Furti e piantagioni di marijuana, denunce e arresti nel teramano

17 giugno 2011 0 Di redazione

II carabinieri del Norm di Teramo, ieri, hanno arrestato un giovane per tentato furto aggravato e denunciato altre tre persone per coltivazione di piante di marijuana, furto e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.
Alle 20, circa, la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Teramo ha ricevuto una richiesta di intervento per un giovane che si aggirava all’interno dell’ospedale civile con fare sospetto. L’autoradio della dipendente aliquota radiomobile ha raggiunto l’ospedale e i due militari hanno arrestato l’uomo mentre, con arnesi da scasso, stava aprendo la porta di un ambulatorio all’interno del reparto di Otorinolaringoiatria. Il soggetto, M.G. polacco di 29 anni, pregiudicato, nella mattinata successiva veniva portato davanti al Giudice che convalidava l’arresto e ne disponeva l’espulsione.
Nel pomeriggio, durante la perquisizione dell’abitazione di D.C., ventenne incensurato di Teramo, sono stati rinvenute e sequestrate tre piantine di marijuana ed il giovane è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per coltivazione illecita di canapa indiana. Altre cinque piantine erano state sequestrate nei giorni precedenti in circostanze analoghe a Colledara.
Una cittadina Nigeriana di 36 anni è stata denunciata per furto ai danni di un anziano. La donna, contattata per l’eventuale assunzione come badante del pensionato, una volta all’interno dell’abitazione, approfittando della distrazione dell’uomo, ha sottratto dal portafogli lasciato in camera da letto 220 euro e si allontanava. Una volta ricevuta la segnalazione i militari hanno rintracciato la malfattrice, che stava per lasciare la città, e l’hanno deferita all’Autorità Giudiziaria.
Nel corso di controllo stradale, C.F. ventitreenne di Teramo, è risultato in possesso di un coltello di genere proibito e deferito all’Autorità Giudiziaria per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.