Giorno: 16 luglio 2011

16 luglio 2011 0

Riconosciuta dopo 48 anni la Medaglia d’Oro al Valore Civile al Carabiniere Marino Fardelli

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella giornata di giovedì 14 luglio, la “Commissione consultiva per la concessione di ricompense al valore e al merito civile”, composta dal senatore del Pdl Luigi Ramponi e dal deputato dell’Udc Gabriella Mondello, ha deliberato dopo un anno e mezzo dall’inizio dell’iter, e dopo 48 anni dal tragico evento della Strage di Ciaculli, la concessione della Medaglia d’Oro al Valore Civile al Carabiniere Marino Fardelli e ai caduti, 7 tra carabinieri e militari, in quella che viene ricordata come la prima strage di mafia perpetrata nei confronti delle Forze dell’Ordine. Marino Fardelli, nipote del giovane carabiniere ricordato in una solenne celebrazione qualche settimana fa nella frazione di Caira, commenta così la notizia “Nel mese di marzo 2010 ho scritto alle massime Autorità militari e Politiche nazionali per veder riconosciuta una adeguata onorificenza a coloro che persero la vita quel tragico giorno del 30 giugno 1963. Non mi facevo capace come lo Stato nel 1969 avesse concesso loro solo un Attestato di Merito e nulla più. Grazie anche all’interessamento dell’On.le Anna Teresa Formisano, che ringrazio pubblicamente per essersi adoperata con la collega on.le Mondello per l’istruzione della pratica presso la Commissione Senato-Camera, oggi posso affermare con piena soddisfazione che lo Stato ha riconosciuto un giusto atto verso coloro che eroicamente persero la vita a servizio dello Stato stesso”. “Non appena mi è stata comunicata la notizia direttamente dall’on.le Mondello, continua Fardelli, , ho sentito il dovere di condividere questa giusta aspettativa oltre con i familiari, anche con il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Cassino, Capitano Adolfo Grimaldi, che ringrazio pubblicamente. Ora attendiamo la nota ufficiale in quanto la Medaglia verrà assegnata dal Presidente della Repubblica”. Le medaglie al valor civile vennero istituite dal Re Vittorio Emanuele II con Regio Decreto n.1168 del 30 aprile 1851. Le ricompense al valor civile sono istituite per premiare atti di eccezionale coraggio che manifestano conclamata virtù civica e per segnalarne gli autori come degni di pubblico onore. “Certi che una medaglia non possa ridare la vita ad proprio caro, ha commentato il Sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone, con orgoglio la Città di Cassino che rappresento, ha da oggi un motivo in più di essere fiera dei propri concittadini caduti per l’adempimento del proprio dovere e tra questi figura il giovane Carabiniere Marino Fardelli. Il suo esempio di eroe sarà sempre guida ed ispirazione per i giovani di Cassino che da qualche anno a questa parte, grazie all’opera dei familiari, ne ricordano la figura con un concorso premio riservato alle scuole elementari di Cassino e della V Classe di Caira”. [nggallery id=305]

16 luglio 2011 0

Lavoro nero, 2 attività sospese e sanzioni per 10mila euro

Di admin

A Cassino e ad Atina, i carabinieri delle locali Stazioni unitamente a personale del Nucleo CC ed ispettivo dell’Ispettorato del Lavoro di Frosinone, nell’ambito di un predisposto servizio teso alla verifica dell’osservanza delle norme di tutela dei rapporti di lavoro e di legislazione sociale per l’emersione del “lavoro nero”, conseguivano i seguenti risultati:

– aziende ispezionate nr.3;

– persone deferite in stato di libertà nr. 1 – (un 22enne commerciante di Atina poiché, quale titolare di un esercizio pubblico, immetteva illecitamente al lavoro un adolescente);

– lavoratori identificati nr. 9 di cui nr. 3 risultati illecitamente occupati;

– emesse sanzioni amministrative per circa 10.000,00 Euro;

– provvedimenti di sospensione di attività imprenditoriale nr. 2;

– persone segnalate alla Prefettura – Ufficio territoriale del Governo di Frosinone ai sensi dell’art.75 del DPR 309/90 nr. 1 – (nel corso dei controlli eseguiti, il predetto commerciante veniva inoltre trovato in possesso di gr. 1 circa di sostanza stupefacente del tipo hashish, sottoposta a sequestro).

16 luglio 2011 0

Incendi boschivi, flotta area dello stato intervenuta su 178 roghi in un mese

Di admin

Sono 20 gli incendi che nelle ultime 36 ore hanno richiesto l’intervento dei canadair ed elicotteri sulla gran parte delle regioni del centro-sud del Paese. Nella giornata di ieri quattro roghi hanno interessato quattro diverse province della Sicilia, mentre due richieste sono arrivate dalla Sardegna e le restanti cinque rispettivamente da Calabria, Campania, Puglia, Umbria e Toscana.

Oggi i velivoli della Flotta aerea anti-incendio boschivo sono stati impegnati su 9 roghi: due in Puglia, nelle province di Bari e Foggia, entrambi già spenti, come pure quello divampato in Toscana, sulle colline di Montichiari nel lucchese, in Sardegna nella provincia di Oristano e nel cosentino in Calabria. Al momento risultano ancora attivi quattro degli incendi che hanno richiesto il concorso aereo, due nel siracusano, uno nel casertano e uno nel basso Lazio, su cui stanno operando quattro canadair, due idrovolanti fire-boss ed un elicottero S-64.

I piloti dei velivoli della Protezione civile nazionale continueranno ad assicurare il lancio d’acqua e liquido ritardante sulle fiamme dei roghi ancora attivi finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

A un mese dall’avvio della campagna estiva anti-incendio boschivo, iniziata lo scorso 15 giugno, raggiunge quota 178 il totale delle richieste pervenute al Servizio Coordinamento Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile dalle Regioni per avere supporto all’azione di spegnimento a terra degli incendi, attività di competenza delle diverse Amministrazioni regionali. Il maggior numero di richieste, pari al trenta per cento del totale, proviene dalla regione Sicilia, seguita da vicino dalla Sardegna (con il 27,5%) e a maggior distanza dalla Puglia (18%). L’attività complessiva dei Canadair ed elicotteri ammonta in un mese a circa 4.300 lanci, per un totale di oltre 23 milioni di litri di estinguente.

E’ utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.

16 luglio 2011 0

Maltempo, in arrivo temporali al nord

Di admin

Il transito di una perturbazione atlantica nella giornata di domani sulle nostre regioni settentrionali determinerà condizioni di tempo perturbato con fenomeni temporaleschi che risulteranno più frequenti ed intensi sui settori alpini e prealpini. Ancora bel tempo sul resto del Paese, con temperature in aumento sulle due isole maggiori.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che prevede dalla tarda mattinata di domani, domenica 17 luglio 2011, precipitazioni a prevalente carattere temporalesco, anche di forte intensità, sul settore nord-occidentale della Penisola. I fenomeni risulteranno più frequenti sulle zone alpine e prealpine e potranno essere accompagnati da locali grandinate, forti raffiche di vento e frequenti scariche elettriche.

Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

16 luglio 2011 0

Cani, questa è la settimana con il minor numero di abbandoni da 5 anni

Di admin

Da Aidaa riceviamo e pubblichiamo: E’ la settimana con il minor numero di cani vaganti ed abbandonati segnalati al telefono amico di AIDAA negli ultimi cinque anni. Da sabato 9 a venerdi 15 luglio sono solamente 87 i casi di cani abbandonati segnalati, rispetto ai 209 dello stesso periodo del luglio del 2010 ed ai 204 del 2009. Tenendo presente il periodo estivo (giugno-settembre) degli ultimi cinque anni per trovare un’altra settimana con un numero di segnalazioni inferiori a 100 occorre risalire alla terza settimana di Giugno del 2007 quando furono segnalati 94 casi, e alla terza settimana di settembre dello scorso anno quando le segnalazioni di cani abbandonati furono 96. Le segnalazioni arrivano tutte dalle regioni del sud Italia ed in particolare dal Lazio (province di Roma, Viterbo e Latina) e dalla Campania ed alcune dalla Puglia. Mentre una sola segnalazione arriva dalla provincia di Milano e tre le segnalazioni provenienti dal Veneto (zona lago di Garda) e dalla Toscana (Lucca, Firenze e Siena). Il risultato è in linea con quelli delle settimane precedenti e vede una riduzione di ben 56 punti percentuali. Un dato di buon auspicio, anche se le settimane più difficili saranno quelle che vanno da oggi al 15 agosto in concomitanza con le grandi partenze. Da sabato 23 saranno attivi i volontari di AIDAA nell’ambito dell’operazione “Io l’ho visto” le ronde antiabbandono di AIDAA che fino al 4 settembre saranno presenti sulle autostrade italiane per raccogliere le segnalazioni relative ai cani abbandonati o vaganti che possono essere segnalate dagli automobilisti via sms al numero 3341051030

16 luglio 2011 0

Controllo del territorio dei carabinieri di Ortona, 6 persone denunciate in stato di libertà

Di admin

Nella giornata di oggi la Compagnia dei Carabinieri di Ortona ha predisposto un servizio a largo raggio per il controllo coordinato del territorio finalizzato: – alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, con particolare riferimento di quelli in danno di abitazioni private; – al controllo della circolazione stradale attraverso la dislocazione di presidi dinamici nei pressi delle maggiori arterie stradali e dei caselli autostradali; – alla individuazione di soggetti di interesse operativo e di quelli dediti all’uso ed allo spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope.

Il servizio si è concluso con risultati di assoluto rilievo. In particolare: a. sono state denunciate in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria: due persone, B.R 40enne e C.A. 42enne da Vasto, in quanto trovati in possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso mentre si aggiravano con fare sospetto alla guida di autovettura sul litorale “Le Morge” di Torino di Sangro; quattro persone, in quanto venivano sorprese in Casalbordino alla guida con i valori alcolemici eccedenti la norma, accertati a mezzo di apparecchiatura “Alcoltest”; le patenti di guida venivano ritirate; una persona poiché sorpresa in Casalbordino alla guida sotto l’influenza di stupefacenti. Nel corso del servizio, inoltre: – sono state controllate e identificate nr. 72 persone; – i mezzi controllati sono stati 60, di cui uno sottoposto a fermo amministrativo; al riguardo sono stati effettuati, n. 16 controlli con precursori e/o con l’apparato etilometrico; – sono state ritirate nr. 4 patenti di guida; – sono stati controllati n. 9 esercizi pubblici.

L’attività di prevenzione del territorio, per la quale sono stati impiegati n. 22 militari, ha visto una concentrazione di risorse in Casalbordino, Torino di Sangro, San Vito Chietino, Ortona e Fossacesia a seguito delle direttive impartite dal Comando Provinciale di Chieti nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio in aree sensibili sotto il profilo della sicurezza pubblica. Il particolare servizio verrà organizzato anche per il futuro e sarà sempre orientato a prevenire e reprimere le problematiche che destano maggiore preoccupazione sociale, quali, ad esempio, i furti in danno di abitazioni ed esercizi commerciali.

16 luglio 2011 0

Terzo sabato di luglio, traffico intenso ma partenze regolarmente distribuite sulla rete di Autostrade per l’Italia

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che in questo terzo sabato di luglio si confermano le previsioni da “bollino rosso”; il traffico è intenso ma una regolare distribuzione delle partenze fin dalle primissime ore del mattino ha favorito una migliore fluidità lungo le principali direttrici delle vacanze. Come sempre i tempi di percorrenza più elevati si registrano in uscita da Milano verso Trieste, in corrispondenza del nodo di Bologna, da Milano verso Ancona, e da Torino verso la riviera ligure. Queste più nel dettaglio le tratte autostradali caratterizzate da situazioni di traffico intenso: – A1 Milano-Napoli, per percorrere il tratto tra Casalpusterlengo e Fidenza in direzione di Bologna occorre circa un’ora; – A4 Milano-Brescia, per percorrere il tratto tra Seriate e Rovato in direzione di Brescia occorrono circa 30 minuti; – A14 Bologna-Taranto, per percorrere il tratto tra Bologna e Cattolica in direzione di Ancona occorrono circa 2 ore; – A6 Torino-Savona, per percorrere il tratto tra Altare e l’allacciamento con l’A10 in direzione di Savona occorrono 15 minuti. Gli spostamenti sono agevolati dal divieto di circolazione dei mezzi pesanti attivo fino alle 23 di oggi ed anche nella giornata di domani dalle ore 7 alle ore 24. Autostrade per l’Italia consiglia ai viaggiatori la massima prudenza e di mantenersi costantemente informati prima e durante il viaggio sulle condizioni della circolazione, chiamando il Call Center viabilità (840.04.2121), mantenendosi in ascolto di RTL 102.5 o di Isoradio RAI FM 103.3, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul circuito televisivo INFOMOVING nelle Aree di Servizio.

16 luglio 2011 0

Manovra, Mencini: “Nessun successo, parlamento autosospeso”

Di admin

Dalla Direzione Psi Roma riceviamo e pubblichiamo: “L’approvazione della manovra finanziaria in due giorni deve essere considerato solo un fatto eccezionale, dovuto all’emergenza causata dalla speculazione finanziaria in un momento di instabilità politica e debolezza dell’esecutivo”. Lo afferma in una nota Riccardo Nencini, segretario nazionale del Psi. “Essere costretti ad approvare una manovra finanziaria con un impatto che peserà soprattutto sulle fasce più deboli della popolazione in sole 72 ore, e quindi senza alcun dibattito e senza valutare proposte e posizioni alternative, non certifica alcun successo,come è stato sbandierato dalla maggioranza, ma piuttosto l’autosospensione del Parlamento”.

16 luglio 2011 0

Computer mania: è arrivato il “mal di mouse”

Di admin

Da Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” riceviamo e pubblichiamo: L’uso del computer, per esempio l’impiego del mouse, può causare traumi ripetuti alle articolazioni di polso e spalla. Infatti secondo l’Inail, l’uso continuativo del dispositivo del pc è tra le cause principali che provocano la sindrome del tunnel carpale: una patologia sempre più diffusa negli uffici e nelle aziende italiane e di cui soffrono due milioni e 700 mila lavoratrici. Impossibile al giorno d’oggi pensare di potere fare a meno del computer. Strumento ormai indispensabile nella nostra vita, il pc tuttavia è anche causa di patologie decisamente fastidiose. A partire dalla sindrome da tunnel carpale, la neuropatia dovuta all’irritazione o alla compressione del nervo mediano al polso provocata molto spesso dall’uso intensivo del mouse, talmente diffusa da essere ormai chiamata anche “mal di mouse”. Nel 47% dei casi la neuropatia dipende dal lavoro. Ovviamente non solo l’utilizzo del mouse provoca questo disturbo: le cause principali sono anche l’uso di utensili non ergonomici o le vibrazioni e le basse temperature. Ma la sindrome da tunnel carpale è sicuramente un fenomeno in netto aumento nella popolazione, in grado di incidere in modo significativo anche da un punto di vista sociale a causa del numero altissimo di giornate lavorative perse: è stato calcolato, infatti, che la sua insorgenza nel 47% dei casi è riconducibile all’attività professionale. A rischio 2,7 milioni di donne. Inoltre, si è riscontrato che la patologia colpisce soprattutto le donne e prevalentemente in età adulta: il tasso di incidenza “al femminile” è del 3,4% (contro lo 0,6% per gli uomini), ma si stima che questa neuropatia sia presente in un ulteriore 5,8% di donne non diagnosticato, fino ad arrivare a un picco del 9,2%. Questo vuol dire che in Italia, potenzialmente, si potrebbero ammalare di questa sindrome 2,7 milioni di lavoratrici. Secondo Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” essenziale una prognosi tempestiva. Proprio per evitare un così alto disagio è importante la tempestività della prognosi. Decisiva anche una valida ed efficace terapia riabilitativa che permetta di recuperare appieno e in tempi non troppo lunghi la funzionalità dell’arto. Inoltre, una mano priva della sensibilità – tra i principali sintomi della sindrome del tunnel carpale, insieme a formicolii, intorpidimento, gonfiore ma anche dolore e perdita di forza – non ha la stessa funzionalità di una mano con un handicap motorio recuperabile e, di conseguenza, la strategia terapeutica che mira alla ricostruzione della funzione deve dare priorità al recupero sensitivo, senza il quale ogni tentativo di miglioramento motorio sarebbe vano.

16 luglio 2011 0

Non si fermano all’alt, inseguiti per 10 km sbandano: arrestati dai carabinieri due extracomunitari per furto e detenzione di armi

Di admin

Nella mattinata, i Carabinieri del Nucleo Operativo – Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontecorvo e i Carabinieri della Stazione di Roccasecca, hanno tratto in arresto due persone originarie del Marocco, ma domiciliate in Provincia di Caserta, per i reati di “detenzione e porto in luogo pubblico di armi clandestine”, “alterazione di armi comuni da sparo”, “detenzione abusiva di munizioni comuni da sparo”, “ricettazione”, “tentato furto aggravato”, “resistenza a pubblico ufficiale” e “lesioni personali”.

Alle prime ore dell’alba, a Castrocielo, i militari di una pattuglia del Radiomobile, insospettiti dai due occupanti di una Fiat Uno, intimavano l’alt per bloccarla, ma si dava alla fuga lungo una strada a scorrimento veloce parallela alla Autostrada A1.

La corsa, dopo circa 10 km, si interrompeva a Roccasecca dove perdevano il controllo dell’autovettura finendo fuori dalla carreggiata stradale. Con l’autovettura ormai inutilizzabile, uno dei due, prima di essere bloccato, nel tentativo di dileguarsi, si avventava con violenza contro i militari agevolando di fatto la fuga dell’altro.

Venivano diramate le ricerche in tutta la zona che consentivano ai militari della Stazione di Roccasecca di rintracciare il secondo uomo a qualche km di distanza mentre tentava di rubare un’autovettura che gli avrebbe permesso di allontanarsi.

Durante la perquisizione dell’autovettura usata per la fuga, risultata essere stata rubata pochi giorni fa in Provincia di Caserta, i militari hanno rinvenuto oltre a una pistola cal. 22 a tamburo con matricola abrasa completa di 11 cartucce anche guanti e passamontagna.