Approvato il bilancio di previsione 2011 ed il piano annuale degli investimenti

10 giugno 2011 0 Di admin

Nel corso della seduta consiliare di mercoledì 8 giugno sono stati approvati lo schema di bilancio di previsione per l’anno 2011 e il piano annuale e triennale delle opere pubbliche.
Il movimento finanziario complessivo del bilancio, che ha risentito di un taglio dei trasferimenti statali di euro 174.967,00, è pari a euro 24.543.379,08.
Alla luce delle suddette difficoltà, tanto il Sindaco, Maurizio Sturvi, quanto il Consigliere comunale consulente del Sindaco in materia di Bilancio, Finanza e Tributi, Alessio Rastelli, nell’introdurre e commentare l’impianto generale dello strumento finanziario, hanno evidenziato che è stata data priorità gli interventi riguardanti la famiglia, la scuola, la popolazione anziana e la salvaguardia del territorio.
“E’ un bilancio improntato sui servizi alla persona – ha dichiarato il primo cittadino – che prolunga l’impegno dell’Amministrazione Comunale sul potenziamento e sulla qualità delle caratteristiche di due settori, scuola e sociale, che riteniamo di fondamentale importanza. Seppure in una situazione economica generale disastrata e aggravata, nel caso del Comune di Paliano, dal tetto dei mutui contratti dalle giunte passate che per il 2011 pesano per 852mila euro di rata annuale, abbiamo lasciato invariate le aliquote relative ai tributi e la tariffa dei RSU. Ricordo che quest’ultima sarebbe aumentata del 30% già dal 1° gennaio 2010 se avessimo mantenuto il contratto con il Consorzio Gaia. Credo si tratti di uno sforzo incredibile” conclude Sturvi che giudica “demagogico, populista e privo di utilità concreta l’atteggiamento delle opposizioni che, irresponsabilmente, hanno preferito abbandonare l’aula rinunciando ad esprimere il loro voto su un bilancio orientato interamente a soddisfare le esigenze delle fasce più deboli della popolazione”.
Ecco, nel dettaglio, alcuni elementi più significativi contenuti in bilancio a partire dal ‘Piano triennale di razionalizzazione e contenimento delle spese di funzionamento’ (dell’Ente): si va dalla limitazione ulteriore dei costi di manutenzione di tutte le macchine d’ufficio, alla riduzione dei costi di gestione degli immobili comunali (uffici e scuole) mediante la progressiva sostituzione delle lampade esistenti con altre a basso consumo, fino alla sostituzione del parco dei mezzi scuolabus, nel triennio 2011/2013, con altri meno inquinanti ed ecologici.
Per quanto riguarda la pressione fiscale, è stata confermata l’addizionale comunale IRPEF nella percentuale dello 0,5%.
Stesse aliquote del 2010 anche per l’ICI: 5,75 per mille per tutti gli immobili fatta eccezione per le unità immobiliari possedute come seconda casa per le quali l’aliquota stabilita è del 7 per mille.
Nessuna variazione nemmeno sulla tariffa dei Rifiuti Solidi Urbani di cui sono state confermate le aliquote del 2010.
I servizi a domanda individuale (mensa e trasporto scolastico) hanno subito lievi variazioni. Dal 1° ottobre 2011, ad esempio, la mensa della scuola materna passerà da 46,48 euro a 48 euro per il primo figlio, da 23,24 a 24 euro per il 2° figlio, mentre rimane gratis per il 3°. Per il trasporto scolastico si pagherà 20,00 euro (fino al 30 giugno si paga 18,08 euro) per il 1° figlio e 15,00 per il 2°. “Si tratta di piccoli arrotondamenti – ha fatto notare il consigliere Rastelli – che comporteranno un leggero aumento di spesa. Ad esempio, una famiglia con un figlio che usufruisce sia del pulmino che della mensa, avrà un aumento complessivo di 3,44 euro al mese”.
Tra le proposte di Giunta deliberata in Consiglio, rientra anche il ‘Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari 2011/2013’, un provvedimento che riguarda la vendita di un terreno comunale in località S. Rocco e degli immobili dove sono attualmente ubicati gli Uffici Postali, la cui alienazione consentirà di estinguere il mutuo contratto per l’acquisto dei locali in questione e altri mutui, e la sede della società partecipata Arkesia.
Nell’ambito degli investimenti, pur rispettando i vincoli posti dalla normativa in vigore ed, in particolare, del Patto di Stabilità, si è provveduto ad inserire nel programma delle opere i lavori ritenuti ‘urgenti ed improcrastinabili’ riguardanti servizi alla persona come la ristrutturazione e ampliamento della Comunità Alloggio Anziani, la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici ed, infine, la realizzazione dell’edificio per il centro cottura e la mensa scolastica. Per i servizi diretti al territorio e all’ambiente, l’attenzione sarà rivolta agli interventi per il ripristino della viabilità compromessa dai danni verificatisi a seguito degli eventi del 17 e 18 marzo scorso con risorse comunali di circa 150mila euro.
Nello specifico: per la manutenzione straordinaria dell’edificio che ospita la Scuola Media ed Elementare sarà contratto un mutuo di 100mila euro, mentre per la realizzazione della mensa scolastica della Scuola Elementare e Media la spesa prevista è di 100.633,00 euro. I lavori alla Comunità Alloggio Anziani che diventerà Casa di Riposo portando i posti letto dagli attuali 12 a 24, verranno finanziati con un mutuo di 152.854 euro; ed infine per la sistemazione delle strade comunali verrà contratto un mutuo di 145.411,20 euro.