Omicidio Rea, il proprietario del chiosco: “Non ho mai detto di aver visto Melania. Sono infastidito da tanto clamore”

4 maggio 2011 0 Di redazione

“Non ho mai detto dia aver visto Melania Rea, il marito e la figlia”. Lo ha detto a chiare note Alfredo Ranelli, il gestore del chioschetto nel parco di Colle San Marco ad Ascoli, in merito alle testimonianze rese sulla morte della donna 29enne. “Ho sempre detto di aver visto l’uomo, la figlioletta e una donna che, però, non so se fosse quella che poi è morta”. Il chiosco di Ranelli è distante dall’altalena dove il marito della vittima dice di aver visto per l’ultima volta Melania, circa un centinaio di metri, una distanza che non permette di vedere con chiarezza e focalizzare i tre. “Il marito diceva che qui, quel giorno, faceva caldo e per questo era vestito leggero – continua Ranelli – ma non è vero, anzi, la mattina aveva fatto anche la neve”. Un clamore che infastidisce il commerciante e che ne danneggia anche l’attività. Ma oltre a questo aspetto, l’uomo è anche infastidito del fatto che qualcuno della stampa lo ha etichettato come testimone poco attendibile. “Certe volte capisco perché la gente, quando si trova in queste situazioni, preferisce fare i fatti propri”.
Er. Amedei
foto Alberto Ceccon