Autotrasporti, la Finanza scopre una evasione da un milione di euro

17 giugno 2011 0 Di redazione

Gli uomini della Tenenza della Guardia di Finanza di Fiuggi hanno, negli ultimi giorni, terminato una approfondita attività di indagine fiscale nel settore del trasporto di merci su strada. Nel corso dell’operazione è stata individuata, nella cittadina di Alatri, un’impresa “fantasma” non più operativa da diverso tempo ma che di fatto aveva trovato la sua naturale prosecuzione in una società gemella.
Prima di abbandonare totalmente l’attività, poi oggetto dell’indagine, l’amministratore aveva omesso di presentare le prescritte dichiarazioni ai fini dei vari tributi, nascondendo al fisco redditi per circa un milione.
Stavolta la manovra evasiva, oltre a riguardare il mancato adempimento alle disposizioni vigenti in materia di dichiarazione ai fini dei vari tributi, ha avuto il suo punto di forza nella distrazione dei beni in possesso della società verificata alla società gemella, senza tuttavia aver provveduto alla certificazione di tali passaggi “intrasocietari”.
L’attività ispettiva è stata svolta di iniziativa delle fiamme gialle fiuggine che, nell’ambito di un progetto ideato e gestito a livello centralizzato della Guardia di Finanza, mediante l’incrocio dei dati acquisiti dalle Banche dati in dotazione ai militari e agli elementi raccolti nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, hanno individuato l’esistenza di questa società di trasporto merci, di fatto non più operativa, ma ufficialmente ancora censita all’Anagrafe Tributaria come società “in attività”.
L’intensa attività di controllo fiscale condotta dai militari della Guardia di Finanza continua ad essere orientata all’individuazione di fenomeni di grande evasione fiscale, che tuttavia sono connotati da un altissimo grado di complessità nell’accertamento in ragione delle tecniche evasive sempre più insidiose e raffinate utilizzate dagli imprenditori.