Da Napoli a Perugia passando per Cervaro per pulire (solo sulla carta) i rifiuti pericolosi, 9indagati

17 giugno 2011 0 Di redazione

I Carabinieri del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Frosinone hanno notificato a 9 persone tra cui dirigenti/dipendenti della società “RAGMETAL S.r.l.” e di altre, nonché un dipendente ed ex dipendente dell’A.R.P.A. Lazio di Frosinone, un “avviso all’indagato della conclusioni delle indagini preliminari” emesso dal Tribunale di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, poiché ritenute responsabili a vario titolo di “traffico illecito di rifiuti, falso ideologico e falsità ideologica commessa da P.U.”.
L’attività di indagine intrapresa dai militari operanti, con la collaborazione di personale del N.O.E. Carabinieri di Perugia, ha permesso di accertare che la predetta società con sede legale in Napoli e quella operativa in Cervaro (FR), mediante falsa attribuzione del codice C.E.R. (Codice Europeo Rifiuti) smaltiva nella discarica per rifiuti “non pericolosi” ubicata in Colognola di Gubbio (PG), ingente quantità di rifiuto cosiddetto “CAR FLUF”, ritenuto pericoloso.