L’Ente Ambito Sociale (EAS) Basso Sangro sottoscrive il piano di zona da 5,3 milioni

25 giugno 2011 0 Di redazione

L’Ente Ambito Sociale (EAS) n. 23 Basso Sangro lunedì mattina sottoscriverà l’Accordo di Programma per l’approvazione del Piano di Zona dei servizi sociali per gli anni 2011/2013. Partner sottoscrittori dell’Accordo sono, oltre ai Comuni di Fossacesia, Casalbordino, Castel Frentano, Frisa, Mozzagrogna, Paglieta, Pollutri, Rocca San Giovanni, Sant’Eusanio del Sangro, Santa Maria Imbaro, San Vito Chietino, Torino di Sangro, Treglio e Villalfonsina, la Provincia di Chieti e l’Azienda Sanitaria Lanciano – Vasto – Chieti.
Il Piano prevede servizi ed interventi per gli anziani, per le famiglie, per i minori, per le persone disabili, per le persone non autosufficienti per un importo complessivo di € 5.398. 404,00, di cui oltre il 59,92 % è a carico dei Comuni associati e il 26,15% è a carico della Regione e dello Stato. Novità assoluta per questa programmazione è che, a partire dal 1° luglio 2011, gli utenti dovranno compartecipare alla spesa in relazione alle fasce di reddito, così come previsto dal Piano Sociale redatto dalla Regione Abruzzo, anche per alcuni taluni servizi che precedentemente erano gratuiti. In relazione ad una simulazione effettuata sulla base dei dati ad oggi in possesso degli uffici, gli utenti parteciperanno ai servizi con una quota complessiva pari al 13,92%. L’Ambito n. 23 Basso Sangro ha voluto mantenere in linea di massima anche per il triennio 2011/2013 tutti i servizi garantiti nella programmazione precedente, nonostante una riduzione dei fondi.
Redatto dal Gruppo di Piano a seguito di un’accurata analisi dei bisogni e delle risorse disponibili, il vasto programma di interventi in campo sociale ha visto la partecipazione e il contributo dei diversi attori del territorio, pubblici e privati, delle sigle sindacali, della Provincia di Chieti, dell’Azienda ASL Lanciano – Vasto –Chieti. L’idea di fondo che ha guidato la stesura del Piano dell’EAS n. 23 è stata quella che le politiche sociali devono basarsi sull’agire concreto e responsabile di più soggetti, divenendo non solo strumento per aiutare chi ha bisogno, ma anche mezzo per emanciparsi dal bisogno stesso, assumendo in tal modo una funzione “anticrisi”.
L’Ente d’Ambito ha organizzato per lunedì 27 alle ore 11.30 presso la Sala del Consiglio del Comune di Fossacesia una conferenza stampa alla quale saranno presenti gli Amministratori dei Comuni dell’EAS e tutte le altre parti interessate per illustrare pubblicamente il piano.