Approvato il bilancio 2010 di Innova: superati tutti gli obiettivi

7 maggio 2011 0 Di admin

Il consiglio d’amministrazione di Innova (Azienda speciale della Camera di Commercio di Frosinone dedicata alla Formazione Professionale ed ai Servizi) ha approvato il bilancio 2010.

Sono stati raggiunti tutti gli obiettivi che erano stati indicati all’inizio dell’anno.

Per quanto riguarda la Formazione, Innova ha assicurato ben 7.000 ore tra insegnamenti teorici ed attività pratiche ad un totale di 2.600 allievi.

Durante il 2010 i ricavi hanno superato il milione e mezzo di euro: un terzo proveniente da contributi europei, un terzo dalla Camera di Commercio, la restante parte da contributi regionali e da servizi erogati. In soli 4 anni di attività, il trend dei ricavi (al netto del contributo della Camera di Commercio) è quasi raddoppiato, passando dal 36,26% al 68,35%. I costi per gli organi istituzionali sono stati dimezzati, c’è stato un leggero aumento (meno di 14mila euro) del costo del Personale e per il Funzionamento. Questa sana gestione ha permesso ad Innova di restituire alla Camera di Commercio ben 85mila euro di contributo.

Durante l’anno trascorso, Innova ha puntato in maniera decisa sui progetti e le iniziative, raddoppiando il suo impegno in questo settore che è passato da 545mila euro del 2009 a 1,145 milioni del 2010.

Tra i principali progetti realizzati da Innova c’è stato il master di I livello in “City Utility: gestione e sviluppo di forniture e servizi tecnologici con reti infrastrutturali territoriali”, in collaborazione con l’università di Cassino. Si tratta di una proposta formativa che non ha eguali su tutto il territorio nazionale. Per questo è stato registrato un elevato numero di richieste. Il 28 aprile scorso il collegio dei docenti ha selezionato i 20 allievi che frequenteranno il master. La prima lezione si terrà in Camera di Commercio il 20 maggio.

Tramite i fondi di perequazione di Unioncamere sono stati realizzati i progetti per l’adozione di sistemi di gestione ambientale per rafforzare la competitività delle imprese che operano nel distretto del marmo di Ausonia e Coreno; i progetti per lo sviluppo del capitale umano nel mercato del lavoro in provincia di Frosinone; l’università telematica, l’alta formazione e la formazione continua.

E’ stata portata a termine la prima fase del progetto Artigianarte, orientato alla formazione dell’imprenditorialità nel campo dell’artigianato artistico. I corsisti hanno esposto le loro opere presso i locali dell’Officina della Memoria messi a disposizione dal Comune di Fiuggi. Innova, in proposito, ha evidenziato la qualità dei risultati ottenuti ma ritiene che debba aprirsi una seconda fase, nella quale il suo ruolo diventi sempre più marginale a vantaggio invece delle amministrazioni locali, alle quali compete il compito di promuovere e valorizzare le creazioni dell’artigianato artistico formato dall’azienda.

A proposito di artigianato, è stato realizzato un catalogo chiamato “Mestieri Creativi Trasmissione di Capacità”: 15 percorsi formativi, per i quali sono stati già individuati i laboratori presso cui realizzare le attività. Al momento si stanno raccogliendo le iscrizioni. Inoltre, utilizzando il Testo Unico sull’Artigianato messo a punto dalla Regione, sono stati progettati i corsi per la riscoperta degli antichi mestieri tradizionali della Ciociaria; su questo fronte è indispensabile formulare il nostro ringraziamento a Confartigianato, Cna e Uac per il prezioso contributo fornito.

Sul fronte dell’imprenditoria femminile, Innova ha avuto un approfondito confronto con l’apposito comitato della Camera di Commercio, dal quale sono emersi diversi fabbisogni formativi. Conseguentemente, sono stati elaborati e sviluppati due corsi: uno in analisi ed applicazione delle tecniche di leadership emotiva (le lezioni inizieranno nella prima decade del prossimo mese di giugno), l’altro in People Satisfaction (le cui lezioni prenderanno il via durante l’ultima decade di giugno).

In collaborazione con Fondimpresa, Innova ha realizzato – tra gli altri – il progetto Metodo (per la formazione professionale integrata con il proprio lavoro), il progetto Gulliver (incentrato sulla sicurezza), il progetto Green Training (per la valorizzazione dell’ambiente e del territorio). Su questi progetti è opportuno sottolineare l’eccellente sinergia che è stata registrata sia con Frosinone Industria Perform (ente formativo di Unindustria) che con gli enti formativi dei sindacati Cgil Cisl e Uil.

Con la Provincia di Frosinone sono stati sviluppati corsi per addetti a paghe e contributi, panificatori, disegnatori cad. Inoltre sono stati avviati i corsi per la formazione di conciliatori camerali, per agenti in Affari e Mediazione, per pizzaioli e pasticcieri. Anche nella predisposizione dei corsi orientati verso le imprese del settore Alimentare abbiamo potuto ottenere risultati molto positivi solo perché c’è stata una efficace collaborazione con gli enti che sono specializzati nella formazione sul settore specifico, nella fattispecie Alimentarti e Sapori Form della Confartigianato.

«Sono orgoglioso dei risultati raggiunti – commenta il presidente di Innova e della Camera di Commercio, Florindo Buffardi – Dal punto di vista finanziario, Innova adesso cammina per il 63% sulle proprie gambe, senza bisogno di ulteriori finanziamenti. Sotto il profilo professionale, abbiamo messo decine di giovani in condizione di trovare un lavoro grazie alle competenze che gli abbiamo insegnato; abbiamo contribuito ad aggiornare la preparazione di centinaia di persone, fornendogli un valore aggiunto utilissimo per l’azienda che li impiega. Ora bisogna guardare al futuro: abbiamo iniziato lo studio dei progetti Pico, Marte e Latium, con i quali puntiamo ad ottenere altre grandi soddisfazioni. Ma soprattutto dobbiamo iniziare a pensare alle sinergie: abbiamo acquisito una preparazione specifica nel nostro settore e possiamo metterla a disposizione delle altre Camere di Commercio. Penso ad una strettissima collaborazione con Latina, che potrà avvalersi di Innova per le attività di formazione sul territorio del Pontino senza dover istituire una propria azienda speciale. Abbiamo iniziato a lavorare in questa direzione ed il 2011 sarà decisivo. Infine, un ringraziamento particolare va a tutto il personale di Innova, che mi ha affiancato senza risparmiarsi, credendo nei nostri progetti e realizzandoli: la loro convinzione è alla base di buona parte dei risultati che abbiamo raggiunto».