Approvato il Bilancio di previsione dal consiglio Comunale di Cervaro

4 maggio 2011 0 Di redazione

L’Amministrazione comunale di Cervaro, nonostante le ulteriori e pesanti riduzioni dei trasferimenti ordinari dello Stato per 174.650 euro e trasferimenti regionali per 55.000 euro, ha mantenuto invariate tutte le aliquote (Ici, Tarsu, Addizionale Irpef, Trasporti scolastici, Refezione scolatica, Tosap e tasse sulla pubblicità) confermando totalmente tutti i servizi. Lo ha annunciato il sindaco Ennio Marrocco nella relazione durante la seduta consiliare per l’approvazione del bilancio di previsione 2011. Il sindaco ha evidenziato la nota dolente della situazione dei Comuni costretti a lavorare con i continui tagli dei trasferimenti statali che nel bilancio comunale di quest’anno hanno raggiunto una riduzione del 20 per cento della spesa corrente. “Per questo, essere ottimisti – ha detto – significa per esempio essere riusciti a predisporre un bilancio di previsione senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini. Magari siamo costretti a programmare meno, ma ci siamo posti l’obiettivo di non aumentare il carico degli impegni finanziari della popolazione, e ne siamo fieri. Anche quest’anno abbiamo centrato l’obiettivo del “rispetto del patto di stabilità”, che impone il contenimento della spesa corrente e il ricorso all’assunzione di impegni finanziari, nonostante tutto, abbiamo deciso di non toccare le tariffe comunali.”
Marrocco ha elencato poi gli introiti previsti tra cui la regolarizzazione delle pratiche di condono edilizio pari a 230.000 euro, il recupero dell’evasione tributaria Ici per 110.000 euro e della tarsu per 82 mila euro. Inoltre si sta definendo la realizzazione del progetto per la raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio comunale che dovrebbe partire a breve.
Questi i dati contabili principali del bilancio comunale. Entrate Tributarie 2.296.721,75 cosi suddivise: – Imposte 1.319.060,00 (ici, imposta sulla pubblicità, addizionale energia elettrica, addizionale irpef, compartecipazione irpef) tasse 977.661.75 (tarsu ed oneri di urbanizzazione). Trasferimenti dello Stato e dalla Regione 1.740.271,25 così suddivise: trasferimenti dello Stato 1.281.580,25 comprensivo del mancato gettito ICI, 445.000,00 dalla Regione per il sociale e per la Pubblica Istruzione. Entrate Extratributarie 656.734,21 (anagrafe, segreteria, urbanistica, assistenza scolastica etc.), comprensive del contributo regionale per la stabilizzazione degli LSU pari a 436.109,21. Le entrate finanziano le spese correnti per 4.375.527 euro, in particolare le spese del personale 1.297.201,42, comprese le spese del personale in convenzione pari ad € 21.155,00, raccolta e smaltimento RSU 717.480,00, spese per l’assistenza, e le politiche sociali € 637.847,00 , spese per la funzione di istruzione pubblica € 239.900,00. Inoltre sono state programmate in questo bilancio spese per investimenti pari a 15.590.427 euro proponendo di realizzare diverse opere con finanziamenti regionali già approvati ed altri in corso di approvazione. Tra le opere più importanti, proposte e finanziate, il depuratore in località Andreani per 1.400.000 euro, i lavori di recupero edifici di culto Santuario Madonna dei Piternis 100.000 di euro, lavori di messa in sicurezza località Colli per 300.000 euro e lavori di recupero della zona castello di Monte Trocchio per 2.375.000 euro.