Lanciano, sequestrato dalla Guardia di Finanza deposito incontrollato

8 giugno 2011 0 Di admin

A seguito di un’attenta e complessa attività informativa e di monitoraggio del territorio, i militari della tenenza della Guardia di Finanza di Lanciano, coadiuvati dall’U.P.G. Rocco Carlucci e dall’assistente tecnico Simone Batilde dell’A.R.T.A. – dipartimento provinciale di Chieti, hanno concluso una importante operazione a tutela dell’ambiente.
In particolare e’ stato sequestrato nel comune di Castel Frentano un deposito incontrollato, costituito da un’area demaniale dell’estensione di circa 2.000 mq, utilizzata per lo stoccaggio di circa 1000 traverse ferroviarie in legno e di vagoni per trasporto merci, carrozze ferroviarie per passeggeri, motrici.
Tutto il materiale concentrato era in evidente stato di abbandono, a diretto contatto con il terreno, senza alcuna misura cautelativa e/o isolante; le carrozze versavano in grave stato di corrosione e deterioramento, indubbiamente non suscettibili di riutilizzo.
Si procedeva, quindi, al prelevamento di campioni del materiale rinvenuto nell’area sottoposta a sequestro, per le successive analisi, che consentiranno di determinare l’entità esatta del grado di inquinamento del sito.
La pericolosità, infatti, è legata al fatto che i materiali utilizzati nel ramo ferroviario vengono solitamente trattati con prodotti nocivi per l’ambiente e per l’uomo.

deposito lanciano

E’ stato segnalato all’autorità giudiziaria di Lanciano il legale rappresentante della società ferroviaria utilizzatrice del sito sottoposto a sequestro, per violazione all’ art. 256, co. 1 e 2, del d.Lgs. 152/2006.
L’operazione conferma l’incessante attività di controllo delle fiamme gialle del comando provinciale di Chieti, nei servizi di polizia ambientale, finalizzati alla salvaguardia di un diritto soggettivo, costituzionalmente sancito, quello della salute pubblica e della tutela dell’ambiente.