Prove di “tensione” per l’amministrazione Pupillo, la sinistra lancianese mugugna

10 giugno 2011 0 Di redazione

La coalizione di governo cittadino di Mario Pupillo a Lanciano vive il primo momento di tensione. A dire il vero non si parla di una vera tensione ma di malumore certamente si. Rifondazione Comunista, Italia dei Valori e Verdi, infatti, presenti in consiglio comunale ciascuno con un consigliere, non si sentirebbero rappresentati dall’assessore esterno Marcello D’Ovidio e minacciano di abbandonare la maggioranza per l’appoggio esterno. Ma a lamentarsi è un po’ tutta la sinistra che ha appoggiato Pupillo nella sfida vinta al ballottaggio contro Ermando Bozza. Troppa spazio, si sosterrebbe, concesso alle civiche degli apparentamenti e poco ai sostenitori iniziali. Il 15, però, è previsto il primo consiglio comunale e, già allora, si vedrà se la manovra è semplicemente una scaramuccia per ottenere qualche poltrona in più.