Autostrada “a scrocco” della Sangritana, nove indagati per furto e utilizzo di due telepass

24 giugno 2011 0 Di redazione

Durante le prime ore di questa mattina, i Carabinieir della Compagnia di Lanciano, su decreto emesso dalla Procura di Lanciano, hanno eseguito perquisizioni nei confronti di nove soggetti locali.
Il tutto traeva origine da una querela presentata dalla Sangritana, relativa al furto di alcuni Telepass dai propri automezzi.
L’indagine, condotta dai carabinieri della Stazione di Lanciano, ha consentito di appurare, attraverso l’attenta osservazione delle immagini prelevate dai caselli autostradali, che due di questi apparecchi venivano sistematicamente utilizzati da alcune autovetture, che nulla avevano a che vedere con l’azienda.
Nel corso delle perquisizioni, effettuate sui proprietari e coloro che hanno in uso le autovetture su cui gli apparecchi erano stati illegalmente utilizzati, la refurtiva veniva recuperata e sottoposta a sequestro, dando esito positivo al riscontro in particolare su due dei soggetti: M.B., 85enne di Lanciano e residente a Treglio, e A.G., classe 61, nativo di Rocca San Giovanni e residente in Lanciano, già noto alle forze dell’ordine.
Quest’ultimo – a differenza dei restanti nove persone coinvolte, che risultano indagate per ricettazione, in quanto si è appurato che i telepass venivano utilizzati indistintamente sulle loro autovetture durante il trimestre marzo-giugno (durante il quale è stata sviluppata l’indagine), ma che non avevano contatti con l’Azienda – è indagato per appropriazione indebita, in quanto dipendente della Sangritana, per cui aveva avuto nelle proprie disponibilità, per motivi legati al lavoro, l’apparato poi sottratto ed utilizzato a scopi personali.