Rapinatore di banche in manette. Aveva colpito a Cassino e Isola Liri

12 maggio 2011 0 Di redazione

A SS. Cosma e Damiano (LT), i Carabinieri di Cassino e Sora hanno arrestato, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Cassino, C.P., 41enne di Minturno (LT), perché ritenuto responsabile delle rapine commesse il 22febbraio dello scorso anno alla banca Intesa San Paolo, agenzia di Isola del Liri ed il 5 gennaio alla banca Popolare di Lodi, agenzia di Cassino.
In entrambe le circostanze il predetto, dopo essersi introdotto all’interno degli Istituti di credito, con il volto parzialmente travisato da una sciarpa e sotto la minaccia di un taglierino, ha costretto il Direttore a farsi consegnare circa 19mila euro ad Isola del Liri e 12mila euro circa a Cassino.
Dopo aver avuto la disponibilità del denaro, lo stesso sempre sotto la minaccia dell’arma, si faceva accompagnare fino all’uscita, dileguandosi a piedi per le strade cittadine, facendo perdere le proprie tracce.
La certosina attività investigativa condotta in stretta collaborazione dai Carabinieri delle Compagnia di Cassino e Sora permetteva di raccogliere gravi e concordanti indizi di colpevolezza a carico dell’arrestato. Infatti, il malvivente veniva riconosciuto in fotografia da alcuni testimoni e dipendenti delle banche nel corso di ricognizione fotografica a seguito di comparazione tra la foto segnaletica e le immagini della videosorveglianza.