Maltratta e picchia i genitori, il giudice lo… caccia di casa

22 giugno 2011 0 Di redazione

Da diversi mesi teneva i propri genitori ultrasessantenni sotto scacco, sottoponendoli a continui maltrattamenti, percosse, minacce ed ingiurie di ogni tipo, tanto da costringere i due poveretti a sporgere, nello scorso aprile, denuncia contro il figlio, poichè stanchi di tollerare sofferenze ed umiliazioni di ogni sorta, determinate soprattutto dallo stato di ubriachezza e tossicodipendenza in cui il giovane, spesso, versava.
Dopo continui richiami rimasti inascoltati, i carabinieri hanno accolto la querela e richiesto all’A.G. l’emissione di una misura cautelare che sottraesse i due genitori ai continui soprusi a cui erano sottoposti. La misura è arrivata ieri: il G.I.P. ha, infatti, disposto per A.V., 30enne lancianese, la misura dell’allontanamento dalla casa familiare. A detta misura hanno dato esecuzione i militari della Stazione CC di Lanciano che si sono assicurati che il giovane, alla loro presenza, lasciasse immediatamente l’abitazione dei suoi genitori.