Padre Pio “fa il bagno nel Gari”, rinvenuta dai canoisti di Italia nostra una statua del Santo

7 maggio 2011 0 Di redazione

“Abbiamo visto e recuperato di tutto nel laghetto della Villa Comunale: lampioni, carrelli di spesa, batterie di automobili,carrozzine, bombe della 2° guerra mondiale ma mai avremmo pensato di recuperare una statuetta di Padre Pio”. A parlare è Angelo Spllino, presidente dell’associazione ambientalista Italia Nostra di Cassino che da anni si batte per la salvaguardia dei corsi d’acqua del Cassinate ed in particolare del laghetto che il Gari alimenta all’interno della villa comunale di Cassino. Come ogni anno, in primavera, ma altre nel corso delle altre stagioni, i volontari capitanati da Spallino si dedicano alla pulizia della splendida oasi verde di Cassino. E’ stata grande la sorpresa di trovare tra i classici e meno classici rifiuti fluviali la statua del santo di Pietrelcina.
“Voglio sperare che sia stato un gesto di fede – dichiara Spallino – esistono tante immagini sacre
sommerse (Madonne e Cristi), di qualcuno che non voleva offendere il Santo e la coscienza religiosa ed ambientale dei cassinati. Ma la statuetta era quasi al centro del laghetto e visibile solo ai canoisti quindi non “venerabile” da tutti. Allora? Lascio ad altri la soluzione dell’arcano. La statuetta è stata recuperata e posata sulla riva in modo che possa vigilare sull’incolumità dei canoisti. Il Santo avrà già perdonato chi gli ha procurato un bagno prolungato”. Certamente il Santo perdona tutti, ma coloro che non vanno perdonati, anzi ricercati e puniti sono certamente quelli che non hanno di meglio da fare che gettare i loro rifiuti nei fiumi. Ci sono cassonetti delle immondizie eppure ci si ostina a gettare nel corso d’acqua, non solo statue di santi (forse per quelli c’è una giustificazione diversa), ma soprattutto cartacce, buste, bottiglie di plastica e di vetro. Intanto spallino ricorda che “domenica 8 maggio, in occasione della Maratona di Primavera, come avviene ormai da venti anni, i canoisti del Centro Canoa Cassino e del Kayak Club Cus Cassino faranno provare l’emozione del primo giro in canoa a tutti i bambini che vorranno farlo; se poi più di qualcuno, come ogni anno vorrà fare il bis… sarà il benvenuto”.
Ermanno Amedei