Giorno: 2 luglio 2011

2 luglio 2011 0

Entra nel ristorante e ruba il registratore di cassa

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Prosegue la capillare attività di controllo del territorio disposta dal Vice Questore Francesco Putortì. Questa mattina gli agenti della Squadra Volanti hanno arrestato Z. M. 43anni di Pontecorvo. L’uomo, a bordo della sua Fiat Panda di colore bianco, dopo essersi recato al Sert, sulla via di ritorno a casa, si fermava presso un albergo – ristorante locale. Approfittando che la proprietaria non era in sala, si è impossessato del registratore di cassa, che conteneva qualche centinaio di euro, e si allontanata velocemente. Allertato il 113, una Volante è arrivata appena in tempo per bloccarlo e arrestarlo.

2 luglio 2011 0

Rubano una collana d’oro in gioielleria, coppia di rumeni in manette

Di redazione

I carabinieri della stazione di Sambuceto hanno arrestato due cittadini rumeni, un uomo ed una donna che nel tardo pomeriggio di ieri hanno rubato una collana d’oro da una gioielleria all’interno del centro commerciale D’Abruzzo di Sambuceto. I militari, comandati dal tenente Lupieri e coordinati dal tenente Maramarco sono stati allertati da una telefonata e giunti sul posto hanno ricevuto una prima descrizione dei due soggetti da parte dei titolari vittime del furto, e si sono così messi sulle loro tracce. La ricerca ha dato i suoi frutti e i militari hanno così intercettato Tudorel Calciu di 39 anni e Rodica Ioana Vaduva di 26 ed hanno recuperato la refurtiva per un valore di circa 1300 euro restituita ai legittimi proprietari. I carabinieri hanno anche sequestrato un rudimentale arnese in ferro utilizzato dall’uomo per forzare la vetrina della gioielleria mentre la donna si occupava di tenere alla larga eventuali curiosi. Dopo le formalità di rito i due ladri sono stati processati per direttissima e poi associati presso la casa circondariale di Chieti.

2 luglio 2011 0

Allerta meteo, in arrivo temporali al centro sud

Di redazione

Una struttura depressionaria sull’Europa centro-orientale attiva flussi instabili con aria relativamente più fredda, sulla nostra penisola specie sui settori appenninici centrali. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che prevede dal pomeriggio di oggi, sabato 2 luglio, precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio e temporale di forte intensità su Lazio, Umbria, Abruzzo, Molise e Puglia, in particolare sulle zone interne e montuose. Le manifestazioni temporalesche potranno essere accompagnate da forti raffiche di vento e frequenti scariche elettriche. Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

2 luglio 2011 0

Presentata la piattaforma italiana per la riduzione del rischio da disastri

Di redazione

Il Capo Dipartimento della Protezione civile, Prefetto Franco Gabrielli, nell’ambito di PROTEC 2011 – Fiera delle tecnologie e dei servizi per la protezione civile ambientale, ha aperto questa mattina il convegno “La riduzione del rischio da disastri: buone prassi e lezioni da apprendere”. L’appuntamento è stato l’occasione per presentare al pubblico la Piattaforma Italiana per la riduzione del Rischio da Disastri, nata nell’ambito dello Hyogo Framework for Action (HFA), il piano decennale adottato nel 2005 da 168 Paesi, tra cui l’Italia, e promosso dalle Nazioni Unite all’interno della International Strategy for Disaster Risk Reduction (ISDR). Istituita con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 66 del 2008, che ha assegnato il coordinamento al Dipartimento della Protezione Civile, la Piattaforma si basa sulla collaborazione di tutti i soggetti pubblici e privati appartenenti al Servizio Nazionale di Protezione civile, nonché delle principali realtà scientifiche e sociali attive a tutti i livelli nell’ambito della riduzione del rischio.

“In questa occasione – ha detto il Capo Dipartimento – voglio ricordare, ancora una volta, come nel nostro Paese la responsabilità su un tema così delicato sia condivisa tra numerosi soggetti, tutti parte di un unico sistema complesso in cui a ciascuno è affidato un compito specifico, e in cui ciascun componente non può prescindere dagli altri ai fini del raggiungimento degli obiettivi assegnati. In un Paese come il nostro, dove sono presenti tutti i principali rischi conosciuti, creare un sistema efficiente di risposta alle emergenze è stata una necessità nata dai numerosi eventi calamitosi che di volta in volta hanno colpito il territorio. L’Italia ha un ricchissimo patrimonio storico, artistico e architettonico; l’eredità del passato costituisce una ricchezza inestimabile e un motivo di vanto, ma questo patrimonio è di per sé fragile, oneroso e difficile da mantenere. Fortunatamente, con l’impegno di tutti, siamo riusciti a stabilire regole e strutture utili a riconoscere i rischi, studiarne cause ed effetti e predisporre le risposte adeguate. Molto spesso, però, – ha aggiunto – i temi della prevenzione e della riduzione del rischio sono, erroneamente, considerati poco remunerativi e di difficile realizzazione. Tuttavia, anche nel nostro Paese la mentalità sta cambiando e io sono fiducioso per il futuro. Ci stiamo, finalmente, rendendo conto che non possiamo più permetterci un sistema incentrato solo sulla risposta ai disastri e non sufficientemente attivo sul fronte della prevenzione. Molto ancora resta da fare, ma sono convinto che, sebbene lentamente, si stiano compiendo progressi importanti anche in questo settore. Sappiamo bene che le risorse economiche a disposizione degli Stati non sono illimitate. Tuttavia, è necessario che per la materia della prevenzione sia preservato un adeguato supporto, anche finanziario, affinché i progressi finora fatti non vadano perduti. A supporto della diffusione della conoscenza di protezione civile e del servizio che vogliamo rendere ai cittadini, il Dipartimento si arricchisce di un nuovo strumento: lunedì 4 luglio, infatti, inizierà l’attività del Contact Center. Rappresenta un nuovo canale comunicativo, realizzato grazie alla collaborazione con FormezPA, l’agenzia inhouse del Dipartimento della Funzione Pubblica, a disposizione di tutti – cittadini, istituzioni, organizzazioni, imprese – per dare informazioni e ricevere segnalazioni sulle attività di competenza del Dipartimento della Protezione civile. Si potranno utilizzare diversi strumenti per comunicare, tra cui il numero verde 800 840 840 e il modulo on line sul nostro sito (www.protezionecivile.gov.it). Il servizio sarà attivo dalle 9.00 alle 18.00, dal lunedì al venerdì, ma in situazioni di emergenza potrà estendere l’orario di attività sulle 24 ore”.

2 luglio 2011 0

In Campania per comprare droga, arrestato 38enne di Frosinone

Di redazione

I Finanzieri della Compagnia di Mondragone, nell’ambito dell’intensificazione del controllo economico del territorio disposto dal Comando Provinciale di Caserta in concomitanza con l’avvio della stagione estiva, hanno sorpreso tre giovani a bordo di un’autovettura parcheggiata lungo il canale Agnena, intenti ad assumere sostanze stupefacenti. Alla vista dei militari, i tre soggetti si davano ad una precipitosa fuga con l’intenzione di far perdere le proprie tracce per sottrarsi al controllo e uno di essi ha cercato di disfarsi di un involucro gettandolo dal finestrino della macchina. Insospettiti da tale comportamento, i Finanzieri si sono messi immediatamente sulle tracce dei fuggitivi, arrestandone la corsa dopo un rocambolesco inseguimento sulle sponde del corso d’acqua. Dopo alcune ricerche effettuate sul posto, Le Fiamme Gialle hanno recuperato l’involucro di cui uno dei giovani si era precedentemente disfatto, nel quale sono stati rinvenuti 45 grammi di eroina e 6 grammi di cocaina in ovuli. La sostanza stupefacente, che era ovviamente destinata allo spaccio oltre che al consumo personale, è stata sottoposta a sequestro. Al termine delle operazioni di servizio, J. M., di anni 38, residente in provincia di Frosinone e noto alle Forze dell’Ordine perché gravato da precedenti per spaccio di droga, è stato arrestato è posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre gli altri due soggetti sorpresi in compagnia di quest’ultimo mentre si iniettavano una dose di eroina, sono stati segnalati al Prefetto di Frosinone.

2 luglio 2011 0

“Curiosava” sotto le gonne delle donne al supermercato, denunciato 30enne

Di redazione

Certi atteggiamenti sfuggono alla logica, rendendone difficile anche la collocazione giuridica, diagnostica ed etica; tuttavia sono sintomatici di personalità disturbate. L’episodio di ieri sera è uno di questi. D.P. 30enne lancianese, sposato con famiglia, persona apparentemente normalissima, veniva notata in un supermercato con un atteggiamento a dir poco equivoco; infatti si avvicinava alle donne con le gonne, intente a fare shopping ed avvicinava un borsello. Un attento vigilante, notata la cosa, ha allertato i Carabinieri della Radiomobile lancianese fornendo gli elementi per identificare il soggetto, nonchè il tipo di autovettura. I militari lo hanno bloccato all’uscita del parcheggio e l’uomo, vistosi scoperto, non ha potuto fare altro che consegnare una minuscola microcamera. Visionato il contenuto, con grande imbarazzo, si è appurato che aveva già ripreso e registrato le parti intime di sei donne, tutte non potute identificare. L’uomo, incensurato, ha ammesso di necessitare di apposite terapie per questo disturbo; ciò comunque gli costerà una denuncia per violazione alla privacy e molestie alle persone. La microcamera è stata sequestrata ed unitamente ad un informativa di reato sarà depositata alla Procura della Repubblica di Lanciano per il prosieguo di Legge.

2 luglio 2011 0

Colonna di auto rubate intercettate dalla Polstrada. Inseguimento sull’A14

Di redazione

Quattro auto rubate sono state intercettate questa notte dalla polizia stradale di Lanciano mentre, a velocità folle, tentavano di lasciare l’Abruzzo. Due Golf, un’Alfa e un’Audi che fungeva da capofila, hanno superato il posto di controllo istituito nei pressi del casello autostradale della Val di Sangro. Cinque auto della Polstrada si sono messe subito all’inseguimento. Si trattava di vetture rubate nelle ore precedenti nel teramano da una squadra di professionisti o, quantomeno, tali si sono dimostrati nel corso dell’inseguimento e delle tecniche che hanno adottato per bloccare gli inseguitore. Una delle due Golf, infatti, fungeva da “tappo”. Arrivando a frenare bruscamente per farsi tamponare dalle auto della Polstrada permettendo alle altre di prendere distanze. Poi ripartiva e, quando è stato il momento, il ladro, l’ha abbandonata sulla strada trovando vie di fuga tra la vegetazione. Stessa cosa hanno fatto gli altri conducenti della seconda Golf e dell’Alfa recuperate più avanti. Fuggito, invece, quello alla guida dell’Audi.