Predatori di officine meccaniche, arrestati due 40enne

30 maggio 2011 0 Di redazione

Era da poco passata la mezzanotte quando, ad Ortona, sono scattate le manette ai polsi di Nicola Di Lizio 45enne e Emanuel Josef Vanni, 40enne, entrambi di Ortona, perché dopo aver forzato la porta d’ingresso ed essere penetrati all’interno del magazzino di proprietà di F.M.G. 46enne commerciante del posto, sono stati sorpresi dal padre di quest’ultimo, mentre stavano asportando e caricando su un autocarro marca Piaggio, 10 parti di motore consistenti in monoblocchi del cambio.
Di Lizio è stato tratto in arresto dai militari subito intervenuti sul posto, mentre Vanni, che nel frattempo si era dileguato per le campagne circostanti, è stato fermato e tratto in arresto immediatamente dopo.
Successivi accertamenti hanno consentito di rinvenire su un furgone parcheggiato nei pressi dell’abitazione di Dio Lizio, 26 cerchi in lega per autoveicoli d’epoca che il proprietario del magazzino riconosceva come di sua proprietà e che denunciava come oggetto di furto.
L’autocarro sul quale i prevenuti stavano caricando le parti dei motori veniva sottoposto a sequestro, mentre l’intera refurtiva è stata affidata in custodia giudiziale allo stesso F.M.G.
Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza dellaCompagnia Carabinieri in attesa del rito direttissimo.