Giorno: 26 luglio 2011

26 luglio 2011 0

Fermato in autostrada con 4 chili di hashish, 25enne arrestato dai carabinieri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A Cassino nei pressi dell’uscita del casello A1 i carabinieri del N.O.R.M., nel corso di predisposti servizi per il controllo del territorio tesi a contrastare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti traevano in arresto M.G., 25enne residente a Napoli poiché resosi responsabile di “Trasporto e detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacente”

Il predetto, fermato dai carabinieri operanti, nei pressi del casello A1 di Cassino, alla guida di una Smart for Two e, a causa dell’evidenziato stato di nervosismo, sottoposto a perquisizione personale e veicolare, veniva trovato in possesso di kg. 4 circa di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, già suddivisa in nr. 40 panetti del peso di 100 gr. circa cadauno.

La sostanza e il veicolo sottoposti a sequestro mentre l’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino a disposizione dell’autorità giudiziaria.

26 luglio 2011 0

Lotta alla contraffazione del “Made in Italy”, la Guardia di Finanza sequestra un carico di scarpe “Hogan” contraffatte

Di admin

Non conosce sosta l’attività della Guardia di Finanza rivolta alla repressione del fenomeno della contraffazione, che deprime ed impoverisce il tessuto economico della Provincia di Frosinone.

Stavolta, a finire nella rete dei militari delle Fiamme Gialle, è stato un carico delle richiestissime scarpe di marca Hogan, marchio caratteristico del “Made in Italy”.

Nel corso di servizi finalizzati al contrasto dei traffici illeciti e dei reati economici e finanziari, sul tratto autostradale dell’A1 San Vittore del Lazio – Cassino, è stata intercettata, dalle fiamme gialle, un’autovettura sospetta, guidata da un soggetto proveniente da Napoli e diretta verso nord.

Nonostante l’alta velocità del corriere, tenuta probabilmente per ridurre al massimo il tempo di percorrenza ed il pericolo di controlli, i finanzieri frusinati si sono posti al seguito dell’autovettura, raggiungendola in breve tempo grazie alle autovetture operative da inseguimento impiegate frequentemente sui tratti autostradali, al fine di prevenire e reprimere traffici criminali di natura economica.

Dopo il fermo, il soggetto alla guida ha mostrato evidenti segni di nervosismo, che hanno indotto i militari ad effettuare un più approfondito controllo.

Dalle operazioni di controllo sono saltate fuori, occultate nel bagagliaio, 50 scatole contenenti le lussuose scarpe, abilmente contraffatte.

Il carico era destinato presumibilmente a clienti e rivenditori della Ciociaria, dei Castelli Romani e di Roma.

Il corriere alla guida dell’autovettura è stato denunciato per i reati di contraffazione e di ricettazione, puniti rispettivamente con pene della reclusione fino a due anni e fino a otto anni.

Le indagini da parte della Guardia di Finanza continuano, anche allo scopo di smantellare la rete di trafficanti di prodotti contraffatti, presumibilmente prodotti nei laboratori localizzati nel napoletano e gestiti dalla Camorra.

L’intervento si ascrive nell’ambito delle attività di controllo economico del territorio, coordinate dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza, volte ad assicurare il regolare funzionamento del mercato dei beni e servizi ed a reprimere fenomeni illeciti di natura economico-finanziaria.

Il contrasto operato dalla Guardia di Finanza al mercato dei prodotti contraffatti ed alla pirateria audiovisiva, fenomeno criminale che ha ormai assunto le dimensioni di vera e propria attività imprenditoriale, oltre a tutelare le aziende produttrici dei prodotti copiati e gli autori delle opere illegalmente riprodotte, nonché i commercianti che rivendono merce originale assolvendo tutti gli obblighi di natura fiscale e amministrativa previsti dal nostro legislatore, rappresenta senza dubbio una garanzia a presidio del bene primario della “sicurezza economica e finanziaria” che la Carta costituzionale riconosce tra i capisaldi della vita e del progresso della società civile.

26 luglio 2011 0

Prezzo del latte: allevatori in piazza giovedì a Frosinone, trattori e produttori prima al casello poi in prefettura

Di admin

Dopo le assemblee e le riunioni è giunto il momento della protesta. Coldiretti scende in piazza con i propri produttori per chiedere attenzione e dignità per gli allevatori e tutelare la sopravvivenza delle imprese. Come si ricorderà l’organizzazione agricola, diretta da Paolo De Cesare e presieduta da Loris Benacquista, reclama che il contratto regionale (42 centesimi per litro) venga rispettato anche a livello provinciale dove, in media, purtroppo, ad oggi gli allevatori riscuotono mediamente circa 34 centesimi. “Una situazione insostenibile – commenta De Cesare – che peggiora una crisi già pesante. Negli ultimi 5 anni hanno chiuso i battenti circa 500 stalle in Ciociaria (-46,3%) superando la media laziale (-37%) che ha fatto scendere gli allevamenti da 2.712 a 1.705. Oggi in produzione ci sono circa 600 aziende che danno lavoro ad oltre 1.500 persone muovendo un indotto considerevole. Il problema è anche sociale e non solo di categoria se si pensa che ai circa 2.000 posti di lavoro a rischio nelle industrie si devono sommare anche questi numeri”. La manifestazione di giovedì prossimo avrà inizio alle ore 9.00 all’uscita dell’autostrada A1 di Frosinone. Qui si ritroveranno gli allevatori con i propri trattori e verrà distribuito il latte agli automobilisti di passaggio per circa un’ora, insieme ad un volantino che illustrerà le motivazioni della protesta. Subito dopo un corteo composto da alcuni trattori e diverse auto si muoverà per raggiungere la Prefettura dove è previsto prima un breve intervento dei dirigenti della Coldiretti e poi un incontro con il Prefetto. “Non vogliamo creare disagi ai cittadini – ha sottolineato Loris Benacquista – ma spiegare anche a loro l’importanza di difendere il prodotto locale e con questo il territorio e le aziende. Chiediamo scusa sin d’ora se ci saranno problemi, facciamo appello alla comprensione dei consumatori”. Purtroppo, nonostante l’azione di Coldiretti l’etichettatura relativa all’origine dei prodotto ancora non trova per tutte le produzioni le risposte adeguate a dare tranquillità. Uno di questi esempi è il formaggio che può essere lavorato, per esempio in Ciociaria, utilizzando latte proveniente anche da diversi Paesi pure non comunitari. “Faremo sentire la nostra voce anche per questo – ha detto De Cesare – segnalando fatti specifici alle autorità competenti. E’ora di fermare gli speculatori che penalizzano il latte ciociaro mettendo in atto inganni agli ignari consumatori”. Coldiretti consegnerà in Prefettura una propria proposta con la quale tentare di dare risposte ai produttori e migliorare una filiera produttiva da sempre di primo piano in provincia di Frosinone e chiederà al Prefetto di far sedere ad un tavolo apposito i responsabili delle imprese lattiero-casearie che a maggio scorso disertarono la convocazione della Provincia. “In questa fase occorre rispetto – conclude De Cesare – per poi pianificare un piano di rilancio del settore che grazie anche all’intervento della Regione Lazio potrebbe aprire uno scenario nuovo che non penalizzi più gli imprenditori agricoli”. In effetti oggi nella filiera si registrano incrementi nella vendita di latte ( +2%), di formaggi (+3%) e nelle esportazioni di prodotti lattiero-caseari (+13%). “I produttori sono pagati meno di 25 anni fa e rappresentano l’anello debole e penalizzato del settore. E’ ora di dire basta a tutto ciò”.

26 luglio 2011 3

Muore mentre taglia alberi, la vittima è un 40enne

Di admin

Un uomo di 40 anni circa di origini rumene è morto nella tarda mattinata di oggi Palena. Da una prima ricostruzione dei fatti pare che lo straniero fosse impegnato nel taglio di alcuni alberi e che un grosso ramo lo abbia centrato alla testa. Inutili i soccorsi dei colleghi, l’uomo infatti sarebbe morto sul colpo. Del caso se ne stanno occupando gli agenti del Corpo Forestale dello Stato.

26 luglio 2011 0

Corte Conti, Abbruzzese: “Congratulazioni a neo presidente De Dominicis”

Di admin

Dall’addetto stampa del presidente del consiglio della regione Lazio riceviamo e pubblichiamo: “Faccio le più sentite congratulazioni, da parte mia e dell’Istituzione che rappresento, al neo Procuratore Regionale della Corte dei Conti del Lazio, Angelo Raffaele De Dominicis, per questo prestigioso, quanto impegnativo incarico. Sono assolutamente certo che saprà svolgere al meglio, vista la sua passata esperienza professionale, l’importante ruolo a cui oggi è stato chiamato”. Lo riferisce con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

26 luglio 2011 0

Maltempo, in arrivo temporali al centro

Di admin

Una perturbazione proveniente dalla Francia interesserà domani le regioni centro-settentrionali del nostro Paese causando rovesci e temporali sparsi, in particolare sui settori tirrenici e appenninici.

Sulla base dei modelli disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalla mattina di domani, mercoledì 27 luglio 2011, precipitazioni sparse, anche a carattere di forte rovescio o temporale, sulle regioni del centro-Italia. I fenomeni potranno essere accompagnati da locali grandinate, forti raffiche di vento e frequenti scariche elettriche.

Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

26 luglio 2011 0

Ricettazione e detenzione illegale di armi e munizioni, arrestato un 19enne

Di admin

I carabinieri del NORM di Frosinone ed i carabinieri della Stazione di Ceccano, nell’ambito di mirati servizi per il controllo del territorio, disposti dal Comando Provinciale tesi a contrastare i reati predatori, traevano in arresto B.X, classe 1992, di nazionalità albanese e residente a Ceccano poiché resosi responsabile di “ricettazione e detenzione illegale di armi e munizioni – alterazioni di armi nonché di alterazioni di armi giocattolo prive di occlusione canna e di tappo rosso”.

Il giovane a seguito di perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di Nr.1 fucile a pompa calibro 12 a canna mozza, (risultato provento di furto e denunciato in data 07.02.2010 dal legittimo proprietario, residente in Frosinone); nr. 1 pistola cal. 7,65 (completa di caricatore, marca Beretta, con matricola abrasa); nr. 105 cartucce per fucile cal. 12; nr. 49 cartucce per fucile cal. 28; nr. 90 cartucce per pistola cal. 7,65; Nr. 104 cartucce per pistola cal. 9×21; nr. 3 pistole giocattolo riproducesti la Beretta 92-KIMAR e nr. 4 ricetrasmittenti (delle quali una provento di furto). Le Armi, illegalmente detenute, sono state poste sotto sequestro e, l’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso questa Casa Circondariale a disposizione dell’A.G.

26 luglio 2011 0

A1, chiusa in entrata ed in uscita la stazione di Pontecorvo per mezzo in fiamme

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che, alle 14:10 circa, sulla A1 Milano-Napoli, è stata chiusa la stazione di Pontecorvo, sia in entrata che in uscita in entrambe le direzioni, a causa di un furgone che ha preso fuoco mentre era fermo in pista di uscita. Sono intervenute sul posto le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, il personale della Direzione 6° Tronco di Cassino, oltre ai soccorsi sanitari e meccanici. Non risultano conseguenze alle persone, ma le fiamme prodotte dall’incendio del mezzo hanno danneggiato sia gli impianti che le strutture della stazione. E’ stato necessario, in accordo con la Polizia Stradale e i Vigili del Fuoco, disporre la chiusura totale della stazione stessa. Attualmente (ore 15:40) sono in corso le operazioni di raffreddamento propedeutiche a quelle di ripristino delle condizioni di sicurezza: si prevede di riaprire la stazione in condizioni minime di esercizio tra circa 2 ore. Non si registrano turbative al traffico. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da RTL 102.5 FM , Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile sul network TV INFOMOVING in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.

26 luglio 2011 0

Tutto pronto in Umbria per il campionato italiano di parapendio

Di admin

Dopo i mondiali di deltaplano in corso a Sigillo, è ancora l’Umbria alla ribalta del volo libero con i Campionati Italiani di parapendio, organizzati dal club Ali Subasio. La manifestazione si terrà dal 2 al 7 agosto tra Assisi, Spoleto, Gubbio e Nocera Umbra (Perugia). Secondo la meteo della giornata, i piloti potranno usufruire dei decolli sul Monte Subasio (1.290 m), sopra Assisi, sul Monte Serano (1.429 m), vicino Trevi, sul Monte Cucco a Sigillo (1.000 m), oppure quello di Gubbio. La collaborazione con le associazioni vicine permetterà agli organizzatori di disporre di un enorme comprensorio di volo esteso fino a Perugia. L’area è tra le più belle dell’Appennino umbro, apprezzata dai praticanti del volo senza motore, sulle ali del vento e delle masse d’aria ascensionali che permettono ai mezzi di salire ben oltre le vette delle montagne e percorrere decine di chilometri. Massimo numero di piloti ammesso 140, compreso un 20% di stranieri che concorreranno al Memorial Mario Settimi, fondatore di Radio Subasio. L’atterraggio ufficiale e il centro operativo sono posti a Rivotorto di Assisi e qui confluiranno i volatori al termine delle sei manches previste dal regolamento. Per la prima volta in un campionato di parapendio sarà applicato il live treaking, ovvero un sistema di visione in diretta della gara con la posizione di ciascun pilota. Il software di gestione permette di seguire in diretta la gara tramite una connessione alla pagina live tv del sito di Ali Subasio. Le stesse immagini saranno proiettate su uno schermo gigante nei pressi del centro operativo. In contemporanea ritorna Subasio Fly Festival, esposizione che promette la presenza dei maggiori produttori ed importatori di attrezzature per il volo libero. Il campionato si disputa sotto il patrocinio della provincia di Perugia, del Comune di Assisi e della Proloco di Rivotorto.

26 luglio 2011 0

Sequestrati 105 articoli palesemente contraffatti e un’autovettura. Denunciato un senegalese.

Di admin

La Compagnia di Vasto, nell’ambito della continua ed ordinaria attività di contrasto alla immigrazione clandestina ed al commercio di prodotti con marchi contraffatti, ha fermato un’Audi A4 in Vasto Marina guidata da un cittadino senegalese, che trasportava per la vendita n. 105 articoli tra capi di abbigliamento ed accessori (cinture e orologi) con noti marchi quali Hogan, Dolce e Gabbana, Burberry, Moncler, Peuterey, La Martina, Liu Jo, ecc. Tutto il materiale è stato sequestrato ed anche l’autovettura in quanto il cittadino senegalese circolava a bordo della stessa privo di polizza assicurativa, di carta di circolazione e con patente di guida sospesa a tempo indeterminato. Tutte violazioni al codice della strada di cui, l’ultima, avente carattere di reato contravvenzionale, per le quale è previsto il sequestro penale preventivo dell’automezzo e l’ammenda da € 2.257 a € 9.032. Le Fiamme Gialle hanno proceduto anche al controllo della regolare permanenza nel territorio dello Stato del cittadino senegalese. Lo stesso risultava già destinatario di un provvedimento di espulsione del Questore di Chiedi dell’8.4.2011, in violazione dell’art. 14, comma 5 ter, della “Legge Bossi Fini” – Dlgs 286/1998. Veniva quindi denunziato a piede libero all’AG competente per l’inottemperanza al provvedimento di espulsione e per il reato di cui all’art. 474 cp “commercio di prodotti con segni (marchi) falsi (contraffatti)” per il quale è prevista la reclusione fino a due anni e la multa fino a € 2.000.