L’Italia festeggia i 65 anni della Repubblica a 150 anni dall’Unità nazionale

2 giugno 2011 0 Di redazione

Il 65esimo anniversario della Repubblica nel 150 anniversario dell’Unità d’Italia. Il Paese oggi mette da parte le divisioni politiche, o almeno si spera riesca a farlo, e festeggia la ricorrenza. Primo tra tutti il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha fatto omaggio alla tomba del Milite Ignoto al Vittoriano. Poi, in una Roma blindata e preoccupata per possibili attacchi terroristici, cominceranno le celebrazioni con la parata militare. Napolitano è giunto all’Altare della Patria accompagnato dal ministro della Difesa Ignazio La Russa e dal capo di Stato maggiore della Difesa Biagio Abrate. Ha quindi passato in rassegna un battaglione interforze schierato in Piazza Venezia, dove diverse centinaia di persone lo hanno a più riprese applaudito. Sulle scale del Vittoriano, a ricevere il capo dello Stato, ci sono tra gli altri, il presidente del Senato, Renato Schifani, quello della Camera, Gianfranco Fini, e il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Alle 11 è previsto l’arrivo del corteo presidenziale alla tribuna di via dei Fori Imperiali dove sfileranno 5.700 militari e civili. La parata durerà 80 minuti e si concluderà con gli onori finali e il passaggio delle Frecce Tricolori che hanno già fatto un primo sorvolo sull’Altare della Patria. Alla parata, quest’anno, sono presenti oltre 40 capi di Stato e più di 80 delegazioni straniere.