Omicidio Rea, oggi i funerali ma le indagini sono ad una svolta

16 maggio 2011 0 Di redazione

Somma Vesuviana vuole giustizia per Melania Rea, la mamma uccisa in modo barbaro tra Colle San Marco ad Ascoli e Ripe di Civitella a Teramo. Poche lacrime ma molta rabbia, così in tanti hanno partecipato all’ultimo saluto alla 29enne; gente venute anche da Folignano e da Ascoli Piceno, tra le corone a parte i parenti, il 235° Reggimento Piceno anche con una rappresentanza militare silenziosa. Presente la Suora amica di Melania, ma non la figlia Vittoria che ha salutato virtuamente la mamma con dei palloncini e un cuore rosso con scritto sopra “Ciao MAMMA”. Immancabili le telecamere dei media nazionali che nell’atto della funzione non hanno avuto il permesso di entrare nella chiesa Santa Maria del Pozzo. Solo a fine funzione sono stati autorizzati a fare un breve ripresa di pochi minuti. Il cugino infine ha letto una pensiero che riportiamo in sintesi: “Hai lasciato in un grande dolore, e un vuoto indescrivibile. Melania è stata portata via da un destino crudele che l’ha strappata con violenza inaudita ai suoi affetti, la speranza è che adesso Melania continuerà a vegliare su di noi, sulla sua figlioletta Vittoria”. C’era, ovviamente, anche il marito della vittima, Salvatore Parolisi che, probabilmente le notizie emerse nel corso delle indagini relative a una sua relazione extraconiugale, spiegherebbe il clima di freddezza che si è creato con la famiglia di Melania. Voci di corridoio sostengono che nei prossimi giorni ci sarà una svolta importante nelle indagini.
Alberto Ceccon
[Gallery=289]