo è ritenuto uno dei responsabili della rapina compiuta il 4 novembre 2010 presso la filiale Carichieti di Francavilla: un soggetto con il volto coperto era entrato all’interno dell’istituto bancario e sotto minaccia si era fatto consegnare il denaro contenuto nelle casse per poi darsi alla fuga in sella a un ciclomotore guidato da un complice che lo attendeva all’esterno.

L’attività d’indagine condotta dai carabinieri della locale stazione ha tuttavia permesso di raccogliere numerosi elementi probatori a carico dell’uomo. L’autorità giudiziaria teatina, concordando con le risultanze investigative fornitegli dai carabinieri di Francavilla, ha infatti emesso apposita ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell’uomo, che questa mattina era nella propria abitazione di Pescara dove i carabinieri si sono recati per trarlo in arresto e condurlo presso la casa circondariale di Pescara

28 maggio 2011 1

L’ex Governatore della Banca d’Italia, Antonio Fazio, condannato a 4 anni e 1,5 mln di euro di risarcimento

Di redazionecassino1

Quattro anni per l’ex governatore di Bankitalia Antonio Fazio, un anno e otto mesi per l’ex numero uno di Bpi Gianpiero Fiorani e tre anni a Gianni Consorte. Sono le condanne comminate dai giudici del tribunale di Milano per il processo sulla fallita scalata ad Antonveneta. L’ex governatore dovrà risarcire 1,5 milioni di euro ed è stato condannato anche a 5 anni di interdizione dai pubblici uffici, mentre per due anni non potrà contrattare con la pubblica amministrazione.

Si tratta di misure che si aggiungono alla pena a 4 anni di reclusione comminata dai giudici di Milano per la fallita scalata ad Antonveneta, una condanna superiore ai tre anni chiesti ieri dalla procura.

28 maggio 2011 0

Si dimette Daniela Melchiorre, sottosegretario allo sviluppo economico

Di admin

L’ex magistrato e presidente dei Liberaldemocratici Daniela Melchiorre con una lettera indirizzata a Silvio Berlusconi annuncia le dimissioni dalla carica di Sottosegretario allo Sviluppo Economico. La Melchiorre ricorda di non aver ancora preso la carica e non intende più farlo dopo quelle che lo stesso sottosegretario avrebbe definito le incredibili dichiarazioni del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi” contro i magistrati italiani al presidente statunitense durante il G8 e trasmesse dalle telecamere di tutto il mondo. Secondo la Melchiorre, che difenderebbe i colleghi magistrati, si sarebbe superato ogni limite ed è inaccetabile la volgarità dei giorni trascorsi, per di più in un vertice internazionale.

28 maggio 2011 1

La truffa delle auto, la Polstrada di Lanciano denuncia 6 commercianti

Di redazione

Hanno truffato lo Stato e la Fiat grazie ad un articolato e ben congeniato sistema di documenti falsi che permetteva loro di percepire indebitamente i finanziamenti statali per la rottamazione delle auto e per accedere agli sconti dipendenti Fiat. A scoprirlo in una cpillare indagine sono stati gli agenti dell’ufficio di polizia giudiziaria della Polstrada di Lanciano. Un giro di affari milionario che, solo nei primi mesi del 2010, aveva fruttato a sei rivenditori di auto frentani, oltre 400 mila euro. L’organizzazione era capeggiata da una donna, S. F. C. 44 anni di Fossacesia, conterranea di B.C. 42 anni, c’era poi A.D.P. 37 anni di Vasto, S.T. 54 anni e M.G. 27 anni di Lanciano e T.D.C. 27 anni di Crecchio. All’insaputa dei clienti i sei riuscivano a farli rientrare negli incentivi per la rottamazione che, riscuotevano direttamente loro. Così come lo sconto dipendenti Fiat. I clienti, attraverso falsi documenti, risultavano parenti di dipendenti Fiat, per cui i commercino riuscivano a comprare uto a prezzo ridotto che rivendevano, però a prezzo pieno.