Giorno: 11 giugno 2011

11 giugno 2011 0

Tpl, giunta Lazio approva riparto finanziamento ai comuni

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Giunta regionale del Lazio, presieduta da Renata Polverini, ha approvato nel corso dell’ultima seduta, su proposta dell’assessore alla Mobilità e Trasporto pubblico locale, Francesco Lollobrigida, la delibera per il piano di riparto dei finanziamenti in favore dei Comuni del Lazio per lo svolgimento dei servizi di trasporto pubblico urbano per il 2011.

“Lo stanziamento complessivo, che ammonta a 70 milioni e 244mila euro – spiega l’assessore Lollobrigida – permette di mantenere la qualità dei servizi offerti nel trasporto pubblico urbano dei Comuni delle cinque province Lazio per il 2011, così come è stato fatto per il 2010. Si tratta di un provvedimento importante – conclude Lollobrigida – attraverso il quale la Giunta Polverini dà stabilità ai trasporti urbani pubblici in una fase ancora finanziariamente critica per il settore, cui non abbiamo voluto far mancare, ancora una volta, il sostegno dell’amministrazione regionale”.

11 giugno 2011 0

Cosilam, Maruccio (IDV): “Conferma della fiducia nel nostro progetto politico”

Di admin

Dall’Ufficio Stampa Gruppo IdV riceviamo e pubblichiamo: “Abbiamo voluto con forza l’elezione di Giuseppe Golini Petrarcone alla presidenza del Cosilam (Consorzio per lo sviluppo industriale del Lazio Meridionale) perché abbiamo ritenuto che in questa nuova stagione il segnale di rinnovamento avallato in massa dai cittadini alle ultime amministrative debba riguardare anche i comparti produttivi del cassinate. Petrarcone è l’uomo giusto per guidare il consorzio in questo periodo storico e su questa analisi siamo riusciti a far convergere anche le altre forze politiche. Il vento è cambiato e su questo pare che ormai nessuno abbia più dubbi. Sono convinto che il sindaco di Cassino, al quale faccio i miei migliori auguri di buon lavoro, possa guidare nel migliore dei modi il rinnovamento.” Lo dichiara in una nota il segretario regionale dell’Italia dei Valori, Vincenzo Maruccio

“Ritengo inoltre significativo che il progetto programmatico che ha portato Petrarcone a raggiungere questi importanti risultati e a guadagnare la fiducia di tutti coloro ora guardano con rinnovata speranza ad un futuro fatto di sviluppo e buon governo, parta da forze politiche, come l’Italia dei Valori, che stanno dimostrando lo spessore delle proprie proposte e si candidano credibilmente a forze di governo.

Da oggi – conclude Maruccio – parte un grande periodo di lavoro che, ne siamo convinti, consentirà presto di misurare concretamente i risultati in termini di sviluppo economico, rilancio dell’occupazione e buon governo, che i cittadini si aspettano da noi.”

11 giugno 2011 0

Molesta una donna e sferra un fendente col coltello al convivente, arrestato per tentato omicidio

Di admin

Nel corso della nottata, in Veroli, località Castelmassimo, i carabinieri del N.O.R.M. della Compagnia, unitamente a quelli del N.O.R.M. di Frosinone e della Stazione di Veroli, traevano in arresto, in flagranza di reato, un 38enne di nazionalità Marocchina, domiciliato in quel centro, per tentato omicidio e porto di coltello di genere proibito. Il predetto, alle ore 01.30 circa, nel piazzale antistante il Bar “377”, sferrava con un coltello un fendente ad un 31enne di Veroli, intervenuto a difesa della propria convivente che stava subendo molestie da parte del suddetto. L’aggressore, subito dopo il ferimento, si dileguava a bordo di un automezzo, venendo prontamente rintracciato presso la propria abitazione dai militari operanti.

A seguito delle gravi ferite riportate, il verolano veniva ricoverato presso il reparto di chirurgia dell’ospedale civile di Frosinone, con prognosi riservata.

Il coltello del tipo a serramanico utilizzato per il ferimento, rinvenuto poco distante dal luogo dell’evento, veniva sequestrato, mentre l’arrestato veniva associato presso la Casa Circondariale di Frosinone.

11 giugno 2011 0

Esibizionista del sesso denunciato dalla polizia, si è denudato in auto di fronte a diverse ragazzine

Di admin

Per soddisfare le proprie pulsioni sessuali sceglieva luoghi di ritrovo frequentati da ragazzine il quarantasettenne alatrense che ieri sera è stato sorpreso dagli agenti delle Volanti in servizio di controllo del territorio, nella centralissima via A. Moro. L’uomo ha trascorso diverso tempo in sosta dove erano radunate diverse ragazzine.

Lo sguardo fisso rivolto alle giovani ha suscitato le fantasie erotiche del quarantasettenne che all’interno della sua auto ha iniziato a denudarsi mostrando le parti intime. Le pattuglie Volanti sono immediatamente intervenute bloccando l’uomo e riportando la calma tra i passanti che avendo assistito alla scena si erano allarmati. L’uomo, con numerosi precedenti per la stessa tipologia di reato, è stato accompagnato negli uffici della Questura e denunciato a piede libero per atti osceni in luogo pubblico.

11 giugno 2011 0

Discriminati i turisti a quattro zampe, Aidaa si rivolge alla Ue

Di admin

Da Aidaa riceviamo e pubblichiamo: Limitazioni a chi vuole viaggiare con il cane in treno, discriminazioni per chi vuole portare il proprio cane negli alberghi e nelle pensioni (anche se qui le cose sono migliorate), una sola manciata di stabilimenti balneari e di spiagge libere attrezzate per turisti con fido al seguito, meno del 30% delle case di vacanza sia al mare che in montagna che affittano case ai possessori di cani di media e grossa taglia. Impossibile portare il cane nel 75% dei ristoranti, in almeno la metà dei bar e ancora meno si può portare il cane in strutture ed uffici pubblici, banche e uffici postali. Niente possibilità di portare il cane con se nel 94% dei reparti ospedalieri dove potrebbe essere ammesso, multe salate per chi porta il cane a sgambare sulla spiaggia anche se non sempre sono chiari i divieti, multe estese anche a chi porta il cane sulla battigia (dove invece potrebbe camminare stando al guinzaglio) ed in alcuni casi anche per chi porta il cane a bagnare i piedi nei torrenti e nei fiumi. Questi sono solo alcuni degli esempi di discriminazione e vessazione a cui sono sottoposti ogni giorno i turisti (ma anche i semplici cittadini) che vogliono viaggiare con il proprio cane o che vogliono andare in vacanza con fido. AIDAA ha deciso di dire basta e insieme al movimento per il turismo delle famiglie con animali che fa capo alla stessa associazione ha deciso di rivolgersi all’Unione Europea dove ieri (venerdi) ha presentato una petizione al Parlamento Europeo (allegata sotto il comunicato) con la quale si chiede al Parlamento Europeo di intervenire per porre fine alle limitazioni del diritto di mobilità dei cittadini che hanno al seguito i quattro zampe ed in particolare ai turisti a 4 zampe come vengono oggi definiti coloro i quali vanno in vacanza con l’inseparabile fido. Nella petizione firmata dal presidente di AIDAA Lorenzo Croce si fa riferimento alle normative europee che garantiscono la libera circolazione per le persone nel territorio delle nazioni aderenti all’Unione Europea. “Le discriminazione sono più o meno diffuse nei paesi europei con accenni diversi di maggiore e minore civiltà- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- noi non vogliamo che i turisti a quattro zampe abbiano dei privilegi, no vogliamo solo che possano avere gli stessi diritti degli altri cittadini dell’Unione a partire dal diritti di viaggiare in treno in maniera civile con il proprio cane al seguito e senza troppe vessazioni. Per questo ci aspettiamo una risposta rapida e positiva da parte della commissione del Parlamento Europeo in modo da poter chiedere maggiori diritti e maggiore uguaglianza per i cittadini che viaggiano con i cani al seguito e allo stesso tempo per chiedere nuovi diritti condivisi per gli animali che vivono dentro i confini dell’Unione e di inserire l’accettazione dei diritti degli animali come pregiudiziale per gli stati che chiedono di essere ammessi alla comunità”

11 giugno 2011 0

Cosilam, Tedeschi (IDV): “Auguri di buon lavoro a Petrarcone e a nuovo CdA”

Di admin

Dall’ufficio stampa Gruppo Idv riceviamo e pubblichiamo:

“Auguri di buon lavoro al neo-eletto Consiglio di Amministrazione del Cosilam e complimenti per aver ricevuto il consenso unanime dei votanti. La presidenza al neo-eletto sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, è ancora una volta segno evidente della forza di aggregazione, espressione della volontà di impostare su nuove basi il grande lavoro che attende sia l’Amministrazione comunale di Cassino, sia il Cosilam. I successi riportati dal centro-sinistra nel nostro territorio diventano pertanto, unitamente alla vittoria del sindaco Morini ad Alatri, punto di partenza per una netta riaffermazione del centro-sinistra in tutta la Provincia di Frosinone.

Il Cosilam in particolare deve costituire un volano per lo sviluppo di tutto il Sud della nostra Provincia: la volontà politica che esprime deve tradursi in una progettualità cui dovrà seguire un crono programma di azioni concrete capaci di creare sana occupazione nel rispetto del principio di efficienza, imperativo cogente per chi è chiamato a gestire fondi pubblici. Le grandi competenze e professionalità presenti all’interno del neo-eletto CdA sono garanzia per tutti i cittadini di una nuova stagione di sviluppo.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori Anna Maria Tedeschi.

11 giugno 2011 0

Genitori a tutti i costi, la coppia cervarese torna libera ma non può lasciare la Romania

Di admin

Garnero Sandra Candelaria 45 anni e il marito Giovanni Sparagna 57 anni in galera in Romania dagli inizi di marzo sono stati scarcerati in questi giorni ma costretti all’obbligo di residenza. Non possono lasciare il paese perchè ancora indagati per traffico internazionale di bambini. I coniugi vennero arrestati perchè tentarono con uno stratagemma di adottare illegalmente un bambino rumeno figlio della loro domestica. I due con l’accordo della ragazza madre falsificarono il documento di riconoscimento della giovane in modo da far risultare che il bimbo fosse figlio di Garnero Sandra Candelaria. Un medico però si insospettì e avvisò le forze dell’ordine rumene e scoprirono il trucco e arrestarono la coppia italiana poco prima che lasciasse il paese con il piccolo. La magistratura rumena sospetta che i due possano essere componenti di una organizzazione internazionale dedita alla compravendita di bambini. A loro carico infatti c’era anche la vicenda di una bambina russa data loro in affidamento e di cui non si avevano più tracce. Gli avvocati italiani Antonio Fraioli e Mariella Violi, recandosi proprio in Romania, hanno seguito la vicenda sostenendo la tesi che i due avessero semplicemente tentato di diventare genitori dopo tanti e innumerevoli tentativi falliti fatti in maniera naturale e che, quindi, nulla avevano a che fare con organizzazioni criminali. Inoltre hanno anche certificato che la bimba data loro in affidamento alcuni anni fa era stata consegnata alle autorità russe. Alcuni giorni fa, il giudice rumeno ha creduto a questa tesi e rimesso in libertà i coniugi cervaresi con l’obbligo di dimora in Romania. Quindi il reato a loro contestato è stato derubricato a semplice reato di aver tentato di far espatriare un minore.

11 giugno 2011 0

Ubriaco in motorino non si ferma all’alt dei carabinieri, 24enne arrestato

Di admin

Guidava il ciclomotore in stato di ebbrezza in piena notte; avendo già precedenti della stessa natura, non si è fermato all’alt dei Carabinieri della Radiomobile di Lanciano ed ha tentato la fuga. Ne è nato un inseguimento per le vie cittadine conclusosi nel quartiere 167 “Santa Rita” dove l’uomo è stato bloccato. Ne è nata una colluttazione condita da insulti verso i militari che alla fine lo hanno ammanettato. Così Lombardi Raffaele, 24enne del luogo, è stato arrestato per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale e la moto sequestrata. L’uomo si è rifiutato di sottoporsi all’esame alcolemico ed è stato denunciato anche per questo. Ora si trova agli arresti domiciliari, come disposto dal Dr. Dicuonzo della locale Procura della Repubblica. Lunedì vi sarà la direttissima.

11 giugno 2011 0

Coldiretti Frosinone: bene operazione dei Nas, la manipolazione dell’etichetta fa paura

Di admin

“L’importante operazione dei Carabinieri dei Nas compiuta in Ciociaria va incontro alle preoccupazioni della popolazione ciociara che considera la poca chiarezza delle etichette il principale rischio associato al cibo”. E’ quanto afferma il direttore provinciale della Coldiretti di Frosinone,Paolo De Cesare che aggiunge. “Il nostro plauso, quindi, ai carabinieri dei Nas di Latina, ai quali garantiamo la nostra massima collaborazione nella direzione di evidenziare ogni forma di sofisticazione di prodotti alimentari. D’altronde – aggiunge De Cesare – di recente abbiamo rimarcato, in più di un’occasione, l’importanza della tracciabilità e della provenienza di prodotti importanti come ad esempio il latte per uso alimentare o per i formaggi. In molti casi, infatti, in Ciociaria, con troppa facilità, continuano ad arrivare materie prime da paesi Europei (a prezzi stracciati) che, una volta lavorate, vengono rimesse sul mercato come prodotti locali magari, come nel caso scoperto l’atro ieri, con etichette ingannevoli. Occorre stigmatizzare con forza, quindi, tali atteggiamenti che, anche nella fase di reperimento delle materie prime, come per il latte, non prediligono il nostro territorio a danno degli allevatori”. E’ determinante per Coldiretti continuare a tenere alta la guardia nei confronti di quanti speculano nel settore mortificando i sacrifici degli imprenditori onesti ed inducendo i consumatori in errore mettendo a rischio la salute di quest’ultimi.”Poter contare sui controlli sulla sicurezza alimentare che i Nas garantiscono rappresenta indubbiamente un vantaggio per l’azione di Coldiretti a tutela degli agricoltori. “E’ importante – incalza il Direttore della Coldiretti De Cesare – segnare una netta linea di demarcazione tra la filiera agricola locale e quella estera d’importazione, indicando in maniera chiara e trasparente l’etichetta comprensiva di provenienza e di tutti gli ingredienti che compongono i prodotti agroalimentari in vendita. I numeri del mercato parallelo di prodotti agricoli provenienti da migliaia di chilometri di distanza, spesso sofisticati, spacciati per prodotti locali e di qualità, quando di qualità non sono, e non sono neppure riconducibili alle nostre imprese”. Per Coldiretti, infine, il decreto sull’etichettatura è importante proprio per garantire un più facile accesso ed una maggiore trasparenza di informazioni nei confronti del consumatore. “Negli ultimi anni – conclude De Cesare – con la mobilitazione a favore della trasparenza dell’informazione, la Coldiretti è riuscita a ottenere l’obbligo di indicare la provenienza per carne bovina, ortofrutta fresca, uova, miele latte fresco, pollo, passata di pomodoro, extravergine di oliva ma ancora molto resta da fare e l’etichetta resta anonima per circa la metà della spesa dai formaggi ai salumi, dalla pasta ai succhi di frutta. Occorre pertanto intervenire per estendere a tutti i prodotti l’obbligo di indicare in etichetta l’origine come previsto dalla legge nazionale approvata all’unanimità dal parlamento italiano lo scorso febbraio 2011. E’ bene ricordare – sostiene la Coldiretti – che sugli scaffali due prosciutti su tre provengono da maiali allevati all’estero senza una adeguata informazione, tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro venduti in Italia sono stranieri mentre la metà delle mozzarelle sono fatte con latte o addirittura cagliate provenienti dall’estero ma nessuno lo sa perché non è riportato in etichetta. Anche per questo l’opera dei Nas continua ad essere basilare per combattere frodi, sofisticazioni e tentativi di manomissione di etichette”.

11 giugno 2011 0

Ceccano, Maurizio Cerroni (Pd): “Le primarie per scegliere il candidato”

Di admin

Dal Pd di Ceccano riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione di Maurizio Cerroni, Segretario del Circolo del PD: “Bisogna cominciare a discutere concretamente per le prossime amministrative di Ceccano ed il PD si mette a completa disposizione della coalizione”. Così ha esordito il segretario cittadino del PD Maurizio Cerroni in merito alle elezioni comunali che si terranno a Ceccano nel prossimo anno. “I risultati elettorali delle ultime amministrative che si sono appena concluse – prosegue Cerroni – testimoniano come non solo il vento in Italia è cambiato, ma come sia la politica stessa ad essere profondamente modificata. Solo chi saprà cogliere i segnali in tal senso potrà essere in sintonia con le istanze dei cittadini. Noi faremo il nostro compito: vogliamo partire subito per costruire un percorso politico-amministrativo che consenta di raccogliere idee e proposte, un confronto chiaro ed aperto con tutte le forze politiche, sociali e culturali che vogliono confrontarsi con noi, aprendosi a tutti coloro che vogliono contribuire in modo da costruire un programma fortemente innovativo per la città. Riguardo alla scelta del candidato a sindaco, credo che sia un dato inconfutabile la constatazione che oggi un progetto politico si rivela vincente quando i cittadini si sentono partecipi e quando tutti i partecipanti assumono pari dignità. Per questo motivo ritengo che il nostro faro debba essere il prezioso strumento delle primarie, senza se e senza ma, un metodo altamente democratico, che permette ai cittadini di scegliere il candidato migliore ed alla coalizione di individuare il candidato più forte. L’importante è che si tenga sempre presente che siamo di fronte ad un obiettivo superiore, quello di fronteggiare una destra che sta devastando il nostro territorio sia a livello provinciale che regionale e non possiamo permettere che arrivi anche al governo del Comune di Ceccano. Tutte le forze che non si riconoscono in questa destra devono dialogare con noi: confrontandoci con le Primarie, che dovranno essere gestite da tutte le forze della coalizione in modo che siano le più trasparenti possibili. In questo modo potremo individuare il candidato più adatto per assicurare buon governo e sviluppo alla città di Ceccano”.