Mine antiuomo? No, angurie esplosive

18 maggio 2011 0 Di redazione

E’ l’ultima trovata cinese, anche se non voleva avere esattamente i connotati di un ordigno bellico. In realtà, si tratta di un effetto provocato da un utilizzo eccessivo di forchlorfenuron, una sostanza chimica che favorisce la crescita smodata delle piante. Tanto smodata da far illudere gli agricoltori cinesi di aver finalmente trovato il modo per conseguire più facili guadgni nel minor tempo possibile.
La stessa sostanza utilizzata per le angurie viene impiegata anche in USA per la produzione di kiwi e uva, ma in Cina se n’è fatto un utilizzo smodato, a cui la legge comunque non si oppone, troppe volte a scapito della salute dei cittadini, purtroppo non solo cinesi!