Giorno: 3 giugno 2011

3 giugno 2011 0

Droga, 34enne sorpreso con cocaina e hashish

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ieri a Broccostella i carabinieri del NORM della Compagnia di Sora, in collaborazione con il personale della Stazione cittadina, hanno tratto in arresto un 34 enne Sorano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, ad un controllo delle forze dell’ordine, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 5 grammi di cocaina e 25 grammi di hashish. Dalla successiva perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti ulteriori 25 grammi di hashish, nonché 38 semi di canapa indiana, 1 spinello e materiale idoneo al confezionamento in dosi, il tutto posto sotto sequestro. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino.

3 giugno 2011 0

Studio dell’Istat sulla Cassa Integrazione, diminuisce rispetto all’anno scorso, aumentano ripsetto ad Aprile

Di redazione

Nel mese di maggio 2011 sono state autorizzate 103 milioni di ore di cassa integrazione. Rispetto allo stesso mese del 2010, quando le ore autorizzate furono 116 milioni, la diminuzione è dell’11,1%, mentre in confronto ad aprile 2011, quando le ore autorizzate erano state più di 92 milioni, si tratta di un aumento del 12,1%.

Complessivamente, nel periodo da gennaio a maggio 2011 si registra una diminuzione del 19,19% delle ore autorizzate, pari a 428 milioni, rispetto a quelle cumulate nello stesso periodo del 2010, quando furono 530 milioni.

“Si tratta di un dato che conferma la prudenza delle imprese italiane – commenta il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua – che preferiscono metter da parte ore autorizzate di cassa integrazione anche in presenza di segnali di ripresa nella produzione. In ogni caso, una valutazione più approfondita potrà essere fatta solo quando si conosceranno i dati relativi al tiraggio, che dimostra le ore di cassa integrazione effettivamente utilizzate dalle imprese”.

Analizzando i dati di maggio si rileva che, per quanto riguarda gli interventi ordinari (CIGO), le ore autorizzate sono sostanzialmente invariate, passando da 19,2 a 19,9 milioni. Deciso è invece il calo rispetto allo stesso mese dello scorso anno (-42,6%), quando le ore autorizzate furono 34,7 milioni. Il forte decremento della cassa integrazione ordinaria rispetto ad un anno fa si registra sia nell’industria (-42,6%) sia nell’edilizia (-17,3%).

Il numero di ore di cassa integrazione straordinaria (CIGS), pari a 51,7 milioni nel mese di maggio appena trascorso, registra un aumento del 13,2% rispetto a maggio 2010, e del 22% nei confronti di aprile 2011, mese in cui le ore autorizzate sono state 42,3 milioni.

Anche gli interventi in deroga (CIGD), per i quali sono state autorizzate 31,7 milioni di ore, sono lievemente aumentati rispetto al mese di aprile 2011 (3,8%). Consistente, invece, è stata la diminuzione rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (-11,46%).

Analizzando i dati del periodo gennaio maggio, emerge che la flessione nelle richieste di cassa integrazione dei primi cinque mesi dell’anno è del 46,2% per la cigo, che scende da 185 a 99 milioni di ore autorizzate, del 10% per la cigs, che passa da 210 a 189 milioni di ore. Solo la cassa in deroga fa segnare un leggero aumento (+3,71%) passando da 134 a 139 milioni di ore autorizzate.

In calo le domande di disoccupazione e mobilità, i cui dati sono riferiti ai primi quattro mesi dell’anno. Le domande di disoccupazione presentate nell’aprile del 2011 sono state 66 mila, contro le oltre 75 mila dello stesso mese del 2010 (-12,5%). Più accentuata ancora la diminuzione delle richieste di mobilità, passate dalle oltre novemila del 2010 alle poco più di seimila di quest’anno (-28%).

3 giugno 2011 0

Il dopovoto in Abruzzo, Menna (Udc): “Dalle urne un responso che non può essere ignorato”

Di redazione

“E’ un risultato con luci ed ombre quello scaturito domenica scorsa dalle urne, soprattutto in provincia di Chieti. I dati elettorali debbono stimolare la riflessione con pacatezza, ma anche con rinnovata determinazione”. E’ quanto dichiarato stamani da Antonio Menna, capogruppo Udc al Consiglio regionale, commentando il voto delle amministrative nei grandi e piccoli centri della nostra regione. Secondo Menna, “a questo punto s’impone un cambio di marcia che non può più essere procrastinato perché con il loro voto, i cittadini hanno espresso una precisa volontà. Per esempio, hanno punito la condotta assunta dal Pdl, affidato ad una classe politica confusionaria e pasticciona che non ha saputo dialogare, soprattutto con le forze moderate e centriste, ma ha anche lanciato messaggi precisi al centro sinistra, che negli ultimi tempi si è lanciato all’inseguimento di sogni ambigui, affidati alle emotività del momento e senza costruire progetti chiari. Certamente, ha aggiunto Menna, di fronte a questo quadro politico in continuo movimento, l’Udc deve accelerare al massimo il percorso di rinnovamento e di consolidamento del nuovo progetto politico, lavorando essenzialmente su due linee chiare e determinate: definizione di una organizzazione diffusa sul territorio, offerta di proposte credibili da mettere al servizio della comunità abruzzese, a cominciare da un sistema socio- sanitario moderno dove ogni contesto locale dovrà essere destinatario di servizi qualificati ed efficienti; da politiche mirate per i giovani (l’Abruzzo vanta oggi il triste primato del 29,5% di disoccupazione giovanile), da nuove politiche per il lavoro e, soprattutto, per fronteggiare le cosiddette “nuove povertà” che nella nostra regione stanno assumendo un preoccupante rilievo, soprattutto in alcune aree marginali: periferie delle grandi città, paesi inseriti in zone con una storica economia depressa, ecc.”. “Inoltre, ha stigmatizzato Antonio Menna, è indispensabile riprendere il discorso dei costi della politica, della nuova etica in politica, dei tagli dei cda, dare un tagli deciso e definitivo alla politica dei ‘commissari’. Il vero banco di prova dei prossimi mesi si misurerà soprattutto su questi temi, e sulla capacità della Regione di saper dare risposte puntuali, accorte e concrete. Con gli amici di FLI ed API, stiamo lavorando già da molte settimane in questa direzione. In Consiglio regionale abbiamo dato vita alla federazione dei moderati (il cosiddetto terzo polo) che comincia ad avere una dimensione ed una consistenza sempre più solide. Non sono mancati – ha ricordato Menna – i primi concreti atti politici come la mozione sulla vicenda della Sanità abruzzese, che abbiamo presentato, ed il contributo positivo al varo della legge sulle Ipab. Altre iniziative seguiranno nei prossimi giorni. Insomma, ha concluso il Capogruppo regionale UDC, ritengo che, malgrado tutto, una nuova stagione sta per inaugurarsi anche in Abruzzo. Un tempo di rinnovamento che potrà e dovrà essere ricca di soddisfazioni per la comunità regionale se la politica saprà interpretare e agire sulla base del responso delle urne”.

3 giugno 2011 0

Iniziano domani i Giochi senza quartiere di Lanciano

Di redazione

Si inaugura, domani alle 18.30 in piazza Plebiscito a Lanciano la seconda edizione dei “Giochi senza Quartiere”. Alla cerimonia, oltre al comitato organizzatore, parteciperà anche il neoeletto sindaco Mario Pupillo. La manifestazione sportiva è promossa dalle parrocchie del centro storico di Lanciano per i ragazzi delle scuole catechistiche con l’ausilio tecnico del Centro Sportivo Itraliano e delle associazioni e comitati dei quartieri storici della città. Il programma prevede il saluto del sindaco, la benedizione della fiaccola olimpica e l’accensione del tripode con cui si darà il via ai tornei. Parteciperanno oltre 200 bambini e ragazzi e la manifestazione durerà 15 giorni. Le parrocchie interessate sono Madonna Del Ponte, Santa Lucia, Santa Maria Maggiore e San Nicola. Si faranno tornei di calcetto, pallavolo e biliardino. Questo il programma Sabato 21 maggio 2011 Ore 16.30 In piazza del Malvò, primo appuntamento con “Piazze in gioco”, momento di gioco e di festa per fanciulli e ragazzi. All’evento partecipano in particolare i ragazzi delle scuole catechistiche delle parrocchie organizzatrici, accompagnati da catechisti ed educatori. Sabato 4 giugno 2011  Ore 16.30 In piazza Garibaldi, secondo appuntamento con “Piazze in gioco”, momento di gioco e di festa per fanciulli e ragazzi. All’evento partecipano in particolare i ragazzi delle scuole catechistiche delle parrocchie organizzatrici, accompagnati da catechisti ed educatori.  Ore 18.30 In piazza Plebiscito, cerimonia di apertura dei giochi: sfilata dei bambini e ragazzi partecipanti in divisa e con le bandiere (provenienza: San Nicola da piazza Garibaldi attraverso via Corsea, Santa Lucia da corso Roma, Madonna del Ponte e Sant’Agostino da via dei frentani Santa Maria Maggiore da vico I Corsea), lettura della formula di apertura, accensione del tripode che rimarrà acceso in piazza per l’intera durata dei giochi. A seguire, in piazza Plebiscito, momento di festa e di convivialità a cura del Comitato organizzatore. Domenica 5 giugno 2011  Ore 16.30 Corsa podistica per le vie del centro storico di Lanciano, aperta a tutta la cittadinanza, con partenza dalla chiesa parrocchiale di San Nicola ed arrivo in piazza Plebiscito (percorso: strada Garibaldi, vico XXXV Garibaldi, strada Santa Maria Maggiore, via Finamore, larghetto del Malvò, strada Corsea, vico I Corsea, via Corsea, via degli Agorai, vico I Agorai, via de’ Frentani, piazza Plebiscito). A seguire, in piazza Plebiscito, premiazione dei vincitori e dei partecipanti. Da lunedì 6 a venerdì 17 giugno 2011  –.– Svolgimento dei tornei presso la palestra comunale di via dei Funai e l’auditorium San Giovanni di Dio in largo mons. Tasso. Sabato 18 giugno 2011  Ore 10.30 Presso il Palazzo degli Studi in c.so Trento e Trieste, convegno “Sport in parrocchia: educare attraverso lo sport”, aperto alla cittadinanza e promosso dal Comitato organizzatore dei giochi, curato dal Centro Sportivo Italiano di Lanciano-Ortona, con il patrocinio dell’Assessorato all’Istruzione, alla Cultura e alle Attività Sportive del Comune di Lanciano.  Ore 15.00 Presso l’impianto della palestra comunale di via dei Funai, finali dei tornei a squadre. A seguire, corteo degli atleti lungo larghetto del Malvò, via Finamore, via dei Tribunali, piazzale della Pietrosa, corso Trento e Trieste, piazza Plebiscito  Ore 18.00 In piazza Plebiscito, proclamazione e premiazione dei vincitori, con cerimonia di chiusura dei giochi e spegnimento del tripode.  Ore 19.00 In Cattedrale, santa Messa vespertina animata dai partecipanti alla manifestazione.  Ore 20.00 In piazza Plebiscito, a chiusura della manifestazione, serata di convivialità promossa dal Comitato organizzatore dei giochi.

3 giugno 2011 0

Bovini infetti da tubercolosi, il Nas sequestra 17 capi a Campobasso

Di redazione

I Carabinieri del NAS di Campobasso, indagando su un giro di capi bovini infetti dalla tubercolosi provenienti dalla provincia di Foggia e commercializzati da un allevatore di Campobasso, hanno sequestrato presso un’azienda agricola di Morcone (BN) 17 capi bovini dei quali 2 sono risultati positivi alla tubercolosi, per un valore di circa 35000 euro; le indagini proseguono per verificare la regolarità della documentazione sanitaria di provenienza dei bovini infetti.

3 giugno 2011 0

Sgominata a Popoli una organizzazione di ladri rumeni

Di redazione

Sono stati necessari due mesi di intenso lavoro investigativo ma alla fine, i carabinieri della compagnia di Popoli (Pe) comandata dal capitano Pasquale Del Giudice hanno sgominato una organizzazione criminale dedito alla commissione di furti in abitazioni, fabbriche e supermercati. Sono state così indagate 10 persone, ritenute responsabili di “associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti presso abitazioni, presso supermercati (c.d. taccheggio) e presso sede industriali (furti di cavi elettrici). Il Magistrato inquirente, Dott. G. Varone, concordando con le risultanze investigative, richiedeva l’emissione di misure cautelari che venivano emesse dal G.I.P. Dott. G. Sarandrea, nei confronti di otto cittadini rumeni, tutti indagati per aver costituito e partecipato a vario titolo all’organizzazione. Altri due, le cui posizioni sono marginali, sono stati invece deferiti in stato di libertà. Nel pomeriggio di ieri, i militari della Compagnia di Popoli, con il supporto operativo delle Compagnie Carabinieri territorialmente competenti (Pescara e Giulianova), hanno arrestato tre degli otto soggetti, eseguendo altrettante perquisizioni. Per Florin Mustafa 35enne (Romania) – ritenuto il capo dell’organizzazione – e sua moglie Elena Memetel, 34enne entrambi di Calarasi (Romania), nonché Cristian Cociu 23enne di Bucarest, si sono aperte le porte del carcere. Gli altri, già allontanatisi dal territorio italiano a seguito degli arresti in flagranza patiti durante l’attività d’indagine, sono in corso di localizzazione all’estero. Le indagini, condotte dal N.O.R. della Compagnia di Popoli, hanno preso il via nel mese di aprile, quando i militari, impiegati in una serie di servizi di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, in data 05 aprile 2011 deferirono in stato di libertà tali P.M.B 23enne e S.I.A. 24 enne, entrambi di Calarasi, per “porto abusivo di grimaldelli” poiché controllati all’uscita del casello autostradale di Bussi-Popol venivano trovati in possesso di arnesi atti allo scasso e due passamontagna di colore nero. In considerazione del fatto che a distanza di circa un’ora dal controllo venivano registrati alcuni furti nella zona, uno in forma tentata da soggetti travisati da passamontagna presso un’abitazione di Bolognano, gli inquirenti ipotizzarono che vi fosse un collegamento tra gli autori di tali furti ed i soggetti fermati, ritenendoli tutti parte di un gruppo malavitoso dedito ai furti seriali, che, anche nel recente passato aveva funestato la zona. Le successive indagini portavano alla luce l’esistenza dell’organizzazione e consentivano di identificarne i partecipanti, fissarne i ruoli e stabilirne gli scopi. Capo indiscusso dell’organizzazione è MUSTAFA Florin il quale, sebbene sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari a seguito del suo arresto in flagranza di reato, organizzava le attività delittuose dei sodali ed assegnava loro compiti specifici in merito ai singoli furti da compiere. COCIU Cristian forniva, invece, i mezzi attraverso cui i compartecipanti all’associazione malavitosa effettuavano gli spostamenti finalizzati in via preliminare ad eseguire i sopralluoghi nelle zone ove il gruppo era intenzionato a compiere furti ed in seguito portare a termine tali scopi programmati. Attività queste devolute in via principale ai sodali di sesso maschile, mentre le donne, accompagnate sugli obiettivi da un uomo, erano invece dedite all’attività di taccheggio. Nei due mesi d’indagine sono stati arrestati in flagranza di reato alcuni dei consociati; tre per furti di cavi di rame commessi in Fossacesia nella notte tra l’8 ed il 9 aprile 2011, uno per analogo furto commesso in S.Vito Chietino nella notte tra il 20 ed il 21 aprile 2011, ed altre due per taccheggio ai danni dell’Oasi di Roseto degli Abruzzi il 22 aprile 2011. In altre circostanze sono stati documentati una serie di sopralluoghi effettuati da alcuni degli associati, presso obiettivi individuati nei comuni di Pescara, Avezzano, l’Aquila ed Isernia. Furti che poi non venivano realizzati o perché messi in fuga dai sistemi d’allarme o per l’intervenuto arresto, per altro furto, di alcuni dei soggetti che avrebbero poi dovuto materialmente operare.

3 giugno 2011 0

Referendum, l’Idv di Vasto mobilitata per sensibilizzare la cittadinanza al voto

Di redazione

Continua l’impegno dell’Italia dei Valori nella campagna referendaria. Nella giornata di domenica i volontari e gli esponenti vastesi del partito saranno impegnati in una capillare azione di sensibilizzazione tra Vasto e San Salvo Marina. «I banchetti dell’Idv tornano in piazza per dare agli elettori tutte le informazioni sul referendum del 12 e 13 giugno prossimi. – spiega il consigliere regionale e leader nel Vastese del partito, Paolo Palomba – Ringrazio pubblicamente gli attivisti e i volontari per lo straordinario impegno profuso in occasione di questo importante appuntamento elettorale. L’Idv è sempre al fianco dei cittadini, anche in questa battaglia sulla legalità, per ribadire l’uguaglianza di tutti i cittadini rispetto alla legge, ma anche e soprattutto in difesa dell’ambiente, contro il nucleare e contro le speculazioni di chi vorrebbe far soldi con un bene prezioso e pubblico come l’acqua». Oltre ai banchetti informativi per il referendum, il consigliere regionale Palomba sta curando l’organizzazione di una trasferta a Roma in occasione della chiusura della campagna referendaria. Tutti i cittadini della zona di Vasto e San Salvo e del Vastese interessati a prendere parte alla trasferta romana, prevista per il prossimo 10 giugno, possono contattare il numero 085-4429563.

3 giugno 2011 0

Sanità(mala), riscontri radiodiagnostici con il contagocce ad Anagni, l’Ugl protesta

Di redazione

“A partire dal primo giugno 2011 la Direzione aziendale della USL di Frosinone per i motivi ormai noti, ha disposto la sospensione dell’attività medica di radiologia al pronto soccorso di Anagni (Fr) dalle ore 14,00 alle 08,00 del giorno successivo” Lo scrive in un comunicato stampa Maurizio Cavagni Dirigente sindacale dell’Ugl Frosinone. “Alla stessa data la UGL Sanità, con nota indirizzata al managements aziendale, ha manifestato la propria contrarietà al provvedimento, poiché l’assenza di detto personale determina grave criticità nell’assicurare l’emergenza urgenza. In particolare la scrivente UGL Sanità, nella nota evidenzia i potenziali, ma inevitabili disfunzioni che ne conseguono, prima fra tutti, i conseguenti disagi causati ai pazienti utenti, sia per le difficoltà nel trasporto in altre strutture, sia per gli inevitabili ritardi diagnostici. Non entriamo nel merito della gestione del disposto cronoprogramma, a nostro avviso assai discutibile, chiediamo però che siano rispettati i requisiti minimi organizzativi e d’assistenza al soccorso, nella fattispecie in evidente difetto”. Dirigente sindacale Maurizio Cavagni

3 giugno 2011 0

Batterio killer, domani cetrioli “antipanico” sull’autostrada

Di redazione

Cetrioli locali, insieme all’intera gamma della frutta e verdura Made in Lazio, freschi, di stagione e a chilometri zero saranno disponibili domani, sabato 4 giugno a partire dalle ore 9,00 in diverse aree di sosta dell’autostrada compresa quella della Macchia, direttamente dalle mani degli agricoltori che spiegheranno i metodi di produzione e i controlli che assicurano all’Italia il primato di qualità e sicurezza alimentare. Lo rende noto la Coldiretti nel commentare positivamente le dichiarazioni del Ministro della Salute Ferruccio Fazio sul fatto che “non e’ possibile che prodotti contaminati arrivino sui nostri mercati”. Dopo le importanti rassicurazioni del Ministero della Salute e dell’Istituto superiore della Sanità, l’unico pericolo certo che corre l’Italia è – sottolinea la Coldiretti – il danno economico per i produttori agricoli per la psicosi ingiustificata provocata dal rincorrersi di notizie contraddittorie che spesso si rivelano infondate sull’epidemia di Escherichia Coli che ha causato perdite per oltre 20 milioni di euro all’ortofrutta Made in Italy in una sola settimana. Per questo è necessario avviare campagne di informazione con iniziative anti panico rese possibili grazie all’accordo tra Coldiretti e Autostrade per l’Italia che hanno messo a disposizione alcune aree di sosta dove per la prima volta saranno aperti i mercati degli agricoltori di Campagna Amica, i cosiddetti farmers market dove il prodotto non subisce intermediazioni e manipolazioni. L’obiettivo è di far conoscere e promuovere presso turisti e viaggiatori, italiani e stranieri, i prodotti del territorio per rilanciare i consumi di alimenti sicuri indispensabili per la dieta, offerti con il miglior rapporto prezzo qualità. Presso l’area di sosta ciociara ci sareanno i produttori pontini contro l’ennesimo caso di pandemia ingiustificata.

3 giugno 2011 0

Fiamme sull’Autostrada, un morto nello schianto tra camion e pullman

Di redazione

E’ drammatico il bilancio dell’incidete stradale che è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi sul tratto autostradale Roma Napoli, in direzione nord, tra Ceprano e Frosinone. A rimanere coinvolti nello scontro sono stati tre camion tra cui un’autocisterna e un pullman della Simet. Al momento si conta una vittima e diversi feriti. Le operazioni di soccorso sono rese difficili dalle fiamme che hanno avvolto alcuni dei veicoli coinvolti.